Vista laterale della USS Phoenix (CL-46), 1939

Vista laterale della USS Phoenix (CL-46), 1939


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Incrociatori leggeri della Marina degli Stati Uniti 1941-45, Mark Stille. Copre le cinque classi di incrociatori leggeri della Marina degli Stati Uniti che sono stati in servizio durante la seconda guerra mondiale, con sezioni sul loro design, armi, radar, esperienza di combattimento. Ben organizzato, con i registri di servizio in tempo di guerra separati dal testo principale, in modo che la storia del design degli incrociatori leggeri scorra bene. Interessante vedere come è stato necessario trovare nuovi ruoli per loro, dopo che altre tecnologie li hanno sostituiti come aerei da ricognizione [leggi la recensione completa]


Ha servito a bordo dell'incrociatore leggero USS Phoenix, durante l'attacco di Pearl Harbor

Miles Carpenter della suddivisione di Park Forrest a Englewood, in Florida, guarda una targa che elenca gli impegni militari a cui l'incrociatore leggero USS Phoenix ha preso parte durante la seconda guerra mondiale. Era un sottufficiale capo nella sala macchine di prua della nave durante la guerra. Foto del sole di Don Moore

"Eravamo ancorati a Pearl a circa 1.000 piedi da Battleship Row quando i giapponesi hanno attaccato", ha ricordato l'ex marinaio di 85 anni. "Siamo partiti in 17 minuti, ma il nostro percorso verso il mare aperto è stato bloccato dalla corazzata West Virginia che era stata silurata e si è lanciata su un banco per evitare di affondare".

Alla fine la Phoenix e altri due incrociatori leggeri fuggirono in mare aperto, ma a quel punto i giapponesi affondarono quasi tutte le corazzate della flotta del Pacifico degli Stati Uniti.

“Tre giorni dopo la nostra nave è tornata a Pearl per scortare a San Francisco tre navi da crociera piene di mogli di ufficiali e prostitute. Abbiamo quasi indossato il nostro binocolo guardando le donne a bordo delle navi da crociera che prendono il sole sul ponte durante il viaggio di ritorno negli Stati Uniti", ha detto il vecchio sale.

Questa è la USS Phoenix in fuga dalla carneficina causata dall'attacco giapponese del 7 dicembre 1941. Foto fornita

“Quando siamo tornati a Pearl Harbor dovevamo scortare cinque navi militari piene di marines al Gen. (Douglas) MacArthur nelle Filippine. Sfortunatamente, i giapponesi stavano vincendo la guerra lì, quindi li abbiamo portati a Melbourne, in Australia.

“Dopo di che abbiamo scortato la USS Langley, la nostra più antica portaerei, a Java con un carico di aerei da combattimento P-40 a bordo della nave. Il Langley è stato affondato poco dopo che l'abbiamo lasciata e si è diretto a Guadalcanal", ha detto Carpenter.

Era il 1943 quando la Fenice ricevette una tregua. Tornò al Philadelphia Navy Yard per il ricondizionamento. Fu lì che durante i tre mesi necessari per riparare l'incrociatore incontrò Jeanne, che avrebbe sposato dopo la guerra.

Carpenter ha tenuto questa foto di Jean, sua moglie di 65 anni, incollata al suo armadietto a bordo dell'incrociatore leggero Phoenix per tutta la seconda guerra mondiale nel Pacifico. Foto fornita

"Le ho scritto per due anni e avevo la sua foto sul mio armadietto", ha detto mentre fumava la pipa con uno sguardo soddisfatto sul viso.

Prima di tornare in guerra nel Pacifico, la Phoenix ha fornito il trasporto al Segretario di Stato Cordell Hull per una conferenza a Casablanca, in Nord Africa.

"Aveva paura di volare", ha detto Carpenter. “Così lo abbiamo portato lì e lo abbiamo riportato negli Stati Uniti. Poi abbiamo salpato per il Pacifico».

Lui e la Fenice sono andati da un'isola all'altra con MacArthur. Carpenter e l'incrociatore hanno preso parte a 25 battaglie, molte delle quali MacArthur è stata coinvolta nel Pacifico. “MacArthur è stato sulla nostra nave in diverse occasioni. Era piuttosto distaccato", ha detto Carpenter. "Ricordo una volta quando era a bordo della USS Nashville, la nostra nave gemella, e Tokyo Rose è arrivata alla radio e ha detto: 'Mac sappiamo su quale nave sei e sei nei guai.'

“Il generale si è trasferito sulla nostra nave quasi immediatamente. Poco tempo dopo i Kamikaze attaccarono la Nashville e uccisero 117 uomini. MacArthur è stato abbastanza intelligente da lasciare Nashville in tempo", ha detto.

Miles e Jean sono raffigurati il ​​giorno del loro matrimonio a Filadelfia poco dopo essere stato dimesso dalla Marina nel settembre 1945. Foto fornita

"La Fenice ha preso parte alla battaglia del Golfo di Leyte, la più grande e ultima battaglia nave-nave della storia", ha detto Carpenter. “Eravamo nella battaglia dello stretto di Surigao che è iniziata verso le 3 del mattino e durante le due ore successive li abbiamo spazzati via completamente. Quando furono più di due corazzate giapponesi, quattro incrociatori e non sapevo quanti cacciatorpediniere nemici fossero stati affondati. Abbiamo perso solo un uomo in un attacco kamikaze durante quella battaglia".

Anche se la guerra era agli sgoccioli, non è stato più facile.

“Abbiamo salvato i sopravvissuti da una nave americana che ha colpito una mina nemica al largo del Borneo. Da lì abbiamo navigato nel Golfo di Leyte e siamo tornati a Manila nelle Filippine", ha detto. “Mi mancava solo essere una trappola esplosiva quando sono sbarcato nelle Filippine per un po' di R e R e ho staccato un adesivo da una scatola di birra giapponese. Dopo che l'ho lasciato è esploso pochi minuti dopo quando qualcuno ha cercato di prendere delle birre dalla scatola.

“Sono stato anche quasi travolto quando ho provato a consegnare un messaggio dalla sala macchine al ponte durante un tifone a 150 mph, ha detto Carpenter. "Quella tempesta mi ha quasi preso."

Quando la guerra finì e tutti i combattimenti furono risolti, il giorno dopo che il colonnello Paul Tibbits sganciò la bomba atomica su Hiroshima da un bombardiere B-29 chiamato per sua madre, Enola Gay, il capo macchinista Mate Carpenter, insieme al resto del dell'equipaggio, si fermò sul ponte della Fenice e sorseggiò brandy da bicchieri di carta per celebrare la loro vittoria.

Poi salpò a casa e sposò Jeanne nel marzo 1946 e vissero felici e contenti. I Carpenters si sono trasferiti in questa zona 44 anni fa.


Le navi a Pearl Harbor, 7 dicembre 1941: una breve storia di ogni nave

Amici del mondo di Padre Steve,

L'attacco a Pearl Harbor è uno dei momenti seminali nella storia degli Stati Uniti dove un tempo la nazione si sollevò come una sola alla sfida di un attacco contro di essa e contro le sue forze armate. Purtroppo, per la maggior parte degli americani oggi, non importa quale sia la loro ideologia politica, il concetto di riunirsi in una crisi è un'idea straniera e forse anche odiosa.

Tuttavia, nel dicembre 1941 la flotta del Pacifico della Marina degli Stati Uniti fu attaccata a Pearl Harbor, la nazione si riunì come mai prima d'ora. La mattina del 7 dicembre 1941 c'erano oltre novanta navi della flotta del Pacifico a Pearl Harbor. Mentre oltre il venti percento di queste navi sono state affondate o danneggiate durante l'attacco, quasi tutte sono tornate in servizio durante la guerra. Allo stesso modo, molte delle navi sopravvissute furono perse in azione durante la guerra. Rimangono solo due navi o imbarcazioni delle navi presenti il ​​7 dicembre 1941, il rimorchiatore USS Hoga e il Coast Guard Cutter USCG Taney che ora è una nave museo a Baltimora, Maryland. Il resto, perso in azione, affondato come bersagli o demolito. Degli uomini valorosi che hanno servito come loro equipaggio durante la guerra ea Pearl Harbor ne rimangono pochissimi. Fanno parte di ciò che ora chiamiamo "La più grande generazione".

Nel 1978 ho avuto l'opportunità di visitare Pearl Harbor e visitare il USS Arizonae Memoriali della USS Utah durante quella che è stata una crociera di quasi tre settimane e una visita a Pearl Harbor mentre era un Navy Junior ROTC Cadet. Non posso dimenticare quell'esperienza, poiché le visite a entrambi i memoriali, situati sopra i relitti delle due navi affondate in cui sono sepolti più di 1000 americani fino ad oggi, hanno lasciato un segno su di me.

Oggi ricordo tutte le navi presenti, dalle più grandi alle più umili, nonché i loro valorosi equipaggi, molti dei quali volontari entrati in servizio poco prima dell'attacco, perché credevano in pericolo la nazione che erano presenti a Pearl Harbor il 7 dicembre 1941. Ricordo anche un governo che pur lacerato da divergenze ideologiche decise di unirsi per far fronte alla minaccia di avanzare nemici ancor prima che prendessero di mira gli Stati Uniti.

Il fatto è che solo due delle navi presenti all'attacco di Pearl Harbor sono ancora a galla e che la stragrande maggioranza dei loro equipaggi è morta. Rimangono pochissimi sopravvissuti a quel giorno di infamia ed è nostro triste compito continuare a ricordare alla nazione e al mondo il prezzo dell'arroganza.

Questa è la storia delle navi che si trovavano a Pearl Harbor quella fatidica mattina del 7 dicembre 1941.

Qualche anno fa ho scritto un pezzo intitolato Le corazzate di Pearl Harbor. L'ho aggiunto e l'ho ripubblicato di recente. L'ho seguito con un articolo intitolato "Dimenticato sul lato opposto di Ford Island: The USS Utah, USS Raleigh, USS Detroit e USS Tangeri.

Ovviamente la maggior parte di quelli che hanno visto sia Tora! Tora! Tora! oR Pearl Harborè a conoscenza dell'attacco a "Battleship Row" e agli aeroporti di Oahu. Ciò che viene spesso trascurato in molti resoconti sono le storie di alcune delle navi meno conosciute che hanno svolto ruoli chiave o sono state danneggiate durante l'attacco. Poiché nessuno degli articoli che ho visto ha discusso di tutte le navi della Marina degli Stati Uniti a Pearl Harbor in quella fatidica mattina, mi sono preso il tempo di elencare tutte le navi ad eccezione del cantiere e delle navi da pattuglia presenti a Pearl Harbor il 7 dicembre, 1941. Ho anche escluso le motovedette della Guardia Costiera a Honolulu. È incluso un breve resoconto del servizio di guerra di ciascuna nave e della disposizione finale. Credo che questo sia l'unico sito che contiene queste informazioni in un unico articolo.

Durante l'attacco furono affondate o danneggiate 18 navi ma solo tre, Arizona, Oklahoma e Utah mai tornato in servizio. Durante la guerra altre 18 navi furono affondate o cancellate come perdite durante la guerra. Tutte le navi perse in guerra sono contrassegnate da un asterisco. Una nave, la USS Castorerimase in servizio attivo fino al 1968 prestando servizio nelle guerre di Corea e Vietnam. Una nave, l'incrociatore leggero Fenicefu affondata nella guerra delle Falkland mentre prestava servizio come nave argentina Generale Belgrano. Nessuna nave della Marina degli Stati Uniti a parte la Yard Tug Hoga(non inclusi in questo articolo) rimangono oggi. È un peccato che la Marina o qualsiasi organizzazione abbia avuto la lungimiranza di salvare una di queste navi. Sarebbe stato opportuno che una delle corazzate sopravvissute alla guerra fosse conservata come nave commemorativa vicino al Memoriale dell'Arizona. Mentre il USS Missouri serve a questo scopo simbolico della fine della guerra, è un peccato che nessuna nave a Pearl Harbor sia stata preservata in modo che le persone potessero vedere da sole come erano queste navi galanti.

corazzate

Nevada (BB-36) Nevadafu l'unica corazzata a prendere il via durante l'attacco. Mentre tentava di fuggire dal porto fu gravemente danneggiata e per evitare che sprofondasse nel canale principale fu arenata al largo di Hospital Point. Sarebbe stata sollevata e restituita al servizio dall'assalto maggio 1943 su Attu. Sarebbe poi tornata nell'Atlantico dove avrebbe preso parte allo sbarco in Normandia al largo di Utah Beach e all'invasione del sud della Francia nel luglio 1944. Poi è tornata nel Pacifico e ha preso parte alle operazioni contro Iwo Jima e Okinawa dove ha nuovamente fornito supporto al fuoco navale. Dopo la guerra sarebbe stata assegnata come bersaglio ai test della bomba atomica sull'atollo di Bikini, sopravvivendo a questi sarebbe stata affondata come bersaglio il 31 luglio 1948. Ha ricevuto 7 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

USS Oklahoma

*Oklahoma (BB-37)Durante l'attacco di Pearl Harbor Oklahomafu colpita da 5 siluri aerei si capovolse e affondò al suo ormeggio con la perdita di 415 tra ufficiali e membri dell'equipaggio. Il suo hulk sarebbe stato sollevato ma non avrebbe mai più visto il servizio e affondò sulla strada per i frangenti nel 1946. Le fu assegnata una stella di battaglia per il suo servizio durante l'attacco.

USS Pennsylvania

Pennsylvania (BB-38) Pennsylvania era l'ammiraglia della flotta del Pacifico il 7 dicembre 1941 ed era in bacino di carenaggio in fase di manutenzione al momento dell'attacco. Colpita da due bombe subì lievi danni e sarebbe entrata in azione all'inizio del 1942. Subì lievi riparazioni e prese parte a numerosi sbarchi anfibi nel Pacifico e fu presente alla battaglia dello Stretto di Surigo. Pesantemente danneggiato da un siluro aereo a Okinawa Pennsylvania sarebbe stato riparato e dopo la guerra utilizzato come bersaglio per i test della bomba atomica. Fu affondata come bersaglio di artiglieria nel 1948. Ha ricevuto 8 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

La USS Arizona prima dell'attacco

*Arizona (BB-39) Arizona fu distrutto durante l'attacco. Colpita da 8 bombe perforanti, una delle quali penetrò nel suo caricatore di polvere nera anteriore, fu consumata in un'esplosione catastrofica che uccise 1103 dei suoi 1400 membri dell'equipaggio. È stata dismessa come una perdita di guerra, ma i suoi colori vengono alzati e abbassati ogni giorno sopra il Memoriale che si trova a cavalcioni del suo scafo rotto. Ha ricevuto una Battle Star per il suo servizio a Pearl Harbor.

