Segreti delle mummie svelati al British Museum

Segreti delle mummie svelati al British Museum

La celebrità dell'antico EgittoTayesmutengebtiu (Tamut), ottenne la migliore mummificazione che il denaro potesse acquistare nel 900 a.C.. In quanto cantante del dio Amon, la bellezza nubile era venerata dai pochi fortunati che venivano a vedere i suoi concerti dal vivo al Tempio di Karnak in Egitto.

3000 anni dopo il segreto di Tamut è stato svelato grazie agli esperti del British Museum, che ha anche svelato le vite di otto mummie della Valle del Nilo utilizzando scansioni TC, immagini 3D e tecnologia all'avanguardia.

Tamut doveva avere circa 40 o 50 anni quando è morto. Era sull'orlo di un infarto o di un ictus perché le sue arterie si erano indurite. Puoi trarre conforto dal fatto che la loro mummificazione sta aiutando a trasformare la nostra comprensione della vita reale degli antichi egizi e dissipare la percezione che Hollywood ha creato che le mummie siano mostri terrificanti.

Sia Tamut che altre mummie sono state trattate con il massimo rispetto e cura dai ricercatori durante il loro trasferimento per effettuare esplorazioni sui loro tessuti, organi e ossa.

Le informazioni rivelate sono state convertite in visualizzazioni 3D con software per computer originariamente progettato per l'ingegneria automobilistica.

I visitatori della mostra potranno fare molto di più che vedere le mummieSaranno in grado di comprendere la loro salute, il loro stile di vita ei segreti della mummificazione. Potranno conoscere la dieta variata degli egiziani, che includeva il peccato, un po 'di carne, birra, pane e datteri. I frutti ricchi di zucchero davano agli egiziani molti problemi dentali, inoltre soffrivano anche di colesterolo alto e malattie cardiache. In effetti, le scansioni hanno mostrato che una delle mummie aveva sofferto di almeno quattro ascessi dentali nella mascella inferiore che avrebbero potuto causarne la morte. "Potrebbero aver causato setticemia o il pus rilasciato potrebbe aver gonfiato la gola e soffocato”.

[Tweet "Le informazioni rivelate dalle mummie sono state convertite in visualizzazioni 3D con software per computer"]

L'imbalsamatore che ha lavorato a questa mummia non ha avuto una buona giornata di lavoro, l'esame del defunto ha rivelato che la spatola che è stata usata per fare leva sul cervello dell'uomo attraverso il naso si è rotta e si è incastrata nella parte posteriore del cranio.

Le scansioni hanno rivelato gioielli sorprendenti sepolti accanto alle mummie. È stato persino scoperto che una donna aveva un tatuaggio intimo sulla parte interna della coscia.

L'utilizzo di stampanti 3D ha permesso agli esperti di ricreare ed esaminare gli amuleti trovati senza disturbare il defunto.

L'intero progetto è stato fantastico e abbiamo imparato molto in pochi mesi"Ha detto il dott. John Taylor, curatore del British Museum. "Abbiamo 120 mummie provenienti dall'Egitto e dal Sudan, la prima delle quali è entrata nella nostra collezione nel 1756. Ora, per la prima volta, possiamo vedere i loro volti, gli oggetti all'interno dei loro involucri, come hanno sistemato i capelli ed esercitano la loro età e le malattie che hanno sofferto”.

Di Tamut hanno scoperto che lo era una donna più anziana di quanto si pensasse in precedenza e che, in effetti, aveva i capelli cortissimi e indossava una parrucca per sembrare più giovane.

«Questi sono i resti delle persone che hanno realmente vissuto e meritano il nostro rispetto e vogliamo che i visitatori facciano collegamenti. Tutto ciò che aiuta a umanizzarli e ad allontanarsi dalla vecchia immagine macabra del film horror è fantastico."Taylor ha detto.

Gli scienziati hanno trovato prove che gli antichi egizi sapevano come riparare le fratture, che usava unguenti per le ustioni e persino alcuni trattamenti antisettici.

Delle altre otto mummie trovate, il nome di alcune di esse è stato specificato attraverso i geroglifici sulle loro tombe. Una delle mummie analizzate era un uomo di nome Padiamene, vissuto intorno al 700 a.C.. Ha lavorato nel tempio come facchino e barbiere, un mestiere importante.

Altre due mummie appartengono a due bambini. Una era una bambina di sette anni di nome Tjayasetimu che ha cantato nel tempio. La sua testa era coperta da un velo ei suoi capelli erano sciolti sulle spalle.

La mummia più moderna è quella di a Donna sudanese tra i 20 ei 35 anni morto intorno all'anno 700.

Il dottor Taylor spera di eseguire la scansione l'intera collezione di mummie nel museo. Solo 25 sono in mostra al pubblico, poiché il resto è troppo fragile.

Madrileno o Cantabrico. Calcolatrice o impulsivo. Sognante o realistico. 23 anni o 12. Calcio o negozi. Giornalismo veritiero: devi conoscere la storia in profondità, è l'unico modo per non commettere gli stessi errori del passato


Video: Benimle British Museum a ve Selfridges e Gelin! VLOG. Londra da Yaşam. Deniz Kömürcü