Papa Celestino V non è stato assassinato

Papa Celestino V non è stato assassinato


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Pietro Angeleri di Murrone Nasce in Molise, regione del nord Italia, entrato come monaco nell'ordine benedettino nel 1232, nel monastero di Santa Maria in Faifoli. Fin dall'inizio si è mostrato simile alla purificazione del suo spirito attraverso la privazione dei piaceri materiali e l'astinenza.

Nel 1239 ha deciso di diventare un eremita, e ha localizzato la sua casa in una grotta sul Monte Morrone, dove è rimasto completamente isolato dal mondo per 5 anni.

Dopo si è trasferito in un'altra grotta in una montagna in Abruzzo, dove fondò con due compagni, l'ordine dei Celestini nel 1244.

A quel tempo un vuoto papale esisteva nella chiesa cattolica poiché non vi era consenso su chi dovesse occupare la cattedra di San Pietro. Dopo ardue deliberazioni decisero che la persona migliore per accedere alla posizione fosse Pietro Angeleri, che fu incoronato nella città de L´Aquila. Ha cercato di fuggire dal suo destino fatale, ma non è stato possibile, poiché circa 200.000 persone sono venute sulla montagna dopo aver appreso della sua nomina. Non volle trasferirsi a Roma, come era tradizione papale, e installò la sua sede a Napoli.

È stato chiamato Celestino V, ma il suo pontificato fu brevissimo. Dopo cinque mesi ha deciso che non era disposto ad agire come papa e voleva tornare alla sua precedente vita da eremita. Consultandosi con un esperto di diritto canonico in merito alle sue dimissioni, decise che l'unico modo era creare una legge che gli permettesse di abdicare. Lo ha fatto. Il suo incarico è stato rapidamente occupato dal cardinale Benedetto Caetani, che ha preso il nome di Bonifacio VIII.

Il nuovo papa ha deciso di trasferirsi a Roma, ma il suo desiderio era quello Celestino ti accompagnerà, poiché temeva che i suoi nemici si sarebbero rivelati alla sua ascesa. Dopo il rifiuto di Celestino e il suo fallito tentativo di fuga sul Monte Morrone, fu arrestato e imprigionato nel Castello di Fumone. Mal ha vissuto nella sua tana per dieci mesi, fino alla sua morte.

Fino a poco tempo fa, Si credeva che Celestino fosse stato ucciso con un chiodo alla testa, poiché il suo cranio ha un foro quadrato nella parte anteriore. Ma studi recenti hanno dimostrato che questa ferita è stata conferita allo scheletro anni dopo, quando non c'era più pelle coinvolta. Pertanto, uno dei ladri che hanno profanato i suoi resti nel corso della storia, che sono stati molti, deve aver fatto la fenditura.

Uno dei motivi che probabilmente ha portato alla perforazione del cranio è che è stato scritto nella storia che quest'uomo è stato assassinato e non è morto per morte naturale. Ciò che è evidente è che la sua morte fu indotta da Bonifacio, a causa delle condizioni subumane a cui fu sottoposto durante la sua reclusione.

Quasi laureato in Pubblicità e Pubbliche Relazioni. Ho iniziato ad apprezzare la storia al 2 ° anno di liceo grazie a un bravissimo insegnante che ci ha fatto capire che dobbiamo conoscere il nostro passato per sapere dove ci porta il futuro. Da allora non ho avuto modo di approfondire tutto ciò che la nostra storia ci offre, ma ora posso raccogliere questa preoccupazione e condividerla con voi.


Video: ABRUZZO: I LUOGHI DIMENTICATI DI PAPA CELESTINO


Commenti:

  1. Kekora

    Questa brillante idea è appena incisa

  2. Thaddeus

    Che argomento ammirevole

  3. Diego

    Secondo me non hai ragione. Scrivimi in PM, lo gestiremo.



Scrivi un messaggio