Tennessee (BB-43) Tennesseeè stato danneggiato da due bombe ed è stato protetto dai colpi di siluri da Virginia dell'ovest.Dopo le riparazioni, condusse operazioni nel Pacifico fino a quando non si presentò al cantiere navale navale di Puget Sound nell'agosto 1942 per una completa ricostruzione e modernizzazione con le ultime novità in fatto di radar, equipaggiamento antincendio e armamenti antiaerei. Tornò in servizio attivo nel maggio 1943. Fornì supporto Naval Gunfire in numerose operazioni anfibie e fu una nave chiave durante la battaglia dello Stretto di Surigo sparando a salve da sei cannoni per fare un uso attento della sua fornitura limitata di proiettili perforanti, Tennessee ha sparato 69 dei suoi grandi proiettili da 14 pollici prima di controllare il fuoco. I suoi colpi di arma da fuoco hanno aiutato ad affondare le corazzate giapponesi Fuso e Yamishiro e altre navi della Southern Force dell'ammiraglio Nishimura. Fu danneggiata da un Kamikaze al largo di Okinawa il 18 aprile 1945 che uccise 22 persone e ferì 107 del suo equipaggio, ma non la mise fuori combattimento. Il suo incarico finale della guerra era quello di coprire lo sbarco delle truppe di occupazione a Wakayama, in Giappone. Fu dismessa nel 1947 e rimase in riserva fino al 1959, quando fu venduta come rottame. Tennessee ha guadagnato un encomio per l'unità della marina e 10 stelle di battaglia per il servizio nella seconda guerra mondiale.

USS California in transito sul Canale di Panama

California (BB-44) California è stata colpita da due siluri ma ha avuto la sfortuna di avere tutti i suoi principali portelli stagni scardinati in preparazione di un'ispezione. Colpita da due siluri e due bombe affondò agli ormeggi subendo la perdita di 98 morti e 61 feriti. È stata rimessa a galla e ha ricevuto riparazioni temporanee a Pearl Harbor prima di salpare per il cantiere navale navale di Puget Sound per essere completamente ricostruita e modernizzata con le ultime novità in fatto di radar, equipaggiamento antincendio e armamenti antiaerei. Tornò in servizio nel gennaio 1944. Vide la sua prima azione nelle Marianne e rimase in azione continua fino alla fine della guerra. Ha giocato un ruolo importante nella battaglia dello stretto di Surigo e negli sbarchi anfibi a Guam e Tinian, Leyte, Iwo Jima e Okinawa. Fu dismessa nel 1947 e messa in riserva per essere infine venduta come rottame nel 1959. Ha ricevuto 7 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Maryland (BB-45) A Pearl Harbor Maryland era ormeggiato entro bordo dell'Oklahoma ed è stato colpito da 2 bombe. Sarebbe stata rapidamente riparata e restituita all'azione e avrebbe ricevuto un ammodernamento minimo durante la guerra. Avrebbe partecipato alle operazioni durante l'intera campagna del Pacifico fornendo supporto navale con armi da fuoco agli sbarchi a Tarawa, Kwajalein, Saipan, dove è stata danneggiata da un siluro aereo, Palau, Leyte dove è stata danneggiata da un Kamikaze, Okinawa e la corazzata azione nello stretto di Surigo. Dismessa nel 1947 fu messa in riserva e venduta per rottamazione nel 1959. Il 2 giugno 1961 l'onorevole J. Millard Tawes, governatore del Maryland, dedicò un monumento permanente alla memoria della venerabile corazzata e dei suoi combattenti. Costruito in granito e bronzo e incorporando la campana di "Fighting Mary", questo monumento onora una nave e i suoi 258 uomini che hanno dato la vita mentre prestavano servizio a bordo durante la seconda guerra mondiale. Questo monumento si trova sul terreno della State House, Annapolis, Md. Maryland ha ricevuto sette stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

La USS West Virginiaprima della guerra edopo il suo salvataggio ed ricostruzione

Virginia Occidentale (BB-48) Virginia Occidentale ha subito alcuni dei danni peggiori durante l'attacco. Colpita da almeno 5 siluri e due bombe da cui è stata salvata dell'Oklahoma destino dalla rapida azione del suo addetto al controllo dei danni per contrastare l'inondazione in modo che affondasse su una chiglia uniforme. Sarebbe stata allevata, rimessa a galla e riportata sulla costa occidentale per un'ampia modernizzazione su ordine del Tennessee e California. L'ultima corazzata di Pearl Harbor a rientrare in servizio ha recuperato il tempo perduto mentre guidava la linea di battaglia nello stretto di Surigo sparando 16 salve complete allo squadrone giapponese aiutando ad affondare la corazzata giapponese Yamashironell'ultima azione corazzata contro corazzata della storia. Virginia dell'ovestfu dismesso nel 1947, messo in riserva e venduto per essere demolito nel 1959.

Incrociatori pesanti

New Orleans (CA-32) Danni da schegge di poco conto a causa di un incidente mancato. Combattuto durante la guerra nella prua del Pacifico lanciata dal siluro giapponese nella battaglia di Trassafaronga nel novembre 1942, riparato. 17 stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale, dismesse nel 1947 e vendute come rottame nel 1957.

USS San Francisco CA-38

San Francisco (CA-38Integro a Pearl Harbor, combattuto durante la guerra del Pacifico, più noto per le azioni nella battaglia navale di Guadalcanal contro la corazzata giapponese ciao. Dismesso nel 1946 e venduto per essere demolito nel 1959. San Francisco ha guadagnato 17 stelle di battaglia durante la seconda guerra mondiale. Per la sua partecipazione alla battaglia navale di Guadalcanal, è stata insignita della Presidential Unit Citation. Per la stessa azione, tre membri del suo equipaggio sono stati insigniti della Medal of Honor: il tenente comandante Herbert E. Schonland, il tenente comandante Bruce McCandless e il compagno di prima classe di Boatswain Reinhardt J. Keppler (postumo). L'ammiraglio Daniel Callaghan è stato anche insignito della Medal of Honor (postuma). Durante la riparazione del novembre 1942 a Mare Island, fu necessario ricostruire ampiamente il ponte. Le ali del ponte sono state rimosse come parte di quella riparazione e ora sono montate su un promontorio a Lands End, a San Francisco, nell'area ricreativa nazionale del Golden Gate che si affaccia sull'Oceano Pacifico. Sono impostati sul percorso del grande cerchio da San Francisco a Guadalcanal. La vecchia campana della nave è conservata al Marines Memorial Club di San Francisco.

Incrociatori leggeri

Raleigh (CL-7) Pesantemente danneggiato da siluri, riparato servito durante la guerra principalmente nel Nord Pacifico. Dismesso nel 1945 e demolito nel 1946

Detroit (CL-8) Integro ed è partito durante l'attacco. Principalmente servito nel Pacifico settentrionale e in servizio convoglio guadagnando 6 stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale, dismesso e venduto come rottame 1946

USS Phoenix

L'incrociatore della marina argentina General Belgrano, l'ex USS Phoenix che affonda durante la battaglia delle Falkland 1982

Fenice (CL-46) Indenne a Pearl Harbor e servì durante la guerra e nella battaglia dello stretto di Surigo aiutò ad affondare la corazzata giapponese Fuso. Ha guadagnato 9 stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.Dismesso 1946 e trasferito in Argentina 1951. Servito come Generale Belgranoe affondato dal sottomarino HMS Conqueror il 2 maggio 1982 durante la guerra delle Falkland.

Honolulu (CL-48) Ha subito lievi danni allo scafo a causa di un incidente mancato. Ha servito nel Pacifico e ha combattuto diversi scontri contro le forze di superficie giapponesi nelle Salomone. Nella battaglia di Kolombangara nella notte del 12-13 luglio 1943 fu danneggiata da un siluro ma affondò l'incrociatore leggero giapponese Jintsu. Guadagnate 9 stelle di battaglia per il servizio durante la seconda guerra mondiale, dismesse nel 1947 e vendute come rottame nel 1949

USS St. Louis

St. Louis (CL-49) St. Louisha preso il via alle 09:30 quasi silurato dal sottomarino nano giapponese. Ha servito durante la guerra in numerose operazioni ed è stata danneggiata nella battaglia di Kolombangara. Ha guadagnato 11 stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale. Ha dismesso 1946 e si è trasferita in Brasile dove è stata ribattezzata Tamandare colpita nel 1976 venduta come rottame nel 1980 ma affondata mentre veniva rimorchiata a Taiwan.

*Elena (CL-50) Danneggiato e riparato. Impegnata in molte battaglie intorno alle Isole Salomone dove nella battaglia di Cape Esperance a Guadalcanal affondò l'incrociatore pesante giapponese Furutakae distruttore Fubiki.Fu impegnata durante la battaglia navale di Guadalcanal e fu affondata nella battaglia del Golfo di Kula il 6 luglio 1943. Fu la prima nave a ricevere l'onorificenza dell'unità navale e ricevette 7 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Allen (DD-66)Illeso durante l'attacco ha trascorso la guerra nelle operazioni locali nell'area di Oahu. Dismesso nel 1945 e demolito nel 1946

Schley (DD-103) Essendo stato revisionato il 7 dicembre è rimasto intatto in attacco. Convertito in trasporto ad alta velocità (APD) nel 1942, ha guadagnato 11 stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale e dismesso nel 1945 e demolito nel 1946

Masticare (DD-106)Intatto durante l'attacco e ha condotto operazioni locali nelle operazioni di Oahu per il resto o la guerra, dismesso nel 1945 e demolito nel 1946.

* Reparto (DD-139) reparto era in corso di pattugliamento all'ingresso del Canale di Pearl Harbor il 7 dicembre, affondò il sottomarino nano giapponese. Convertito in APD nel 1943 e servito in numerose operazioni prima di essere pesantemente danneggiato dai bombardieri giapponesi a Ormoc Bay al largo di Leyte nel dicembre 1944, iniziando incendi che non potevano essere controllati. È stata affondata da USS O'Brien (DD-725) dopo che i sopravvissuti sono stati salvati. Per uno strano scherzo del destino il C.O. di O'Brien LCDR Outerbridge che aveva comandato reparto quando affondò il sottomarino giapponese a Pearl Harbor. repartoguadagnato 10 stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

Dewey (DD-349) Essendo stato revisionato il 7 dicembre, Dewey servì per tutta la guerra guadagnando 13 Battle Stars scortando portaerei, convogli e supportando operazioni anfibie. Dismesso nell'ottobre 1945 e venduto come rottame 1946

Farragut (DD-348) Partito durante l'attacco ha subito lievi danni da mitragliamento. Durante la guerra operò dalle Aleutine al Pacifico meridionale e centrale, scortando portaerei e supportando operazioni anfibie. Ha guadagnato 14 stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale. Dismesso nel 1945 e venduto come rottame nel 1947

* Scafo (DD-350) Indenne a Pearl Harbor, ha operato dalle Aleutine al Pacifico meridionale e centrale, scortando portaerei e supportando operazioni anfibie. Ha guadagnato 10 stelle di battaglia prima di affondare in "Halsey's Typhoon" il 18 dicembre 1944.

MacDonough (DD-351) MacDonough ha preso il via durante l'attacco e non ha subito danni, durante la guerra ha prestato servizio nel Pacifico settentrionale e centrale scortando portaerei e supportando operazioni anfibie. Ha guadagnato 13 Battle Star per il suo servizio durante la Seconda Guerra Mondiale. Dismesso nell'ottobre 1945 e venduto come rottame 1946

*Parola (DD-352) parole ha preso il via durante l'attacco ed è andato in mare con navi alla ricerca di forze d'attacco giapponesi. Ha servito a Midway e nel Pacifico meridionale prima di essere trasferita alle Aleutine dove si è arenata su un pinnacolo a causa dei venti e delle correnti a Constantine Harbour Amchitka Island il 12 gennaio 193, si è sciolta nel surf ed è stata cancellata come una perdita totale. paroleè stata premiata con 4 stelle di battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale.

Dale (DD-353) Dale iniziò immediatamente sotto il comando del suo Command Duty Officer, un Ensign e si unì alle navi alla ricerca di una forza d'attacco giapponese. Durante la guerra prestò servizio nel Pacifico settentrionale e centrale e prese parte alla battaglia delle isole Komandorski il 26 marzo 1943. Guadagnò 12 stelle di battaglia per il servizio nella seconda guerra mondiale, dismesso nell'ottobre 1945 e venduto per essere demolito nel dicembre 1946.

*Monaghan (DD-354) Monaghanera il cacciatorpediniere Ready il 7 dicembre e ordinò la partenza quando Ward affondò il sottomarino nano. All'uscita dal porto speronò, caricò in profondità e affondò un sottomarino nano giapponese che era entrato a Pearl Harbor. Partecipò alle operazioni del Mar dei Coralli, delle Midway, delle Aleutine, della battaglia delle isole Komandorski e del Pacifico centrale prima di affondare con la perdita di tutti tranne 6 membri dell'equipaggio durante il grande tifone del novembre 1944 che affondava il 17 novembre. Ha ricevuto 12 Battle Star per il suo servizio durante la Seconda Guerra Mondiale.

Aylwin (DD-355)Ha preso il via entro un'ora dall'inizio dell'attacco con il 50% del suo equipaggio e quattro ufficiali, tutti i guardiamarina che la presidiavano lasciando il suo comandante e altri dietro in una lancia poiché era sotto l'ordine di non fermarsi per nulla. Questo incidente è stato catturato nel film In pericolo. Durante la guerra Aylwin ha visto l'azione a Coral Sea, Midway, Guadalcanal, le Aleutine e il Pacifico centrale fino a Okinawa e grazie all'azione del suo equipaggio è sopravvissuta al grande tifone del novembre 1944. Ha guadagnato 13 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale ed è stata dismessa in Ottobre 1945. Venduta per rottamazione nel dicembre 1946.

USS Selfridge

Selfridge (DD-357) Equipaggiato da un equipaggio di 7 diverse navi, Selfridge partì alle 1300 e rimase illeso durante l'attacco. Durante la guerra servì principalmente come scorta ai vettori e ai trasporti. Silurata da un cacciatorpediniere giapponese e perse la prua nella battaglia di Vella Lavella il 6 ottobre 1942. Riparata e finita la guerra. Guadagnato 4 stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale ed è stato dismesso nell'ottobre 1945 e venduto come rottame nel dicembre 1946.

Phelps (DD-360) Indenne a Pearl Harbor Phelps è stato accreditato di aver abbattuto un aereo nemico. Era in azione a Coral Sea, Midway, Guadalcanal, le Aleutine e il Pacifico centrale raccogliendo 12 stelle da battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale. Dismesso nell'ottobre 1945 e demolito nel 1947.

