Uno scheletro a forma di alieno pone un mistero medico

Uno scheletro a forma di alieno pone un mistero medico


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

UN piccolo scheletro con la testa schiacciata con una qualche forma di alieno trovato nel deserto di Atacama un decennio fa, ha origini terrene, ma i suoi resti rimangono un mistero medico.

Apparentemente quando il esemplare mummificato, alcuni hanno suggerito la possibilità che fosse un alieno che in qualche modo avesse raggiunto la Terra, sebbene i ricercatori non abbiano mai suggerito questa origine soprannaturale. Ora, il test del DNA ha rivelato che l'individuo era in realtà un essere umano di 6-8 anni, sebbene i suoi resti fossero di soli 15 centimetri.

L'investigatore Gary Nolan, professore di microbiologia e immunologia presso la Stanford School of Medicine, e i suoi colleghi hanno analizzato il campione nell'autunno 2012 con fotografie, raggi X e scansioni TC e il loro sequenziamento del DNA. I ricercatori volevano scoprire se i resti soffrivano di qualche disturbo che potesse spiegare la loro scheletro anormale (come se avessi avuto solo 10 costole invece di 12), la sua età esatta, se era nato morto o un bambino con deformità, o se era un essere umano o un primate del Sud America.

I resti hanno anche mostrato deformità craniche e sottosviluppo lieve del viso e della mascella. Il cranio mostrava segni di turricefalia (o sindrome della testa grande), un difetto congenito in cui la parte superiore del cranio è a forma di cono. Il Il sequenziamento del genoma ha rivelato che la creatura era umana, sebbene il 9% dei loro geni non corrispondesse al genoma umano di riferimento. Le discrepanze possono derivare da una serie di fattori, come degrado, elementi di configurazione del laboratorio o dati insufficienti.

Anche la squadra analizzato il DNA mitocondriale per conoscere la sua origine. Gli studi hanno rivelato che l'individuo proviene da Atacama, poiché possiede il tipico aplotipo B2 al largo della costa occidentale del Sud America. I dati dell'allele del DNA mitocondriale mostrano che la madre dell'individuo era "una donna indigena della parte cilena del Sud America", ha scritto Nolan in una e-mail.

La giuria è ancora fuori dal mutazioni che potrebbero causare le deformazioni ei ricercatori non sono sicuri dell'età delle ossa anche se stimano che l'individuo sia morto almeno qualche decennio fa. Inoltre, non hanno trovato alcuna mutazione comunemente associata al nanismo e, se esiste una base genetica per le deformità, ancora "non evidente in questa fase dell'analisi”.

Questa non è la prima volta che la scienza trova resti dall'aspetto alieno. Un team di ricerca ha scoperto resti di teschi a forma di alieno in un cimitero di 1.000 anni in Messico, ma ha rivelato che erano stati deliberatamente deformati illustrando la pratica di deformare il cranio che era comune all'epoca in America centrale.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: AIUTO! STANNO SUCCEDENDO DELLE COSE PAZZESCHE SHOCK eGO Real Horror nella Villa Infestata


Commenti:

  1. Prince

    Direttamente nello scopo

  2. Mads

    Risposta autorevole, divertimento ...

  3. Samuel

    Ci sono alcuni altri svantaggi

  4. Rodel

    SÌ SÌ SÌ! È necessario vedere tutto!



Scrivi un messaggio