Castello di Loarre, fortezza romanica

Castello di Loarre, fortezza romanica


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La fortezza romanica meglio conservata di tutta Europa si trova a Huesca. Il loarre castle, un edificio cristiano risalente all'XI secolo, si trova al centro delle pendici del Loarr videe, a guardia della pianura del Hoya de Huesca.

Ha una vista privilegiata Bolea, un vecchio sito musulmano che erano interessati a controllare.

La sua costruzione è stata ordinata dal Re Sancho III, come avamposto per pianificare gli attacchi contro i loro nemici, che erano molti, poiché a quel tempo entrambi i popoli islamici, altri vicini cristiani come Navarros e Castellanos, o Urgellitanos, bramavano queste terre. È l'ora di Le crociate religioso.

Le sue fondamenta sono un grande ammasso di roccia granitica, un luogo scelto con grande cura, per evitare che le esplosioni di eserciti opposti penetrino nelle pareti del recinto. Questo gli conferisce anche un aspetto maestoso da qualsiasi punto di vista. Dalla sua prominente altezza di oltre mille metri sul livello del mare, ha visto una diversità di culture, battaglie, religioni e civiltà molto disparate passare attraverso il suo mille anni.

Le mura e i dettagli di ogni angolo del castello svelano i segreti delle diverse correnti che ne hanno influenzato l'elaborazione: trovarsi nel confine cristiano-musulmanoNon sorprende che abbia tratti di queste due culture. Inoltre, il set, come lo conosciamo ora, è molto più ampio di quanto non fosse nelle sue origini. Diverse fasi differenti sono state studiate nella sua costruzione.

La parte più antica del castello è il Recinto lombardo, il cui scopo era la difesa del popolo Loarrés, ideato da Il sindaco di Navarra (Sancho III).

La sua fase di splendore coincide con il successivo ampliamento operato dal Re aragonese Sancho Ramírez, che ottiene molto abilmente combinare religione ed esercito in un simbolo speciale come il castello di Loarre. Il suo scopo era raggiungere protezione del papa romano (a quel tempo, Alessandro I) e ottenere prestigio e riconoscimento per le loro terre. E così ha fatto. Sancho Ramírez potrebbe essere considerato un precursore del movimento "Europeista“In Spagna, anche se c'è chi l'ha chiamato Frenchified. In cambio, il Papa otterrebbe un pass gratuito per accedere all'interno della penisola iberica da Aragona e abolire il Rituale gotico-mozarabico, contro cui aveva combattuto per anni.

In questa fase viene costruito il mastio del castello, chiamato anche torre di tributoe l'impressionante Chiesa di San Pietro, con ornamenti in puro stile jaque. A quel tempo, l'unica chiesa che ne offuscava la grandezza era quella di San Pedro de Jaca, con la quale condivideva molte caratteristiche. Fu anche influenzato dalla stessa corrente artistica del castello di Moissac, la scuola di Bernaldus Guiduinus.

dato che difficoltà di accesso a questa chiesa, nel 1505 la parrocchia fu abbassata al comune di Loarre, in modo che i fedeli potessero accedervi senza dover salire sul monte. Da quel momento in poi la fortezza smise di passare e la sua evoluzione fu tra parentesi. Gli unici agenti che ne hanno modificato la struttura sono state le condizioni meteorologiche.

Oltre alla sua chiesa romanica, altre caratteristiche che rendono unico il castello di Loarre sono le sue cripta e il eremo dentro. Durante il XVIII secolo, una serie di riforme furono eseguite nella chiesa di San Pedro, come l'introduzione di a pala d'altare barocco. In tre occasioni nella sua lunga vita, il castello fu dato in pegno o venduto dai condottieri aragonesi, e fu dimenticato.

Grazie allo scrittore Jose Maria Quadrado, Questa maestosa opera architettonica è stata ancora una volta oggetto di sguardi curiosi e interessati, e diverse generazioni di scrittori romantici vi hanno trovato ispirazione.

All'interno sono stati girati film famosi come "Il regno dei cieli", del 2005, o "Miguel e William" del 2006. In precedenza, il programma era stato girato La notte dei castelli, da Televisión Española, una gimcana in cui i partecipanti dovevano passare attraverso le sue strutture fino a quando non trovavano la principessa.

Nel 1906 fu dichiarato monumento nazionale, e successivamente si è candidato a diventare Patrimonio mondiale. Oggi è una delle fortificazioni più visitate della Spagna. Il suo buono stato di conservazione consente al visitatore di osservare un gran numero di dettagli della sua costruzione e decorazione.

Un castello da non perdere se vogliamo conoscere un altro pezzo della nostra storia.

Studio giornalismo e giurisprudenza e per entrambe le materie la storia è essenziale. È il pilastro fondamentale della nostra vita, come madre cerco di far conoscere a mio figlio le radici delle nostre origini. Amo raccontarvi storie su come vivevano i nostri antenati e aneddoti interessanti che stuzzicano la vostra curiosità. Un mondo emozionante che impareremo insieme qui a Redhistoria.


Video: Paese fantasma evacuato nel 1958


Commenti:

  1. Rowan

    Lo stesso tipo di urbanizzazione

  2. Avinoam

    La felicità per me è cambiata!

  3. Taull

    Devo dirti che questo è un grosso errore.

  4. Maut

    Voglio dire, permetti l'errore. Posso dimostrarlo. Scrivimi in PM, lo gestiremo.

  5. Kigabar

    Secondo me è già stato discusso, usa la ricerca.

  6. Mentor

    Cose intelligenti, parla)



Scrivi un messaggio