Cummings (DD-365)Ha subito lievi danni dai frammenti della bomba, ma è partito rapidamente. Durante la guerra prestò servizio nella scorta di convogli, con task force di portaerei veloci e fornì supporto navale al fuoco di arma da fuoco dalle Aleutine all'Oceano Indiano, dove operò con la Royal Navy. Il 12 agosto 1944, il presidente Roosevelt trasmise un discorso a livello nazionale dal castello di Cummings dopo un viaggio in Alaska. Cummings fu dismesso nel dicembre 1945 e venduto come rottame nel 1947.

*Reid (DD-369) Intatto a Pearl Harbor Reidscortò convogli e operazioni anfibie in tutto il Pacifico fino a quando fu affondata dai Kamikaze a Ormoc Bay nelle Filippine l'11 dicembre 1944. Il 31 agosto 1942 affondò a colpi di arma da fuoco il sottomarino giapponese RO-1 al largo di Adak Alaska. Ha ricevuto 7 stelle di battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale.

Custodia (DD-370) Intatto a Pearl Harbor Casoscortò le task force delle portaerei veloci per gran parte della guerra e condusse operazioni di guerra antisommergibile e supporto navale al fuoco. Affondò un sottomarino Midget fuori dall'ancoraggio della flotta a Ulithi il 20 novembre 1944 e un trasporto giapponese al largo di Iwo Jima il 24 dicembre 1944. Ha guadagnato 7 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale ed è stata dismessa nel dicembre 1945 e venduta per essere rottamata nel dicembre 1947 .

Conyngham (DD-371)Illesa durante l'attacco era in corso quel pomeriggio. Trascorse la maggior parte della guerra come scorta ai convogli, scortando le task force delle portaerei e conducendo missioni di supporto navale al fuoco di arma da fuoco, fu danneggiata due volte dal mitragliamento di aerei giapponesi e guadagnò 14 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale. Utilizzato nei test della bomba atomica del 1946 e distrutto da un affondamento nel 1948.

Cassin (DD-372) Distrutto in bacino di carenaggio ma recuperato tornato in servizio nel 1944 scortando convogli e TG 38.1 la Battle Force della flotta nel Golfo di Leyte oltre a supportare operazioni anfibie. Ha guadagnato 6 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale. Dismesso nel dicembre 1945 e venduto come rottame 1947

Shaw (DD-373) Ha subito enormi danni a causa dell'esplosione del caricatore, recuperato e riparato servito durante la guerra e assegnato 11 stelle di battaglia. Danneggiato da bombardieri in picchiata giapponesi al largo di Cape Gloucester il 25 dicembre 1943 con la perdita di 3 morti e 33 feriti. Dismesso nell'ottobre 1945 e demolito nel 1947

*Tucker (DD-374) Intatto a Pearl Harbor Tuckercondusse operazioni di scorta ai convogli e fu affondata quando colpì una mina che scortava un trasporto a Espiritu Santo il 1 agosto 1942 affondando il 4 agosto. Ha ricevuto una stella della battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Downes (DD-375) Distrutto in bacino di carenaggio e recuperato. Dismesso nel giugno 1942, ricostruito e rimesso in servizio nel 1943. Dopo essere stato rimesso in servizio e utilizzato per scortare i convogli e condurre il supporto di fuoco navale alle operazioni anfibie. Ha guadagnato 4 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale. Dismesso nel 1947 e venduto come rottame.

USS Bagley

Bagley (DD-386) Indenne a Pearl Harbor Bagley condusse operazioni di scorta ai convogli e sostenne gli sbarchi anfibi in tutto il Pacifico guadagnando 1 Battle Stars pose fine alla guerra in servizio di occupazione nell'area di Sasebo-Nagasaki fino al ritorno negli Stati Uniti. Ha guadagnato 12 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale ed è stata dismessa nel giugno 1946 e venduta per essere demolita nell'ottobre 1947.

*Blu (DD-387) Blu rimase illeso e prese il via durante l'attacco sotto la direzione di 4 Alfieri. Prestò servizio di scorta ai convogli, presente alla battaglia dell'isola di Savo il 9 agosto 192 e fu silurato al largo di Guadalcanal dal cacciatorpediniere giapponese Kawakaze il 21 agosto e fu affondato il 22 agosto. Ha guadagnato cinque stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Elmo (DD-388) Timoneera in corso, vicino a West Loch al momento dell'attacco. Helm prestò servizio nelle Isole Salomone e nel Pacifico meridionale fino al 19 febbraio. Nel maggio 1944 si unì alle task force di portaerei veloci della 5a flotta. Il 28 ottobre nel Golfo di Leyte 28 ottobre 1944 Helm e il compagno cacciatorpediniere Gridley fecero affondare il sottomarino giapponese I-46 . È stata utilizzata come bersaglio durante l'operazione Crossroads e demolita nel 1946. Ha ricevuto 11 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Mugford (DD-389) Mugford era in stato di attesa e aveva vapore che le ha permesso di prendere il mare durante l'attacco in cui ha abbattuto gli aerei giapponesi. Trascorse gran parte del 1942 in servizio di convoglio tra gli Stati Uniti e l'Australia. Ha preso parte all'invasione di Guadalcanal ed è stata colpita da una bomba che ha ucciso 8 uomini, ne ha feriti 17 e ha lasciato 10 dispersi in azione. Avrebbe continuato a servire nel Pacifico centrale e meridionale danneggiata da un incidente mancato da una bomba il 25 dicembre al largo di Cape Gloucester ed è stata bloccata da un Kamikaze il 5 dicembre 1944 nello stretto di Surigo. Ha scortato le portaerei veloci di TF 8 e 58 e in seguito ha prestato servizio di picchetto antisommergibile e radar. Ha dismesso il 1946 ed è stata utilizzata nei test della bomba atomica e dopo l'uso come nave di prova per la decontaminazione radioattiva è stata affondata il 22 marzo 1948 a Kwajalein. Ha ricevuto 7 stelle di battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale.

Ralph Talbot (DD-390) Ralph Talbotha preso il via entro le 09:00 della mattina dell'attacco e si è unito ad altre navi in ​​mare nel tentativo di trovare la forza d'attacco giapponese. Trascorse gran parte del 1942 impegnata in compiti di scorta e prese parte alla battaglia dell'isola di Savo, dove ingaggiò i giapponesi come parte del Gruppo settentrionale e fu danneggiata dai proiettili giapponesi. Ha trascorso la guerra nel Pacifico meridionale e centrale scortando convogli e supportando operazioni anfibie ed è stata danneggiata da un Kamikaze al largo di Okinawa. Rimase in servizio fino al 1946, quando fu assegnata al JTF-1 e al test della bomba atomica di Operations Crossroads. È sopravvissuta all'esplosione ed è stata affondata nel 198. Ha guadagnato 12 Battle Stars per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

*Henley (DD-391) Illeso a Pearl Harbor Henley era già al quartier generale quando iniziò l'attacco perché un nuovo marinaio suonò l'allarme del quartier generale invece di Quarters for Muster. Di conseguenza le sue armi erano equipaggiate. Ha preso il via durante l'attacco sotto il comando di un tenente junior e si è unita ad altre navi di pattuglia al di fuori di Pearl Harbor. Henley effettuò pattuglie di convogli e antisommergibile principalmente intorno all'Australia continuando quei compiti attraverso la campagna di Guadalcanal. Fu silurata e affondata dai bombardieri giapponesi il 3 ottobre 1943 mentre conduceva una perlustrazione a sostegno delle truppe a terra vicino a Finshafen, Nuova Guinea. Henley ha guadagnato 4 stelle di battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale.

Patterson (DD-392) Patterson è rimasto illeso durante l'attacco e ha proceduto in mare conducendo pattuglie di guerra antisommergibile. Avrebbe trascorso la maggior parte della guerra come scorta per task force di portaerei veloci. Era con il gruppo meridionale durante la battaglia dell'isola di Savo e ha subito un colpo sul suo cannone n. 4 che ha ucciso 10 marinai. Ha ricevuto 13 Battle Stars per il suo servizio durante la Seconda Guerra Mondiale. Dismessa nel novembre 1945, fu cancellata dal registro navale delle navi nel 1947 e venduta per essere demolita.

*Jarvis (DD-393) Jarvis sopravvisse indenne a Pearl Harbor e partì per unirsi ad altre navi in ​​pattuglie intorno a Oahu. Ha servito come scorta per vettori e convogli e l'invasione di Guadalcanal. È stata gravemente danneggiata da un siluro lanciato da un aereo durante gli atterraggi, ma il suo equipaggio ha effettuato riparazioni temporanee e ripristinato l'alimentazione. Le è stato ordinato di Efate New Hebrides ma evidentemente ignara dell'ordine che il suo comandante è salpato per Sidney Australian e le riparazioni dal Destroyer Tender USS Dobbin. Passò a sud dell'isola di Savo quando l'incrociatore giapponese si avvicinò e rifiutò l'assistenza per il USS Blue. Fu vista per l'ultima volta la mattina del 9 agosto 1942 da un aereo da ricognizione di Saratoga. Già pesantemente danneggiato e con poca velocità, nessuna comunicazione radio e pochi cannoni utilizzabili fu attaccato da una forza di 31 bombardieri giapponesi che affondarono con tutto l'equipaggio alle 1300 del 9 agosto. Jarvis è stata premiata con 3 stelle di battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale.

USS Narwhal

Narvalo (SS-167) Narvalo era uno di una classe di tre grandi sottomarini incrociatori costruiti a metà degli anni '20. Narvalo aveva 14 anni al momento dell'attacco. Non è stata danneggiata a Pearl Harbor ed è stata utilizzata principalmente per supportare missioni speciali e forze operative speciali nei raid contro le installazioni costiere giapponesi. Narvalo ha guadagnato 15 stelle di battaglia per il suo servizio nel Pacifico ed è stata dismessa nel febbraio 1945 e venduta per essere rottamata a maggio. I suoi cannoni da 6 pollici sono custoditi presso la base sottomarina navale di Groton.

Delfino (SS-169) Indenne nell'attacco a Pearl Harbor, la Dolphin fece 3 pattuglie di guerra tra la fine del 1941 e l'inizio del 1942 prima di essere ritirata dal servizio di combattimento e utilizzata per l'addestramento a causa della sua età. È stata dismessa nell'ottobre 1945 e venduta per essere demolita nel 1946. Ha ricevuto 2 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Cachalot (SS-170) Integro a Pearl Harbor, Cachalot condusse tre pattuglie di guerra danneggiando una petroliera nemica prima di essere ritirato dal servizio di combattimento nell'autunno del 1942, essendo giudicato troppo vecchio per un arduo servizio di combattimento. Ha servito come nave scuola fino al giugno 1945 ed è stata dismessa nell'ottobre 1945 e venduta come rottame nel gennaio 1947. Ha ricevuto 3 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Tautog (SS-199) Tautogrimase illesa a Pearl Harbor e fece pagare ai giapponesi per non averla affondata. Ha aiutato a vendicare l'attacco di Pearl Harbor affondando 26 navi nemiche di 71.900 tonnellate compresi i sottomarini RO-30 e I-28 e distruttori isonome e Shirakumoin 13 pattuglie di guerra. Fu ritirata dal servizio di combattimento nell'aprile 1945 e prestò servizio e operò in collaborazione con il Dipartimento di ricerca sulla guerra dell'Università della California nella sperimentazione di nuove attrezzature che aveva sviluppato per migliorare la sicurezza dei sottomarini. Fu dismessa nel dicembre 1945. Risparmiata dai test della bomba atomica, servì come nave scuola di riserva immobile nei Grandi Laghi fino al 1957 e fu demolita nel 1960. Tautogha ricevuto 14 stelle di battaglia e un encomio di unità navale per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Oglala (CM-4)Affondato a causa di una commozione cerebrale da un siluro colpito Helena. Sollevato e riparato, convertito in nave da riparazione a combustione interna. Dismesso 1946 trasferito alla custodia della Commissione marittima e demolito 1965

dragamine

Turchia (AM-13) Illesa a Pearl Harbor, è stata rinominata Fleet Tug nel 1942. È stata ritirata dal servizio nel novembre 1945 e venduta per essere demolita nel 1946. Ha ricevuto una stella da battaglia per il suo servizio a Pearl Harbor.

Bobolink (AM-20) Integro a Pearl Harbor e rinominato Ocean Going Tug nel 1942. Dismesso dal servizio nel 1946 e venduto tramite l'amministrazione marittima. Ha ricevuto una Battle Star per il suo servizio a Pearl Harbor.

Ferrovia (AM-26) Integro a Pearl Harbor Rail è stato ridisegnato come Ocean Going Tug nel giugno 1942. Ha sostenuto le operazioni in tutto il Pacifico guadagnando 6 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale. Fu dismessa nel 1946 e trasferita all'Amministrazione marittima per lo smaltimento nel 1947.

Sterna (AM-31) Integro nell'attacco Terna fu ridisegnato come Ocean Going Tug nel giugno 1942 e supportò la flotta per il resto della guerra. Fu ritirata dal servizio e cancellata dalla Navy List nel dicembre 1945. Si guadagnò una Battle Star per il suo servizio a Pearl Harbor.

*Svasso (AM-43) Intatto a Pearl Harbor svassofu rinominato Ocean Going Tug nel giugno 1942. Il 6 dicembre 1942 svasso a terra durante il tentativo di galleggiare SS Thomas A. Edison a Vuanta Vatoa, Isole Fiji. Le operazioni di salvataggio furono interrotte da un uragano che distrusse entrambe le navi il 1-2 gennaio 1943.

Vireo (AM-52) Indenne a Pearl Harbor Vireo è stato designato un rimorchiatore oceanico nel maggio 1942. Nella battaglia di Midway stava assistendo USS Yorktown CV-5quando quella nave fu silurata da un sottomarino giapponese e affondata. Fu danneggiata in un attacco aereo giapponese al largo di Guadalcanal il 15 ottobre 1942, abbandonata ma recuperata dalle forze statunitensi e riparata a supporto delle unità della flotta danneggiate. Fu dismessa nel 1946 e ceduta dall'Amministrazione Marittima nel 1947. La sua destinazione finale è sconosciuta. Ha ricevuto 7 stelle di battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale.

dragamine costiere

Cacatua (AMC-8) Intatto a Pearl Harbor Cacatuaoperato nel 14 ° distretto navale da Pearl Harbor durante la guerra. Fu trasferita alla Commissione Marittima il 23 settembre 1946.

Crossbill (AMC-9)Illesa durante l'attacco ha operato in uno stato in servizio annessa al 14 ° distretto navale dal 1941 al 1947.

Condor (AMC-14) Indenne nell'attacco ha operato nelle isole Hawaii durante la seconda guerra mondiale. Messa fuori servizio il 17 gennaio 1946, fu trasferita alla Commissione Marittima per lo smaltimento il 24 luglio 1946.

