Indagano su come un guerriero è sopravvissuto a una ferita mortale

Indagano su come un guerriero è sopravvissuto a una ferita mortale


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Sapere come un guerriero greco sopravvisse dal IV secolo a.C. Dopo una ferita mortale, i medici di Long Island hanno eseguito una radiografia dei resti di questa figura storica.

Anagnostis Agelarakis, professore e direttore di Antropologia all'Università Adelphi, ha trasferito i resti forniti dal Servizio archeologico greco. Dopo il loro studio gli esperti sono giunti alla conclusione che si trattava di un guerriero ferito durante il regno di Filippo II, padre di Alessandro Magno.

Il chirurghi greci non potevano rimuovere una punta di freccia dall'ulna sinistra del guerriero perché avrebbe causato conseguenze peggiori per la ferita. Il guerriero visse con la punta della freccia conficcata nell'osso fino all'età di 58-62 anni. I ricercatori ritengono che sia riuscito a sopravvivere grazie alle cure ricevute.

I resti dell'individuo sono stati trovati nel 1980 durante gli scavi archeologici le cui ossa dopo essere state esaminate saranno restituite al Museo Archeologico di Kavala in Grecia.

Sono nato a Madrid il 27 agosto 1988 e da allora ho iniziato un lavoro di cui non c'è esempio. Affascinato sia dai numeri che dalle lettere e amante dell'ignoto, ecco perché sono un futuro laureato in Economia e Giornalismo, interessato a comprendere la vita e le forze che l'hanno plasmata. Tutto è più facile, più utile e più emozionante se, guardando al nostro passato, possiamo migliorare il nostro futuro e per questo… Storia.


Video: Nel Deserto Come GaaraHypeh


Commenti:

  1. Jenny-Lee

    C'è qualcosa in questo, ed è una buona idea. Ti supporto.

  2. Najora

    Penso che ti sbagli. Scrivimi in PM, comunicheremo.



Scrivi un messaggio