Sepolture coloniali, canali e muri trovati in Messico

Sepolture coloniali, canali e muri trovati in Messico


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

A Centro storico di Città del Messico Sono state scoperte tre sepolture, offerte e frammenti di mura coloniali con più di 500 anni, oltre a resti di canali del XVIII e XX secolo.

Il ritrovamento è stato effettuato a seguito di alcuni lavori di ristrutturazione dell'impianto elettrico da parte della Commissione Federale per l'Energia Elettrica, per i quali si è recato nell'area per ispezionarlo un team di archeologi della Direzione del Recupero Archeologico. L'obiettivo del team di archeologi è quello di evitare che i resti trovati vengano danneggiati e quindi recuperare il informazioni storiche che ogni traccia contiene.

Da quanto sopra c'è qualcosa che sorprende gli archeologi, la sepoltura di alcuni bambini ritrovati nel 2012 in via Nezahualcoyotl a 1,75 metri sul livello del mare. In questa sepoltura è un cranio frammentato, ossa e vertebre appartenenti a un bambino di sei anni. Non è stato possibile determinare la posizione originale perché i resti erano stati precedentemente alterati. Associati a questo scheletro sono stati trovati resti cremati di una persona di circa 15 o 17 anni di età il cui sesso non è stato identificato.

Secondo Thanya Hernandez Torres, le ossa mantengono colorazioni irregolari, il che rivela che ciascuna parte del corpo è stata cremata a temperature diverse. In questo luogo sono stati trovati anche un paio di paraorecchie di ossidiana in buone condizioni, che indicano che questa persona non era normale, e una figura frammentata che è forse una lucertola che è stata anche esposta al fuoco durante la cremazione.

L'archeologo Julio César Cruzalta lo ha indicato altre due sepolture sono state trovate nel febbraio 2011 situato nella via di Miguel Alemán. Uno di loro corrisponde a una donna di 30 anni che ha mantenuto il cranio completo, mascella, vertebre cervicali, femore, perone, clavicole e costole. La donna era accompagnata da resti di ceramiche, coltelli di ossidiana e una pentola con manico a forma di serpente.

Sono nato a Madrid il 27 agosto 1988 e da allora ho iniziato un lavoro di cui non c'è esempio. Affascinato sia dai numeri che dalle lettere e amante dell'ignoto, ecco perché sono un futuro laureato in Economia e Giornalismo, interessato a comprendere la vita e le forze che l'hanno plasmata. Tutto è più facile, più utile e più emozionante se, guardando al nostro passato, possiamo migliorare il nostro futuro e per questo… Storia.


Video: Come parlano Italiano i Messicani?


Commenti:

  1. Quint

    Improbabilmente!

  2. Kenly

    Devo dirti che questo è un grosso errore.

  3. Karsten

    Da dove prendo la mia nobiltà?



Scrivi un messaggio