Reedbird (AMC-30) Indenne durante l'attacco ha operato nelle acque hawaiane durante la seconda guerra mondiale. Quindi ordinato inattivato, uccello canna tornò a San Diego dove fu spogliata e messa fuori servizio il 14 gennaio 1946. Il suo nome fu cancellato dall'elenco della Marina il 7 febbraio 1946 e l'8 novembre 1946 fu consegnata alla Commissione Marittima per lo smaltimento.

Posamine Leggeri (Nota: tutte queste navi erano cacciatorpediniere "four piper" dell'era della prima guerra mondiale convertiti in navi Mine Warfare negli anni '20 e '30)

*Scommessa (DM-15) Scommessa rimase intatto a Pearl Harbor e servì in tutto il Pacifico. Il 29 agosto 1942 affondò sottomarino giapponese I-123 vicino a Guadalcanal. Il 6 maggio 1943 mina lo stretto di Blackett con le sue sorelle USS Preble e USS Breese. Nella notte tra il 7 e l'8 maggio una forza di cacciatorpediniere giapponesi è entrata nel campo minato, una delle quali Kurashio, è andato giù e altri due Oyashio e Kagerosono stati affondati da aerei alleati il ​​giorno successivo. L'affondamento di Kagero fornì una misura di vendetta poiché quella nave faceva parte del gruppo giapponese Carrier Strike che attaccò Pearl Harbor. Il 18 febbraio 1945 Gioco d'azzardo è stato danneggiato da due bombe mentre operava al largo di Iwo Jima. Gravemente danneggiata fu rimorchiata a Saipan ma il salvataggio fu impossibile e fu dismessa e affondata al largo di Apra Harbour Guam il 16 luglio 1945. Le furono assegnate 7 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Ramsay (DM-16) Ramsey ha preso il via durante l'attacco e ha lanciato bombe di profondità nelle vicinanze di quello che si credeva fosse un sottomarino nano. Ha servito nelle Isole Salomone e nelle Aleutine ed è stata ridesignata come Ausiliare Varie (AG-98) nel 1944 operante intorno a Pearl Harbor. Fu dismessa nell'ottobre 1945 e demolita nel 1946. Ha ricevuto 3 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

*Montgomery (DM-17) Integro nell'attacco Montgomerycondotto operazioni ASW sulla scia dell'attacco. Ha operato in tutto il Pacifico fino a quando non è stata danneggiata da una mina mentre era ancorata al largo di Ngulu il 17 ottobre 1944. È stata dismessa il 23 aprile 1945 e venduta per essere demolita nel 1946. Ha ricevuto 4 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Breese (DM-18) Breese prese il via durante l'attacco e aiutò ad affondare un sottomarino nano. È stata impegnata durante la guerra nel Pacifico e ha operato con Gioco d'azzardo e Preble per minare lo stretto di Blackett nel maggio 1943, operazione che portò all'affondamento di 3 cacciatorpediniere giapponesi. Fu dismessa e venduta per essere demolita nel 1946. Le furono assegnate 10 Battle Stars per il suo servizio durante la Seconda Guerra Mondiale

Tracy (DM-19) Tracy era in fase di revisione durante l'attacco e tutti i macchinari e gli armamenti furono smontati. Dopo la revisione ha operato in tutto il Pacifico e nel febbraio 1943 Tracy, in qualità di capogruppo, ha guidato Montgomery (DM-17) e Preble (DM-20) nella posa di un campo di 300 mine tra Doma Reef e Cape Esperance. Quella notte, cacciatorpediniere giapponese Makigumo ha colpito una di queste mine ed è stata danneggiata così gravemente che è stata affondata. Tracy è stata dismessa e demolita nel 1946. Ha ricevuto 7 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale

Preble (DM-20) Preble era in fase di revisione il 7 dicembre e non ha preso parte all'azione. Durante la guerra ha operato in tutto il Pacifico e in compagnia di Gioco d'azzardo e Breeseha posto un campo minato il 6 maggio 1943 che ha provocato l'affondamento di 3 cacciatorpediniere giapponesi. Fu ridisegnata come Ausiliare Varie (AG-99) e fu regolata per convogliare compiti di scorta fino alla fine della guerra. Fu dismessa nel dicembre 1945 e venduta per essere demolita nel 1946. Le furono assegnate 8 stelle di battaglia per il servizio durante la seconda guerra mondiale.

Sicard (DM-21) Sicard era in fase di revisione presso il Cantiere Navale durante l'attacco. Durante la guerra servì principalmente come scorta ai convogli e in alcune operazioni di posa di mine. Fu riclassificata come ausiliaria mista, AG-100, in vigore dal 5 giugno 1945, dismessa nel dicembre 1945 e venduta per essere demolita nel 1946. Le furono assegnate 2 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Pruitt (DM-22)Pruitt fu revisionato durante l'attacco e prestò servizio in tutto il Pacifico durante la guerra. Fu riclassificata come ausiliaria mista, AG-101, in vigore dal 5 giugno 1945, dismessa a novembre e cancellata dall'elenco della Marina nel dicembre 1945 per essere demolita al cantiere navale di Filadelfia. Ha ricevuto 3 stelle di battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale.

Dragamine ad alta velocità (Nota: tutte queste navi erano cacciatorpediniere "four piper" dell'era della prima guerra mondiale convertiti in navi Mine Warfare negli anni '20 e '30)

Zane (DMS-14)Intatto a Pearl Harbor Zane vide molto servizio nel Pacifico meridionale e centrale durante la seconda guerra mondiale. Ha condotto operazioni di dragaggio, scorta di convogli e ASW da Pearl Harbor alla campagna delle Marianne. Fu danneggiata in uno scontro a fuoco con i cacciatorpediniere giapponesi a Guadalcanal nel 1942. Dopo l'invasione di Guam fu riassegnata a compiti di rimorchio mirati. Riclassificato da dragamine ad alta velocità a ausiliario vario, AG-109, il 5 giugno 1945 fu dismesso nel dicembre 1945 e venduto come rottame nel 1946. Le furono assegnate 6 stelle di battaglia e un encomio di unità navale per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

*Wasmuth (DMS-15) Wasmuthrimase intatto durante l'attacco e trascorse il 1942 svolgendo compiti di pattugliamento e scorta di convogli nelle Aleutine e nella costa occidentale. Il 27 dicembre 1942, mentre scortava un convoglio in mare grosso, due delle sue bombe di profondità furono strappate dalle loro rastrelliere ed esplosero sotto la sua coda a ventaglio che si staccava dalla sua poppa. Nonostante i tentativi di riparazione, il suo equipaggio fu evacuato e affondò il 29 dicembre 1942. Le fu assegnata una Battle Star per il suo servizio a Pearl Harbor.

Trever (DMS-16) trever ha preso il via durante l'attacco senza il suo comandante. Durante la guerra ha visto un ampio servizio. Nel 1945 fu regolata per l'addestramento e le operazioni locali intorno a Pearl Harbor. Il 4 giugno 1945, fu riclassificata come ausiliaria varia e designata come AG-110 e dismessa nel dicembre 1945 e venduta per la demolizione nel 1946. Ha ricevuto 5 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

*Perry (DMS-17) Perry ha preso il via durante l'attacco e non ha subito danni. Durante la guerra si impegnò in numerosi lavori di dragaggio e scorta. Colpì una mina durante l'invasione di Peleliu al largo dell'isola della Florida e affondò il 6 settembre 1944. Le furono assegnate 6 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

USS Sacramento

Sacramento (PG-19) Gli anziani Sacramento è rimasto illeso durante l'attacco e ha partecipato alle operazioni di salvataggio e salvataggio dopo l'attacco. Durante la guerra ha servito come tender per PT Boats e nave di soccorso aereo marittimo. Sacramento fu dismesso il 6 febbraio 1946 a Suisun Bay, in California, e contemporaneamente trasferito alla War Shipping Administration per lo smaltimento. Fu ceduta il 23 agosto 1947 per servizio mercantile, operando inizialmente all'anagrafe italiana come Fermina. Ha ricevuto una Battle Star per il suo servizio a Pearl Harbor.

Tender del cacciatorpediniere

USS Dobbin con USS Lawrence e altri tre cacciatorpediniere

Dobbin (AD-3) dobbin ha ricevuto lievi danni da un'esplosione di una bomba a fianco della quale ha ucciso 2 membri dell'equipaggio. Durante la guerra avrebbe prestato servizio nel Pacifico meridionale supportando gli squadroni di cacciatorpediniere della flotta del Pacifico. Fu ritirata dal servizio e trasferita all'amministrazione marittima nel 1946. Le fu assegnata una Battle Star per il suo servizio a Pearl Harbor.

Whitney (AD-4) Whitney era ormeggiata con un nido di cacciatorpediniere durante l'attacco e li ha aiutati a prepararsi per il mare durante l'attacco fornendo rifornimenti e munizioni per aiutarli a prendere il largo. I suoi marinai hanno aiutato nelle operazioni di riparazione e salvataggio su diverse navi durante e dopo l'attacco. Avrebbe fornito un supporto vitale agli squadroni di cacciatorpediniere durante la guerra e avrebbe prestato servizio fino al 1946, quando fu dismessa e trasferita all'amministrazione marittima e demolita nel 1948. Ha ricevuto una stella di battaglia per il suo servizio a Pearl Harbor.

Offerte idrovolanti

Curtiss (AV-4) Danneggiato da una bomba e riparato. Ha servito per tutta la guerra ed è stata danneggiata da un Kamikaze nel 1945 mentre operava al largo di Okinawa. Riparata terminò la guerra e servì in servizio attivo fino al 1956 quando fu dismessa e messa in riserva. È stata demolita nel 1972. Curtiss ha ricevuto 7 stelle di battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale.

Tangeri (AV-8) Ormeggiata appena passato il USS Utah Tangeri rimase illeso durante l'attacco e contribuì con i suoi cannoni alla difesa aerea, oltre a sparare a un sottomarino nano giapponese che era penetrato nel porto. Ha mantenuto un vettore operativo molto attivo nel Pacifico. Dismesso nel 1946 Tangeri è stata venduta come rottame nel 1961. Ha guadagnato 3 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Tender Idrovolanti (piccolo)

Avocetta (AVP-4) Intatto a Pearl Harbor Avocet avocettaha prestato servizio nei teatri operativi dell'Alaska e delle Aleutine come unità dell'ala 4 di pattuglia. Nel corso degli anni, si è occupata di squadroni di pattuglia, ha trasportato personale e merci e ha partecipato a compiti di pattugliamento, rilevamento e salvataggio. Fu dismessa nel dicembre 1945 e venduta nel 1946. Ha ricevuto una Battle Star per il suo servizio a Pearl Harbor.

Cigno (AVP-7) Swan era sul bacino di carenaggio della Marine Railway durante l'attacco e non ha subito danni. Durante la guerra è stata utilizzata principalmente per il traino di bersagli. Fu dismessa nel dicembre 1945 e ceduta dalla Commissione marittima nel 1946. Ha ricevuto una stella di battaglia per il suo servizio a Pearl Harbor.

Tender per idrovolanti (cacciatorpediniere) (Nota: tutte queste navi erano cacciatorpediniere "four piper" dell'era della prima guerra mondiale convertiti in tender per idrovolanti negli anni '20 e '30)

Hulbert (AVD-6) Hulbertrimase illeso durante l'attacco e trascorse il 1942-1943 conducendo missioni di supporto per idrovolanti. Riclassificato DD-342, fu utilizzata come scorta e guardia aerea per i nuovi vettori di scorta a San Diego fino alla fine della guerra. Fu dismessa nel novembre 1945 e venduta come rottame nel 1946. Ha ricevuto 2 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

USS Thornton

*Thornton (AVD-11) Thornton contribuì con i suoi cannoni alla difesa di Pearl Harbor e prestò servizio in varie località del Pacifico supportando le operazioni di idrovolanti. Si è persa durante l'invasione di Okinawa quando si è scontrata con Ashtabula (AO-51) e Scalante (AO-70). Il suo lato di dritta è stato gravemente danneggiato. È stata rimorchiata a Kerama Retto. Il 29 maggio 1945 una commissione di ispezione e ispezione raccomandò che Thornton fosse dismesso, spiaggiato spogliato di tutto il materiale utile secondo necessità e quindi abbandonato. Fu arenata e dismessa il 2 maggio 1945. Il suo nome fu cancellato dalla lista della Marina il 13 agosto 1945. Nel luglio 1957, l'hulk abbandonato di Thornton fu donato al governo delle isole Ryukyu. Ha ricevuto 3 stelle di battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale.

Nave munizioni

Piro (AE-1) Piro rimase intatto durante l'attacco e servì alla guerra trasportando munizioni alle basi navali nel Pacifico. Fu dismessa nel 1946 e demolita nel 1950. Le fu assegnata una Battle Star per il suo servizio a Pearl Harbor.

Ramapo (AO-12) La Ramapo non è stata danneggiata a Pearl Harbor e, a causa della sua bassa velocità, è stata regolata per alimentare le operazioni di trasporto tra le Aleutine e il Puget Sound. Fu dismessa nel 1946 e trasferita all'Amministrazione Marittima.

*Neosho (AO-23) Illesa durante l'attacco, il suo Capitano l'ha spostata dal suo ormeggio vicino a Battleship Row in una parte meno esposta del porto. Ha operato con le task force della portaerei ed è stata pesantemente danneggiata nella battaglia del Mar dei Coralli da aerei giapponesi. Il suo equipaggio la tenne a galla per 4 giorni fino a quando non fu scoperta e il suo equipaggio salvato prima che fosse affondata da colpi di arma da fuoco dalla USS Henley l'11 maggio 1942. Neosho è stata premiata con 2 stelle di battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale.

Riparare navi

Medusa (AR-1) Medusa rimase illesa a Pearl Harbor e trascorse la guerra in tutto il Pacifico meridionale riparando numerose navi danneggiate in combattimento. Dopo la guerra servì a preparare le navi per l'inattivazione prima di essere dismessa nel 1947 e consegnata all'Amministrazione Marittima. Fu demolita nel 1950. Ha ricevuto una stella della battaglia per il suo servizio a Pearl Harbor.

USS Vestal dopo l'attacco

Vestale (AR-4) Vestale è stato danneggiato mentre era ormeggiato adiacente alla USS Arizona. Riparata in seguito all'attacco, la Vestal ha servito durante la guerra nel Pacifico ed è stata vitale durante i giorni critici del 1942, quando lei e il suo equipaggio hanno svolto un servizio valoroso sulle principali unità della flotta danneggiate durante la campagna di Guadalcanal e le azioni intorno alle Isole Salomone. vettori Impresa e Saratoga, corazzate Dakota del Sud e Carolina del Nord, incrociatori San Francisco, New Orleans, Pensacola e St. Louiserano tra i 5.603 lavori su 279 navi e 24 attività a terra che ha completato in un tour di 12 mesi a Espiratu Santo. Avrebbe continuato a svolgere questo livello di servizio per il resto della guerra. Durante un periodo a Ulithi ha completato 2.195 lavori per 149 navi tra cui 14 corazzate, 9 portaerei, 5 incrociatori e 5 cacciatorpediniere. Continuò il suo lavoro vitale anche dopo la guerra fino al 1946, quando fu definitivamente dismessa. È stata venduta per essere demolita nel 1950. Ha ricevuto 1 Battle Star per il suo servizio a Pearl Harbor.

Rigel (AR-11) Rigelera a Pearl Harbor per completare la sua trasformazione da Destroyer Tender a Repari Ship. Ha subito danni minori e ha servito per tutta la guerra effettuando riparazioni vitali a numerose navi. È stata dismessa e trasferita all'amministrazione marittima nel 1946. Il suo destino finale è sconosciuto. Ha ricevuto 4 stelle di battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale.

Tender sottomarino

USS Pelias con 5 sottomarini

Pelia (AS-14) Integro durante l'attacco Peliassquadroni di sottomarini supportati con sede nel Pacifico durante la guerra. Fu messa in servizio in riserva il 6 settembre 1946 e in servizio in riserva il 1 febbraio 1947. Il 21 marzo 1950 fu messa fuori servizio in riserva ma in seguito svolse il servizio di attracco a Mare Island fino al 14 giugno 1970. demolito nel 1973.

Nave di salvataggio sottomarino

Fischione (ASR-1) Widgeon ha condotto operazioni di salvataggio, salvataggio e antincendio sulle corazzate affondate e danneggiate sulla fila di corazzate. Durante la guerra ha servito come nave di soccorso sottomarino di servizio a Pearl Harbor e San Diego. Dopo la guerra ha sostenuto l'operazione Crossroads. È stata dismessa e venduta per essere demolita nel 1947. Ha ricevuto una Battle Star per il suo servizio a Pearl Harbor.

Nave ospedale

Consolazione (AH-5)Solace è rimasto illeso nell'attacco e ha fornito assistenza medica a molti dei feriti dopo l'attacco. Ha servito durante la guerra curando i feriti e i moribondi nei Gilbert, Marshall, Guam, Saipan, Palau, Peleliu, Iwo Jima e Okinawa. Conforto fu dismessa a Norfolk il 27 marzo, cancellata dalla lista della Marina il 21 maggio e restituita alla War Shipping Administration il 18 luglio 1946. Fu venduta alla Turkish Maritime Lines il 16 aprile 1948 e ribattezzata SS Ankara, ricostruita come nave passeggeri. SS Ankara è stata messa in disarmo nel 1977 e demolita ad Aliaga, in Turchia, nel 1981. Conforto ha ricevuto sette stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

Vega (AK-17) Vega era a Honolulu a scaricare munizioni quando è avvenuto l'attacco. Ha servito nelle Aleutine e nel Pacifico centrale durante la guerra. Dismesso e demolito nel 1946. Ha ricevuto 4 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Navi di emissione di negozi generici

Ricino (AKS-1) Castor è stato mitragliato da aerei giapponesi durante l'attacco, ma ha subito pochi danni. Avrebbe continuato una illustre carriera nella seconda guerra mondiale, in Corea e in Vietnam prima di essere dismessa nel 1968 e demolita in Giappone nel 1969. Le sono state assegnate tre stelle di battaglia per il servizio nella seconda guerra mondiale, due per il servizio nella guerra di Corea e sei stelle della campagna per il servizio nella guerra del Vietnam .

USS Antares

Antares (AKS-3) Antares era all'ingresso di Pearl Harbor e ha individuato un sottomarino nano. Ha segnalato il contatto al Reparto USS che affondò il sub. Durante la guerra Antares fece molti rifornimenti nel Pacifico e fu ad Okinawa. Navigando da Saipan a Pearl Harbor è stata attaccata dai sottomarini giapponesi I-36, i cui siluri hanno mancato il bersaglio e il portatore di kaiten I-165.Ha aperto il fuoco su uno dei sottomarini costringendolo a tuffarsi. È stata dismessa nel 1946 e venduta per essere demolita nel 1947. Ha ricevuto 2 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Rimorchiatori oceanici

Ontario (AT-13) Illeso a Pearl Harbor, nell'Ontario, avrebbe sostenuto le operazioni nel Pacifico durante la guerra. Fu ritirata dal servizio nel 1946 e venduta nel 1947. Ha ricevuto una Battle Star per il suo servizio a Pearl Harbor.

Sunnadin (AT-28) Indenne nell'attacco ha operato a Pearl Harbor per tutta la durata della guerra. Fu dismessa nel 1946 e trasferita all'Amministrazione Marittima. La sua disposizione finale è sconosciuta. Le è stata assegnata una Battle Star per il suo servizio durante l'attacco di Pearl Harbor.

Keosanqua (AT-38) Keosanqua era all'ingresso di Pearl Harbor e si preparava a trasferire un rimorchio dal USS Antares. Ha portato il rimorchio a Honolulu durante l'attacco. Ha operato a Pearl Harbor e nel Pacifico centrale conducendo operazioni di rimorchio. Fu dismessa nel 1946 e trasferita alla Commissione marittima l'11 luglio per lo smaltimento, fu venduta lo stesso giorno a Puget Sound Tug & Barge Co., Seattle, Washington. Rivenduta a una compagnia di navigazione canadese nel 1948, fu ribattezzata Edward J. Coyle. Nel 1960 è stata ribattezzata Stretto del Commodoro.

*Navajo (AT-64) Navaho era a 12 miglia dall'ingresso di Pearl Harbor quando è avvenuto l'attacco. Ha operato nel Pacifico meridionale fino al 12 dicembre 1942, quando è stata silurata e affondata dal sottomarino giapponese io-39 durante il traino di una chiatta a benzina YOG-42 150 miglia a est di Espiritu Santo, 12 dicembre 1943 con la perdita di tutti tranne 17 del suo equipaggio di 80. Ha guadagnato 2 stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Ausiliari vari

USS UTah AG-16

*Utah (AG-16 ex-BB-31) Affondato ai suoi ormeggi e raddrizzato nel 1944 ma non sollevato, il relitto è ora un memoriale a Ford Island.

USS Argonne come tender sottomarino

Argonne (AG-31) Un ex tender per sottomarini, l'Argonne non è stato danneggiato durante l'attacco e ha prestato servizio in una varietà di capacità durante le operazioni di supporto alla guerra nel Pacifico. Per un periodo fu l'ammiraglia dell'ammiraglio Halsey come comandante del Pacifico sudoccidentale nel 1942 durante la campagna di Guadalcanal. Il 10 novembre 1944, Argonne giaceva ormeggiata a una boa nella banchina 14, Seeadler Harbour, quando la nave munizioni Montare il cappuccio (AE-11) è esplosa a 1.100 metri di distanza causando danni a lei e ad altre navi che ha assistito dopo l'esplosione. Fu dismessa nel 1946 e trasferita all'Amministrazione Marittima. Fu demolita nel 1950. Argonne è stata premiata con una Battle Star per il suo servizio a Pearl Harbor.

.

USS Sumner (ex Bushnell)

Estate (AG-32) estivo non ha subito danni durante l'attacco ed è stata rinominata nave da ricognizione AGS-5. Fu danneggiata da un proiettile giapponese al largo di Iwo Jima l'8 marzo 1945.Fu dismessa nel 1946 e trasferita all'Amministrazione Marittima. Ha ricevuto 3 stelle di battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale.

Condividi questo:

Come questo:


Tecnologia

Scafo e armatura

Lo scafo di a Brooklyn- incrociatore di classe era lungo 185,4 metri e la larghezza massima era di 18,8 metri. Con un pescaggio di 6,9 metri, il dislocamento standard era di 9.767 tonnellate, il dislocamento operativo era di 12.207 tonnellate standard. Le sovrastrutture di coperta si estendevano per il terzo medio della lunghezza della nave ed erano caratterizzate dalla torre del ponte con l'albero maestro e i sistemi antincendio, i due camini e la tuga posteriore con i sistemi antincendio per le torri di poppa. Quando furono messe in servizio, le navi avevano ancora gli oblò sul primo e sul secondo ponte inferiore, ma questi furono chiusi prima dell'inizio della seconda guerra mondiale. La prua era a 8,2 metri sopra la linea di galleggiamento, la poppa a 7,0 metri. Il camino torreggiava 20,4 metri, le navi misuravano 35,4 metri in cima all'albero.

Lo spessore massimo dell'armatura verticale era di 127 mm a livello del macchinario vitale, il resto dell'armatura dello scafo era di 102 mm di spessore. I ponti erano spessi 76 mm, le torrette erano protette da corazze da 127 mm, la torre di comando da 165 mm.

Unità

Gli incrociatori erano alimentati da quattro turbine a ingranaggi Westinghouse con una potenza totale di 100.000 cavalli. Questi guidavano un totale di quattro eliche. Il vapore è stato generato in otto caldaie a vapore Babcock & Wilcox Express Type. La velocità massima era di 32,5 nodi, la riserva di carburante di un massimo di 1.982 tonnellate consentiva un'autonomia di 10.000 miglia nautiche a 15 nodi di velocità di crociera.

Armamento

Artiglieria principale

L'armamento principale degli incrociatori era costituito da cinque torrette, ciascuna con tre cannoni in calibro 15,2 cm (6 pollici), lunghezza calibro 47. Tre torrette erano davanti alla sovrastruttura, con la terza torretta sul livello del ponte principale "indietro" tra furono costruite la seconda torretta e le sovrastrutture del Ponte, che restringerono fortemente l'area dell'incendio. A poppa c'erano altre due torri triple. Le torrette, ciascuna del peso di circa 170 tonnellate, avevano un equipaggio di tre ufficiali e 53 uomini. Tutte le torrette originariamente avevano un telemetro ottico, ma questi sono stati parzialmente rimossi nel corso della vita utile.

Le pistole semiautomatiche caricate con un peso del tubo di 6,6 tonnellate avevano una cadenza da otto a dieci colpi al minuto. La portata massima era di quasi 24 chilometri, a seconda del tipo di guscio e dell'elevazione del tubo. La velocità iniziale era, a seconda delle dimensioni delle cariche propellenti, tra 625 e 812 m / s. L'elevazione massima del tubo era di 60 gradi, la minima di meno cinque gradi. Il raggio di rotazione delle torri era di 300 gradi, il tasso di rotazione di 10 gradi al secondo.

I cannoni della nave erano in grado di sparare proiettili perforanti super pesanti, che avevano il doppio dell'effetto di penetrazione dei proiettili nel Omaha- armi di classe. Le granate da 59 kg potevano penetrare fino a 20 cm di corazza a una distanza fino a cinque chilometri e fino a 80 mm di corazza di coperta in caso di fuoco ripido a grandi distanze.

Artiglieria media e armamento leggero

Quando l'incrociatore entrò in servizio, l'artiglieria centrale era composta da otto cannoni, calibro 12,7 cm (5 pollici), lunghezza calibro 25, che erano alloggiati in supporti singoli aperti su entrambi i lati della sovrastruttura. I cannoni avevano una portata massima di 13 km e un'altezza di punta di 8.352 m. Le granate, che pesano tra 23 e 28 kg, a seconda del tipo, potevano essere sparate a una velocità di 14-20 colpi al minuto e una velocità iniziale di 657 m/s.

Al Savana e Honolulu nel 1944 furono installati otto cannoni di calibro 12,7 cm con lunghezze di calibro 38 al posto dei cannoni più corti. I nuovi cannoni erano alloggiati in quattro torrette gemelle Mark 32, con due torrette su ciascun lato della sovrastruttura a babordo ea tribordo.

Le torrette, che pesavano 47 tonnellate, erano azionate elettricamente e avevano un equipaggio di 27 uomini. La cadenza era di solito da 15 a 20 giri al minuto, le squadre ben preparate hanno raggiunto fino a 30 giri al minuto. Sono state sparate granate a frammentazione Mark 49 per la difesa aerea o granate perforanti Mark 46. A una distanza di 10 km, i proiettili perforanti da 24,5 kg, che lasciavano la canna del fucile a 792 m / s, potevano penetrare fino a 51 mm di armatura dello scafo, la portata massima era a un'altezza della canna di 45 ° su otto miglia nautiche. Le granate antiaeree da 25 kg avevano una velocità iniziale di 762 m / se un'altezza massima di quasi 12 km. Quando è stato sparato, il tubo è tornato indietro fino a 38 cm prima di essere smorzato idraulicamente.

All'inizio della seconda guerra mondiale, alcune navi erano dotate da due a quattro cannoni quadrupli di calibro 2,8 cm (1,1 pollici), utilizzati come cannoni antiaerei. Queste pistole avevano una velocità di circa 100 colpi al minuto e la portata massima era di circa 4 nm. Il carrello quadruplo può essere ruotato di 360° e ruotato fino a 110° verso l'alto e 15° verso il basso. A causa della loro scarsa efficacia, furono integrati da cannoni da 40 mm del 1942 e successivamente sostituiti interamente.

Nel corso della guerra arrivarono a bordo fino a 28 cannoni Bofors da 40 mm, lunghezza 70 calibri, in installazioni gemelle e quadruple. Le granate da 900 grammi dei cannoni da 40 mm avevano un'altezza di punta di 6.797 metri, la portata massima a 45 ° di sopraelevazione era di 10.180 metri. La cadenza era di circa 120 colpi al minuto, a seconda della velocità della squadra operativa, la velocità iniziale era di 881 metri al secondo.

Inoltre, gli incrociatori erano equipaggiati con un massimo di 24 cannoni da 20 mm in installazioni singole. A causa del peso ridotto del proiettile di soli 120 grammi, i cannoni automatici leggeri si sono rivelati non particolarmente efficaci contro gli aerei in avvicinamento, poiché non potevano distruggere completamente i velivoli kamikaze.

Elettronica

L'equipaggiamento radar degli incrociatori non è mai stato standardizzato, le navi sono state dotate delle più recenti apparecchiature radar quando sono state messe in servizio o quando erano nel cantiere navale. Di seguito sono riportati i sistemi radar utilizzati nel Brooklyn classe e le conseguenti modifiche:

Grazie alla sua forma quadrata (5,2 × 5,2 m) e ai fili scoperti noti come "bedspring" (molla del letto), il sistema radar è stato in grado di localizzare un bombardiere in avvicinamento a un'altitudine di 3.000 metri a 185 chilometri. Il successore SK-2, introdotto nel 1944, aveva un'antenna rotonda di 5,2 metri che migliorava il campo di rilevamento laterale.

Inteso come sistema di riserva per il radar SK, il radar SC-2 con la sua antenna di 4,6 per 1,4 metri è stato in grado di localizzare aerei a un'altitudine di 3.000 metri su 150 chilometri e grandi navi su quasi 40 chilometri.

Utilizzato principalmente in coppie di sistemi di localizzazione sopra l'acqua con un raggio di rilevamento fino a 40 chilometri per bersagli di superficie e 27 chilometri per bersagli aerei.

Il controllo del fuoco dell'artiglieria pesante è stato effettuato da due sistemi di controllo del fuoco Mark 31, che erano situati nella parte superiore della sovrastruttura. L'artiglieria media era diretta dai sistemi Mark 33, questi furono parzialmente sostituiti nel corso della guerra dalla più moderna e potente versione Mark 34, che consentiva una maggiore velocità di inseguimento.

Aerei

A differenza delle precedenti classi di incrociatori, in cui il sistema di volo di bordo era situato al centro della nave, questi furono trasferiti sul ponte di poppa nel Brooklyn classe. Un hangar sul ponte inferiore offriva spazio per un massimo di quattro idrovolanti. Due catapulte hanno accelerato il decollo dell'aereo e due gru li hanno riportati a bordo dopo l'atterraggio. La maggior parte delle volte c'erano a bordo dei biplani Curtiss SOC Seagull, ma verso la fine della guerra questi furono parzialmente sostituiti dal Vought OS2U Kingfisher.

Brasile, Cile e Argentina hanno rimosso i sistemi di volo di bordo dopo aver rilevato le navi e hanno utilizzato gli hangar per ospitare i gommoni.


Vista laterale della USS Phoenix (CL-46), 1939 - Storia

14 commenti:

L'ammiraglio Adah sedeva nella sua sedia preferita nei suoi alloggi. Una nave della classe Sasser è sempre stata la preferita di David. Decisamente più piccolo della classe Galaxy con la stessa forma complessiva, il che significa più facile volare ma meno spazio per fare i bagagli. Questa particolare nave, la USS Longsword, era già una stretta corrispondenza per la classe della galassia, ma avendo alcuni aggiornamenti, ora sarebbe sopravvissuta alla nave standard della galassia. David amava questa signora.

Sorseggiò il suo tè e fece un sospiro felice.

[beep] "Ammiraglio, questo è il ponte"

uff! David chiuse gli occhi per un momento. Non fallisce mai, pensò mentre toccava il badge del comunicatore. "Questa è Adah, vai avanti"

"Signore, la stiva di carico due comunica che tutti i trasferimenti sono stati completati e che la stiva è al sicuro."

David si rilassò un po'. Era una buona notizia. Presto potremo essere in corso e fare ciò che dovremmo fare. "Grazie ponte. Il mio nuovo capo della sicurezza è già stato teletrasportato a bordo?"

"Molto bene. Quando lo farà scortare nella sala di osservazione per un briefing."

"Sì signore!" è stata la risposta, seguita dalla chiusura del canale. Davide sorrise. Aveva sentito storie su un androide costruito dalla Flotta Stellare, ma avere l'onore di averlo a bordo era quasi più di quanto David potesse sopportare. Ha letto tutto sui dati di Android sulla USS Enterprise.

Dopo essersi teletrasportato a bordo della USS Longsword LtCd, Apollo segue le sue scorte nella sala di osservazione. Sulla sua strada Apollo iniziò a correre lanciando le sue unità di elaborazione sugli schemi della nave. Ripassando alcuni dei cambiamenti per la sicurezza e le armi, voleva portare all'attenzione degli ammiragli. Con il suo nuovo chip emozionale aggiunto dopo il suo ultimo aggiornamento, Apollo stava provando una nuova emozione che non riusciva a descrivere. Questo viaggio sarà diverso dal suo ultimo.

Le porte del turboascensore si aprirono per mostrare il ponte. David sorrise interiormente quando udì il troppo familiare trambusto di attività, clip casuali di ordini e domande, e i suoni che i computer emettevano quando veniva mostrata loro la giusta attenzione.

Questo ponte era molto vicino al ponte trovato sulla nave Galaxy Class. La sezione a disco della Spada lunga era quasi un duplicato esatto.

Adah scese la rampa laterale e raggiunse il centro, puntando alla sedia del suo capitano, quando uno dei suoi ufficiali intervenne: "Ammiraglio, il tenente comandante Apollo si è teletrasportato a bordo e si sta dirigendo verso la sala di osservazione".

Il sorriso interiore di Adah trovò la strada per la sua bocca. "Eccellente!" disse David, mentre camminava sull'altro lato del ponte e attraverso le porte scorrevoli. Apollo e il suo seguito non erano ancora arrivati, quindi Davide si sedette a capotavola.

[swoosh] Le porte si aprirono e Lt.Cmd. Apollo e la sua scorta irruppero nel salone. Affascinante, pensò David. Tale grandezza nella realizzazione. L'ammiraglio Adah non riusciva a credere alla sua incredibile fortuna.

Fece un gesto verso il posto alla sua destra con un gesto della mano e un sorriso, "Siediti comandante!" Guardando i suoi accompagnatori disse: "Congedato".

[Apollo prende posto] Ammiraglio So che è stato informato sui miei compiti precedenti e che ho nuovi aggiornamenti che mi renderanno più simile al tenente Cd Data. Spero che sarà in grado di aiutarmi ad adattarmi e conoscere le emozioni umane che vivrò. Inoltre vorrei discutere alcuni dei cambiamenti e delle modifiche che vorrei aggiungere a questa nave, se non le dispiace, signore. Ho notato nei miei studi su questa nave e su te stesso che ti piace stare al fronte. Se questo è il caso, signore, penso che sarebbe una decisione saggia modificare e potenziare le nostre armi e i nostri scudi. Alcuni di questi possono essere fatti durante il viaggio e altri in determinate basi stellari [Apollo si ferma a metà della conversazione]. Ammiraglio mi scuso per il mio comportamento, so che provo emozioni, ma sono difficili da descrivere per me e avrei dovuto lasciarti parlare prima di iniziare a discutere le mie idee.

David non riusciva a nascondere il suo sorriso. Ancora una volta, quella sensazione di meraviglia riempì il suo essere.

"Non posso dire mai abbastanza quanto apprezzo le opinioni e le esperienze dei miei ufficiali, comandante. Questa nave, come tante altre, opera al meglio quando il suo equipaggio esprime le proprie considerazioni."

Si fermò per un momento, incrociò le mani sul tavolo e disse: "Prima di tutto, benvenuto alla USS Longsword. Ho letto il tuo fascicolo personale e la tua cronologia delle ricerche sulla Flotta Stellare. Penso che la maggior parte della Flotta Stellare si sia sempre chiesta quanto tempo sarebbe passato prima che altri della tua specie venissero fondati. In secondo luogo, sono pienamente consapevole dell'esperienza JAG del Capitano Picard quando i diritti di Data erano in discussione. Sostengo pienamente la sua posizione secondo cui tu e Data, entrambi, siete forme di vita senzienti create da voi stessi e avete tutto il diritto di essere trattati con lo stesso onore e dignità di qualsiasi altro membro dell'equipaggio della Flotta Stellare. Terzo, questa particolare nave stellare è stata rimossa dalla naftalina, come da mia richiesta, e alcune delle mie modifiche sono già state installate con altre in attesa di aggiornamento. Sarò ben lieto di consentire l'attuazione delle modifiche desiderate a due condizioni. Uno: tutte le tue modifiche sono prese in considerazione e approvate dall'ingegnere capo, e due: vedo una specifica dettagliata e sono completamente informato sulle abilità delle navi sia prima che dopo che l'aggiornamento è stato completato. capito?"

David studiò gli occhi dell'androide per vedere se riusciva a vedere ciò che sarebbe stato in grado di leggere su qualsiasi altra persona. C'era sicuramente qualche considerazione seria in corso, ma l'ammiraglio non poteva dire cosa esattamente.

Apollo fissò gli occhi dei suoi nuovi comandanti chiedendosi perché quest'uomo mi stesse guardando. Domande formulate nella sua rete neurale. "Se nota delle emozioni in me è sconvolto". Mettendo da parte le domande Apollo ruppe il silenzio. Capito signore. Farò in modo di inoltrare i miei piani di progettazione e gli aggiornamenti il ​​prima possibile.

Apollo si fermò per un momento. Signore, sono ammessi animali a bordo? Voglio dire, il tenente Cd Data mi ha suggerito prima di salire a bordo di prendere un animale domestico che mi aiutasse a conoscere meglio le emozioni umane. Se non riesco a capire, cercherò altri modi in cui posso imparare.

Non vedo l'ora di incontrare l'ingegnere capo e formulare eventuali piani per questi aggiornamenti che proporrò.

David diede un leggero colpetto alla scrivania con un dito.

"Potresti certamente avere un animale domestico. Assicurati solo di eseguire da me quale animale scegli per primo per assicurarti che sia possibile averlo a bordo."

David fece un respiro profondo. Amava già questo androide. Sarebbe stato molto divertente.

"Hai domande o altri commenti Comandante?".

[Apollo osservò l'Ammiraglio per un momento studiando le sue espressioni chiedendosi se sarebbe stato in grado di fare lo stesso.] [Apollo cercò di sorridere ma non era sicuro di averlo corretto così si fermò e decise che avrebbe provato davanti a uno specchio. ]

" Al momento nessun ammiraglio ma mi assicurerò di guidarli da te quando lo farò. Sono pronto per il dovere e pronto per i tuoi comandi."

"Eccellente comandante! Seguimi."

David si alzò e si diresse verso il ponte. Si fermò vicino alla stazione tattica e fece un gesto con la mano.

"Questo è il tenente Fenn, comandante. Ha sostituito la tattica fino al tuo arrivo. Fai un resoconto con lui sulla situazione attuale della tua stazione. I tuoi alloggi sono sul ponte 2, numero 108."

David scese la rampa ed entrò nella sua sala tattica.

Apollo si alza e segue l'ammiraglio al suo posto.

Tenente Fenn qual è lo stato attuale della stazione tattica?

"Questa stazione è sicura, comandante." disse Fenn con sicurezza. Il tenente Fenn si spostò di lato per dare al Comandante una visione completa della stazione.

"Siamo verdi su tutta la linea. Complemento completo di siluri. Scudi, phaser e deflettori sono pienamente operativi. Engineering segnala che i nuovi aggiornamenti sono installati e operativi."

Fenn osservò l'androide per assicurarsi che il suo rapporto fosse ricevuto e accettabile.

Grazie, ho alcune domande su questa stazione per aiutarmi a capire meglio con cosa lavorerò.

Da quanto tempo sei in questa stazione? Vorrei sapere se hai riscontrato problemi con l'interruzione di corrente o eventuali strani incidenti di cui devo essere informato. Al momento sto cercando di aggiungere qualche altro potenziamento alle nostre armi e ai nostri scudi in futuro.

Anche tu fai parte dei miei dettagli di sicurezza? Se è così, ho anche alcune idee che voglio implementare con la nostra sezione per migliorare la sicurezza a bordo o le missioni in nave e via.

"Sono in questa stazione da poco più di un mese, comandante. Sono stato capo della sicurezza in attesa del tuo arrivo."

Fenn spostò il suo peso e lanciò una rapida occhiata intorno al ponte per vedere se qualcuno stava prestando attenzione. Il ponte era abbastanza ben ripulito al momento, quindi Fenn si rilassò un po'.

"Non ho riscontrato alcun tipo di grave malfunzionamento, anche se due volte ho registrato uno strano aumento di potenza proveniente dal generatore ausiliario a fusione. I tecnici riferiscono di aver analizzato il problema e stanno cercando di risolverlo. Oltre a ciò, questa nave è stata perfetta anche con i nuovi aggiornamenti."

"Sono un membro della sicurezza della nave. Uno dei ventiquattro membri, per includere te stesso al momento, signore."

Grazie tenente Fenn. Ho alcune idee di cui ho bisogno per il capo dell'ingegneria navale e vorrei che venissi con me per discutere le mie intenzioni con la nostra sezione. Anche da questo momento in poi sei il secondo in comando della sezione sicurezza e tattica. Formeremo quattro turni per questo equipaggio, sarai responsabile dell'equipaggio alfa. Dobbiamo lasciare qui un membro della nostra squadra per monitorare la stazione tattica mentre ci dirigiamo in sala macchine.


Cavalli da tiro: gli incrociatori leggeri della classe Brooklyn

Il Brooklyn Gli incrociatori leggeri di classe erano gli incrociatori più moderni nell'inventario degli Stati Uniti quando scoppiò la guerra il 7 dicembre 1941. Le navi furono costruite secondo le disposizioni del Trattato navale di Washington del 1922. Dislocando 9700 tonnellate per rimanere entro i limiti del trattato, montarono un potente armamento di quindici cannoni da 6” montati su 5 torrette, tre a prua e due a poppa. Il loro design, in particolare il loro armamento, è stato progettato in risposta alla grande Mogami Incrociatori leggeri di classe della Marina imperiale giapponese che inizialmente montavano la stessa batteria principale prima di essere convertiti in incrociatori pesanti. La disposizione della batteria principale in entrambe le classi di incrociatori era identica.

Scatto prebellico di Honolulu, tipico della Brooklyn Class

Autorizzate dal Congresso nel 1933 le navi erano progettate con un grande specchio di poppa che ospitava l'hangar degli aerei con doppie catapulte e gru. Questa era una partenza dai precedenti incrociatori statunitensi che ospitavano l'aereo e i loro combustibili volatili a centro nave che si sarebbero rivelati una responsabilità in combattimento contro i giapponesi nella campagna delle Salomone. Il nuovo design dell'hangar è stato portato avanti su tutti i nuovi incrociatori e corazzate costruiti dagli Stati Uniti dopo il Brooklyn Classe.

C'erano 9 navi nella classe, una delle quali la Wichita è stato completato come un incrociatore pesante che monta nove cannoni da 8" in tre torrette ed è considerato una classe di navi separata.Oltre alla batteria principale montavano otto cannoni a doppio scopo da 5" 25 e una batteria leggera antiaerea che fu continuamente aumentata durante la guerra. Le loro turbine a vapore hanno prodotto 100.000 cavalli di potenza per dare alle navi una velocità ufficiale di 32,5 nodi che è stata superata da alcune navi.

Le navi Brooklyn CL-40, Filadelfia CL-41, Savannah CL-42, Nashville CL-43, Phoenix CL-46, Boise CL-47, Honolulu CL-48, St. Louis CL-49 e Elena CL-50 furono coinvolti in alcuni dei combattimenti più intensi della guerra servendo sia nell'Atlantico che nel Pacifico. Delle navi una, l'Helena fu persa in un combattimento di superficie e molte altre subirono gravi danni senza affondare. La metà delle navi sopravvissute della classe avrebbe prestato servizio nelle marine straniere per molti anni dopo la guerra, a testimonianza della loro robustezza e utilità.

La nave guida della classe the Brooklyn prestò servizio esclusivamente nell'Atlantico e nel Mediterraneo dove ingaggiò navi da guerra di Vichy durante l'invasione del Nord Africa e prese parte agli sbarchi in Sicilia, Salerno, Anzio e nel sud della Francia dove fornì supporto navale alle truppe a terra. Dopo la guerra fu dismessa nel gennaio 1947 e trasferita alla Marina cilena nel 1951 nell'ambito del Programma di assistenza alla difesa reciproca. È stata ribattezzata O'Higgins e servito fino alla disattivazione nel gennaio 1992 e venduto per rottamazione. Affondò mentre veniva rimorchiata in India per essere demolita nel novembre 1992.

Filadelfia ha avuto una carriera simile a Brooklyn. Varata nel 1936 e commissionata nel 1937 anche lei prestò servizio nell'Atlantico e nel Mediterraneo supportando le invasioni del Nord Africa, della Sicilia, di Salerno, di Anzio e del Sud della Francia. Fu dismessa nel febbraio 1947 e trasferita in Brasile nel 1951. Ribattezzata Barroso ha servito fino al 1973 e venduta per rottame.

Veduta della tarda guerra di St Louis

Savana è stato lanciato nel maggio 1937 e commissionato nel marzo 1938 e simili Brooklyn e Filadelfia servì esclusivamente nell'Atlantico e nel Mediterraneo supportando sbarchi anfibi, cercando predoni commerciali tedeschi e corridori di blocco e supportando varie missioni di scorta. A Salerno è stata colpita e gravemente danneggiata da una bomba radioguidata tedesca FX-1400 che ha colpito la sua torretta numero 3 penetrando nella sala di manovra inferiore dove è esplosa strappando un grande buco nel fondo della nave e aprendo una cucitura nella fiancata della nave. Il suo equipaggio si è comportato in modo eroico per controllare il danno e portare la nave a Malta, ma ha perso 197 marinai nell'attacco. A seguito di riparazioni temporanee è tornata negli Stati Uniti per le riparazioni e l'ammodernamento che sono stati completati nel settembre 1944. Ha prestato servizio in vari ruoli nell'Atlantico ed è stata dismessa nel febbraio 1947, cancellata dalla Navy List nel marzo 1959 e venduta per la demolizione in gennaio 1966.

Nashville fu varata nell'ottobre 1937 e commissionata nel giugno 1938 inizialmente prestando servizio nell'Atlantico fino al suo trasferimento alla Flotta del Pacifico nel febbraio 1942. Mentre era nell'Atlantico prese parte alle pattuglie di neutralità e dopo l'inizio delle ostilità continuò i compiti di scorta ai convogli. La sua prima missione nel Pacifico è stata quella di scortare la Portaerei calabrone CV-8 nella sua missione di lanciare i B-25 dell'Aeronautica Militare del colonnello Jimmy Doolittle nel raid di Tokyo. Nashville affondò una nave da ricognizione che aveva scoperto la task force. Al ritorno dalla missione fu assegnata alla difesa delle Aleutine fino al novembre 1942. Fu poi trasferita nel Pacifico meridionale dove partecipò a incursioni e bombardamenti di installazioni costiere giapponesi fino al bombardamento dell'aeroporto di Vila su Kolombangara nella notte del 12 maggio. 1943, ebbe un'esplosione di cariche di polvere da sparo in una delle sue torrette anteriori, uccidendo 18 persone e ferendone 17. Il danno richiedeva che fosse inviata a Bremerton per la riparazione e l'ammodernamento e sarebbe tornata in servizio in agosto per unirsi alle task force della portaerei nei raid nel Pacifico centrale prima di trasferirsi nuovamente nel Pacifico meridionale dove partecipò alla campagna della Nuova Guinea e ad altre missioni fino al maggio del 1944. Prese parte all'invasione di Leyte e alla battaglia del Golfo di Leyte a guardia delle teste di ponte, ai trasporti e alla difesa off Kamikazes fornendo supporto di fuoco navale alle truppe a terra. Mentre conduceva operazioni simili al largo dell'isola di Negros, è stata colpita da un Kamikaze con due bombe a bordo. Nashville è stata colpita su uno dei suoi supporti da 5 pollici di babordo, le bombe che esplodono sopra il suo ponte. Il carburante in fiamme e le esplosioni hanno ucciso 139 membri dell'equipaggio e ne hanno feriti 190. Dopo le riparazioni a Bremerton è tornata nel Pacifico sudoccidentale prestando la sua batteria agli sbarchi a Brunei Bay, nel Borneo, e proteggendo i vettori nello stretto di Makassar. Fu dismessa nel giugno del 1946 e venduta al Cile nel gennaio 1951 dove fu ribattezzata Capitano Prati dove ha prestato servizio fino a quando non è stata dismessa nel maggio 1982 e venduta per essere demolita nell'aprile 1983.

Fenice fu varato nel marzo del 1938 e messo in servizio nell'ottobre dello stesso anno. Entrò a far parte della crescente flotta del Pacifico e fu il primo incrociatore leggero moderno assegnato nel Pacifico. Era a Pearl Harbor il 7 dicembre 1941 e avrebbe prestato servizio durante la guerra nell'Oceano Indiano e nel Pacifico meridionale ed è stata impegnata in pesanti operazioni intorno alla Nuova Guinea e ad altre isole della zona frequentemente coinvolte in bombardamenti costieri, assalti anfibi e raid e dover ingaggiare aerei giapponesi attaccanti. Nel settembre 1944 fu assegnata alla forza di copertura di vecchie corazzate assegnate alla 7 Flotta per l'invasione delle Filippine. Come parte di questa forza sotto il contrammiraglio Jesse Oldendorf, prese parte alla distruzione della Forza meridionale giapponese nella battaglia dello stretto di Surigo, dove i suoi artiglieri aiutarono nell'affondamento della corazzata giapponese Fuso. Fenice ha continuato le operazioni con la 7a flotta nel Pacifico sudoccidentale a supporto delle operazioni a terra e combattendo gli sciami di Kamikaze senza danni a se stessa. Dopo la guerra fu dismessa nel luglio 1946 e trasferita alla Marina argentina nell'aprile 1951 dove fu ribattezzata 17 ottobre e più tardi Generale Belgrano. Ha ricevuto una serie di modifiche mentre era in servizio in Argentina, inclusi elicotteri ASW e il sistema missilistico Sea Cat Air Defense. Ancora in servizio attivo al tempo dell'invasione argentina delle Isole Falkland nel 1982 fu imbarcata in mare con due cacciatorpediniere. È stata scoperta dal sottomarino d'attacco britannico HMS Conqueror silurato e affondato il 3 maggio 1982 con la perdita di 323 uomini, ponendo fine a una carriera di 44 anni di servizio nelle marine statunitensi e argentine.

Boise fu varata nel dicembre 1936 e messa in servizio nell'agosto 1938. Dopo la sua crociera di shakedown fu assegnata alla flotta del Pacifico. Il 7 dicembre 1941 era nelle Filippine dopo aver completato una missione di scorta ai convogli. Fu inviata a sud per unirsi al resto dello squadrone asiatico e ai nostri alleati australiani, britannici e olandesi per la task force ABDA (americana, britannica, olandese e australiana) che si opponeva all'avanzata meridionale dei giapponesi mirata a Giava e all'Est olandese Indie. Ha colpito un banco inesplorato il 29 gennaio mentre conduceva operazioni nello stretto di Sape costringendola a tornare negli Stati Uniti per le riparazioni. Questo probabilmente ha impedito a Boise di condividere il destino della maggior parte del resto dello squadrone, incluso il HMS Exeter, USS Houston, HMAS Perth e incrociatori leggeri olandesi De Ruyter e Giava, la maggior parte dei quali affondata nella battaglia del Mar di Giava a febbraio. Dopo le riparazioni è tornata nel Pacifico meridionale dove ha preso parte a una serie di azioni tra cui la battaglia di Cape Esperance dove ha contribuito ad affondare l'incrociatore pesante giapponese Furutaka e distruttore Fubiki. È stata danneggiata in questa azione ed è tornata a Filadelfia per le riparazioni. Dopo le sue riparazioni fu inviata per supportare gli sbarchi in Sicilia prima di tornare nel Pacifico dove prestò servizio dal gennaio 1944 al giugno 1945 conducendo operazioni quasi senza sosta in Nuova Guinea, Borneo e Filippine. Tornò a San Pedro per la revisione ed era lì quando la guerra finì. Ha dismesso nel luglio 1946 e venduto in Argentina nel gennaio 1951 e commissionato come Nuevo de Julio nel 1952. Ha servito fino al 1978 quando è stata dismessa ed è stata venduta per essere demolita nell'agosto 1981.

Honolulu ha avuto una delle carriere più attive mentre era impegnato in operazioni contro le unità navali giapponesi con molto meno tempo dedicato alle missioni di supporto al fuoco. Era a Pearl Harbor il 7 dicembre 1941 e in seguito prese parte a missioni di scorta di convogli fino a quando non andò a nord per schermare l'Alaska dall'attacco giapponese nel maggio 1942, compito che ricoprì fino a novembre. Ha poi riferito al Sud Pacifico e ha fatto parte delle operazioni contro la flotta giapponese nelle Salomone. Ha preso parte alla Battaglia di Tassafaronga, alla Battaglia del Golfo di Kula dove ha contribuito ad affondare un cacciatorpediniere e alla Battaglia di Kolombangara dove è stata determinante nell'affondamento dell'incrociatore leggero classe Sendai Jintsu e un distruttore. Ha poi sostenuto le operazioni anfibie nel Pacifico centrale, tra cui Saipan e Guam e gli sbarchi del Golfo di Leyte nelle Filippine. Mentre operava al largo dell'isola di Manus, fu bloccata da un siluro aereo che ricevette gravi danni che la costrinsero a ritirarsi negli Stati Uniti per importanti riparazioni che erano ancora in fase di completamento alla fine della guerra. Fu dismessa nel febbraio 1947, cancellata dal registro navale nel novembre 1959 e venduta come rottame.

St. Louis fu varata nell'aprile 1938 e commissionata nel maggio 1939. Dopo aver condotto pattugliamenti di neutralità all'inizio della guerra nell'Atlantico fu trasferita alla flotta del Pacifico nel novembre 1940. Era a Pearl Harbor il 7 dicembre 1941 e fu uno dei le poche grandi unità della flotta a prendere il largo e prendere il largo durante l'attacco. Ha sostenuto le operazioni delle portaerei e le missioni di scorta ai convogli fino a quando non è stata inviata a nord nelle Aleutine dove ha operato fino a ottobre quando è tornata negli Stati Uniti per una breve revisione prima di essere assegnata alle operazioni nelle Salomone. Operando quasi senza sosta contro il Tokyo Express partecipò alla battaglia del Golfo di Kula e alla battaglia di Kolombangara dove ricevette un parziale credito per l'affondamento dell'incrociatore leggero giapponese Jinstu. Durante la battaglia fu silurata a prua e dopo riparazioni temporanee tornò sull'isola di Mare. Dopo le riparazioni, St. Louis tornò alle Salomone nel novembre 1943. Fu colpita da una bomba che il 14 gennaio uccise 20 membri dell'equipaggio, costringendola a tornare a Purvis Bay per le riparazioni. Completate le riparazioni, tornò nelle Salomone fino a giugno, quando prese parte all'invasione dei marescialli a Guam e Saipan. Ha danneggiato la sua elica numero tre e ha dovuto tornare negli Stati Uniti per la riparazione dopo il bombardamento di Guam. Al suo ritorno ha servito nel Golfo di Leyte fino a quando non è stata colpita da due Kamikaze in un breve lasso di tempo ricevendo gravi danni e provocando la perdita di 15 marinai uccisi, 1 disperso e 43 feriti. Ha di nuovo navigato per le riparazioni ed è tornato in azione contro le isole di origine giapponese e Okinawa. In seguito ha sostenuto le operazioni contro le installazioni giapponesi nel continente asiatico. Dopo la guerra ha preso parte alla pattuglia del fiume Yangtze e poi è tornata negli Stati Uniti nel gennaio 1946. È stata dismessa nel giugno 1946 e trasferita in Brasile nel gennaio 1951 essendo stata incaricata come Tamandare. Fu dismessa nel giugno 1976 e venduta per essere demolita nel 1980. Mentre veniva rimorchiata a Taiwan per la demolizione affondò il 24 agosto 1980.

Helena spara al Golfo di Kula poco prima di essere silurata e affondata

La nave finale della classe, Helena fu varato nell'agosto 1939 e messo in servizio nel mese successivo. Era a Pearl Harbor e muggiva al molo 1010 dove fu colpita da un siluro e danneggiata. Dopo le riparazioni ha riferito al Sud Pacifico e alla campagna di Guadalcanal. Ha scortato i portatori. Helena aveva i più moderni radar di ricerca di superficie e nella battaglia di Cape Esperance a Iron Bottom Sound, Helena aveva affondato l'incrociatore Furutaka e distruttore Fubiki. Ha poi preso parte alla battaglia navale di Guadalcanal in cui una forza americana più debole ha respinto una forza giapponese con pesanti perdite da entrambe le parti, inclusa la corazzata giapponese ciao e gli incrociatori americani Atlanta, Juneau e 4 cacciatorpediniere. Helena continuò le operazioni nelle Salomone e nella battaglia del Golfo di Kula fu affondata dai siluri giapponesi lanciati dai cacciatorpediniere il 5 luglio 1943. 168 dei suoi marinai furono persi nell'azione. Helena è stata la prima nave della Marina degli Stati Uniti a ricevere l'Encomio dell'Unità Navale.

Il generale Belgrano ex-USS Phoenix affonda dopo essere stato silurato dalla HMS Conqueror nella battaglia delle Isole Falkland

La classe ha trovato la sua nicchia nella guerra principalmente nel bombardamento costiero e nel supporto al fuoco navale, nonché nelle azioni di superficie taglienti nel Pacifico meridionale. Solo uno, Helena era perso. Sei sono stati trasferiti alla marina sudamericana e hanno prestato servizio per molti anni in quelle marine. Nessuno sopravvive oggi, ma le navi sono state fondamentali per il successo di molte operazioni.


Un Helldiver che affonda

"Missione oltre le tenebre" di Robert Taylor.

“In primo piano l'SB2C Helldiver del tenente Ralph Yaussi, con i suoi carri armati asciutti, è ammarato vicino alla portaerei USS
Lexington. Mentre Yaussi e il suo mitragliere James Curry escono dall'aereo che sta affondando, il Fletcher-distruttore di classe USS Anthony, il suo proiettore da 24 pollici in fiamme, si sta avvicinando per effettuare il pick-up. Il caos e la confusione di quella famigerata notte durante la Battaglia del Mare delle Filippine tornano in vita in questo splendido dipinto”.

Per la cronaca, Anthony ha prestato servizio fino al 1946, poi è stato dismesso e trasferito alla Marina della Germania Ovest come Zerstörer 1 (D170) nel 1958 dove continuò fino al 1976, uno degli ultimi Fletcher in servizio. È stata affondata da U-29 come bersaglio di siluri nel Mediterraneo il 16 maggio 1979, certamente una delle ultime occasioni in cui un U-Boot tedesco affondava un cacciatorpediniere americano.

Quanto a Yaussi, è stato insignito della Distinguished Flying Cross per risultati straordinari partecipando al volo aereo come Pilota di un aereo del Gruppo Aereo Due, imbarcato in USS Hornet (CV-12), nella prima battaglia del mare delle Filippine, il 20 giugno 1944, come si evince dal dipinto sopra. È morto all'età di 89 anni ed è sepolto a Los Angeles.

Lady Lex e la vecchia nave di Yaussi, la calabrone, durano come navi museo.

Condividi questo:

Come questo:


Nave da guerra mercoledì 4 ottobre 2017 Addio, ammiraglio

Qui a LSOZI, decolleremo ogni mercoledì per dare un'occhiata alle vecchie marine a vapore/diesel del periodo di tempo 1859-1946 e faremo il profilo di una nave diversa ogni settimana. Queste navi hanno una vita, una storia tutta loro, che a volte le porta nei posti più strani. – Christopher Eger

Nave da guerra mercoledì 4 ottobre 2017, addio ammiraglio

Nota le zattere Carley in stile Seconda Guerra Mondiale sulle torrette

Qui vediamo il De Zeven Provinciën-class incrociatore leggero Hr.Ms. De Ruyter (C801) degli olandesi Koninklijke Marine come apparve nel 1953 mentre era nel fiore degli anni. Dismesso la scorsa settimana, 78 anni dopo che il suo primo acciaio era stato tagliato, era l'ultimo degli incrociatori armati di grosso calibro a galla in servizio attivo.

La classe di navi tra i cacciatorpediniere e le corazzate, gli incrociatori veloci armati di cannoni sono stati a lungo un punto fermo della moderna guerra navale da quando le flotte interamente in acciaio sono scese in mare. Tuttavia, le loro grandi batterie di potenti cannoni erano antiquate nella seconda metà del XX secolo.

Gli incrociatori corazzati veloci, un prodotto della fine del XIX secolo, furono progettati per fungere da occhi della flotta da battaglia principale. Abbastanza grandi da agire in modo indipendente, hanno navigato per il mondo e hanno mostrato la bandiera del loro paese in porti lontani in pace. Durante la guerra, sono stati dettagliati per razziare il commercio e servire come unità di flotta. In 60 anni, più di 200 incrociatori sono stati messi in servizio e hanno navigato in quasi tutte le flotte del mondo. Abbastanza veloci da superare le corazzate ma non sconfiggerle, furono presto obsolete dopo la seconda guerra mondiale e i loro giorni erano contati.

Ma l'eroe della nostra storia ha un pass, come era stato pianificato prima dell'inizio della seconda guerra mondiale.

HNLMS De Ruyter fu stabilito il 5 settembre 1939 a Wilton-Fijenoord, Schiedam, appena 96 ore dopo che Hitler invase la Polonia. Parte del programmato Eendrach-classe di incrociatori leggeri che dovevano difendere le lontane Indie orientali olandesi dai giapponesi, il suo nome originale doveva essere De Zeven Provinciën mentre sua sorella, coricata contemporaneamente in un altro cortile, sarebbe stata Eendrach.

Le navi dovevano montare 10 Bofor da 5,9 pollici, ma questi cannoni erano ancora in Svezia quando i tedeschi arrivarono nel 1940, il che portò alla loro confisca da parte degli svedesi e prontamente riciclati nei loro nuovi Tre Kronor-incrociatori di classe, allungati per ospitare il guscio standard svedese da 6 pollici.

Sebbene i tedeschi cercassero di completare i due incrociatori per l'uso nella propria Kriegsmarine, la resistenza olandese ostacolò quello sforzo e alla fine della guerra, non erano ancora affatto completi.

Dopo aver languito nel cantiere del costruttore per 14 anni, De Zeven Provinciën era finito come De Ruyter e si arruolò nella marina olandese il 18 novembre 1953.

Il nome è un'ode al famoso ammiraglio olandese del XVII secolo Michiel Adriaenszoon de Ruyter, per il quale dal 1799 erano state nominate non meno di cinque navi da guerra olandesi precedenti. La più recente delle quali è stata utilizzata dal contrammiraglio Karel Doorman nel suo viaggio verso Valhalla durante la battaglia del Mar di Giava nel 1942.

Un poster di propaganda olandese, raffigurante l'ammiraglio Karel Doorman e il suo incrociatore leggero di punta del 1942 De Ruyter

Sebbene considerati incrociatori leggeri a causa del loro armamento di otto cannoni modello 1942 da 15,2 cm/53 (6″) ridisegnati, questi velivoli superavano di gran lunga le 12.000 tonnellate quando erano pieni. Le torrette, la torre di comando e gli spazi di ingegneria principali erano corazzati con un massimo di cinque pollici di lamiera d'acciaio, tra gli ultimi non portatori completati al mondo a portare tale protezione. Progettati originariamente per le turbine a vapore con ingranaggi Parsons e una mezza dozzina di caldaie Yarrow, sono stati invece completati con turbine De Schelde-Parsons e quattro caldaie Werkspoor-Yarrow che danno loro una velocità di 32 nodi e una gamma di 7.000 nm.

Già ristretti a causa delle vaste suite elettroniche del ciclo CA che non erano mai stati pianificati di avere (il design del 1939 era DC), e costruiti con la conseguente necessità di un equipaggio di 900 uomini anziché delle 700 anime previste nel 1939, non hanno mai ricevuto il loro grande Batteria AAA, catapulte per idrovolanti e tubi lanciasiluri, affidandosi invece a un armamento secondario di otto Bofor da 57 mm/60 cal controllati da radar in quattro installazioni gemelle.

De Ruyter"Sorellanza di 8216" Eendrach è stato invece completato come De Zeven Provinciën e si misero in servizio a poche settimane l'uno dall'altro subito dopo che la guerra di Corea arrivò a un traballante cessate il fuoco.

Le due navi servirono ampiamente con le forze della NATO e fornirono una certa assicurazione agli interessi olandesi durante la tesa situazione di stallo con l'Indonesia durante la decennale disputa della Nuova Guinea occidentale — che avrebbe potuto vedere l'unico incrociatore della Marina indonesiana, il sovietico costruito KRI Irian, ex Ordzhonikidze, affronta gli olandesi in quella che sarebbe stata l'ultima azione navale incrociatore su incrociatore del mondo.

De Ruyter con il cacciatorpediniere di classe Holland HNLMS Zeeland (D809) e il cacciatorpediniere di classe Friesland HNLMS Drenthe (D816) nei primi anni '70. Mentre la Zelanda sarebbe stata demolita nel 1979, Drenthe avrebbe continuato a servire nella Marina peruviana come BAP Guise negli anni '80. A proposito di questo…

Tuttavia, l'era delle marine che guidavano grandi navi da guerra era al crepuscolo.

I sovietici mantennero ben 13 delle enormi 16.000 tonnellate Sverdlov incrociatori di classe, armati con una dozzina di cannoni da 6 pollici fino al 1994, quando l'ultimo (il famoso Murmansk) è stato infine rimosso dalla loro lista della marina.

I russi hanno battuto gli Stati Uniti di oltre un decennio quando l'ultimo incrociatore armato di cannoni nella lista della Marina è stato USS Newport News (CA-148), colpito il 31 luglio 1978. L'ultimo grande incrociatore cannone in servizio negli Stati Uniti fu USS Albany (CA-123) che era stato rielaborato in una nave missilistica ibrida (CG-10) da dismettere nel 1980 e colpita cinque anni dopo. Un cacciatorpediniere armato da 8 pollici, USS Hull, rimosse la sua montatura sperimentale Mk.71 nel 1979. Da allora, è stato un mondo di 5 pollici per incrociatori e cacciatorpediniere statunitensi.

Per quanto riguarda la Royal Navy, perdendo i suoi pesanti negli anni '50 e i pochi incrociatori leggeri rimasti nell'era della seconda guerra mondiale poco dopo, dismisero i loro due Tigre-class cruiser negli anni '70, dismettendoli negli anni '80.

Le marine del Sud America furono le ultime ad utilizzare grandi incrociatori armati di cannoni. Il che ci porta alla storia di De Zeven Provinciën e De RuyterLa seconda vita di ‘.

L'incrociatore olandese De Ruyter (C-801) illuminato di notte, giugno 1968

Gli incrociatori olandesi HNLMS De Ruyter e HNLMS De Zeven Provinciën guidano uno squadrone olandese di fregate e sottomarini

Con le potenze dell'ABC (Argentina, Brasile e Cile) tutte dotate di grandi ex incrociatori statunitensi nelle loro flotte, il Perù è andato a fare shopping nei primi anni '70 per una certa parità e ha acquistato i due incrociatori olandesi per una canzone tra il 1972-75. De Ruyter è stato acquistato per primo ed è diventato l'ammiraglia della flotta BAP Almirante Grau (CLM-81) dopo l'eroe navale nazionale, in sostituzione del vecchio Colonia della corona-class incrociatore leggero HMS Terranova che portava lo stesso nome. DZP è stato raccolto in seguito ed è diventato BAP Aguirre.

Incrociatore Almirante Admiral Grau, l'ammiraglia della marina da guerra del Perù, durante la sua costituzione nel 1973.

Per un decennio, questo ha dato ai peruviani un bel po' di prestigio, e mentre le marine ABC hanno abbandonato le loro navi più vecchie (tutte dell'era della seconda guerra mondiale), le navi olandesi molto più recenti hanno continuato a dare un buon servizio.

Il Cile ha dismesso le 12.242 tonnellate O'Higgins (precedentemente il USS Brooklyn CL-40) infine nel 1992.

Crucero O’Higgins de la Armada Chilena, ex USS Brooklyn CL-40

Sorellanza al O'Higgins era la ARA General Belgrano (ex-USS Phoenix CL-46) nave ammiraglia della marina argentina per trent'anni fino a quando non è stata colpita da un sottomarino britannico nella guerra delle Isole Falkland del 1982. Il Brasile aveva anche un paio di exBrooklyn incrociatori di classe, che hanno operato fino agli anni '70.

Per mantenere in vita sua sorella, DZP/Aguirre è stata pagata nel 2000, le sue parti erano usate per mantenere De Ruyter/Grau in operazione.

Sin dalla corazzata USS Missouri fu colpito il 12 gennaio 1995, gli otto cannoni navali Bofors 152/53 montati su Almirante Grau erano i più potenti a galla su qualsiasi nave da guerra operata da qualsiasi marina del mondo. Un disco con cui è uscita dopo aver tenuto per 22 anni e 8211 un'orgogliosa eredità di un'altra generazione e la fine di un'era.

Dopo un ampio restyling nel 1985 e altri aggiornamenti da allora, trasportava nuova elettronica olandese, armamento aggiornato tra cui missili antinave Otomat e cannoni a fuoco rapido 40L70 Dardo, e in effetti era l'equivalente incrociatore dell'era Reagan Iowa-classe corazzate.

Salinas, Perù (3 luglio 2004) – L'incrociatore peruviano Almirante Grau (CLM-81) spara uno dei suoi cannoni calibro 15,2 cm come supporto di fuoco di superficie navale durante un esercizio di assalto anfibio latinoamericano che supporta UNITAS 45-04. Stati Uniti Navy foto del giornalista capo Dave Fliesen

Uno sguardo dettagliato al suo schema modernizzato tramite analisi navali:

Gli olandesi venerano ancora il nome De Ruyter con a Tromp- fregata missilistica di classe commissionata come settima nave con l'impugnatura nel 1975 e una nuova De Zeven Provinciën-classe fregata, l'8 De Ruyter, entrato in servizio nel 2004.

Dimostrando la sua età e richiedendo ancora almeno un equipaggio di 600 anche dopo la modernizzazione, l'incrociatore peruviano con documenti di proprietà olandesi e tedeschi di una volta è stato posto in riserva nel 2010, mantenuto dall'affondamento ma non molto altro. Tuttavia, ha ancora uno scopo come addestramento sul molo e nave ammiraglia.

Nel 2012, il brigadiere dell'esercito reale olandese Jost van Duurling e il ministro della Difesa del Perù, Dr. Luis Alberto Otárola Peñaranda, hanno firmato un accordo di cooperazione militare tra i due paesi su De Ruyter/Graumazzo di ‘.

È anche ricordata nell'arte marittima olandese.

1959. J. Goedhart. De Kruiser Hr. Ms. de Ruyter op zee via Scheepvaartmuseum

Hr.Ms. De Ruyter C801 – di Maarten Platje – 1984

Ora è arrivata la fine. È stata dismessa la scorsa settimana, anche se secondo quanto riferito è in cattive condizioni e non va in mare da quasi un decennio.

La voce per strada è che sarà conservata come un museo galleggiante, forse al Museo Navale di Callao, ma le preoccupazioni sull'amianto, sui prodotti chimici risalenti agli anni '30 e sulla vernice al piombo potrebbero far deragliare la situazione.

Eppure, è andata lontano.

Hr.Ms. De Ruyter C801 tramite blueprints.com

Dislocamento: 12.165 tonnellate fl (1995)
Lunghezza: 614,6 piedi.
Fascio: 56,6 piedi.
Pescaggio: 22.0 piedi.
Propulsione:
4 caldaie a tre fusti Werkspoor-Yarrow
2 turbine a vapore ad ingranaggi De Schelde Parsons
2 alberi
85.000 CV
Velocità: 32 nodi
Gamma: 7.000 NMI a 12 kn
Complemento: 973 (1953) 650 (2003)
Elettronica (1953)
LW-01
2x M45
Elettronica (2003)
AN/SPS-6
Segnale SEWACO Prevedere PE CMS
Ricerca di superficie Signal DA-08
Segnale di controllo del fuoco STIR-240
Controllo del fuoco Signal WM-25
Segnale LIROD-8 optronico
Navigazione Decca 1226
Armamento: (1953)
4 × 2 cannoni Bofor 152/53
8 × 57 mm AA pistole
Armamento (1995)
4 × 2 cannoni Bofor 152/53
8 Otomat Mk 2 SSM
2 × 2 pistole OTO Melara 40L70 DARDO
Armatura:
Cinghia da 50–76 mm (2,0–3,0 pollici)
Torrette da 50–125 mm (2,0–4,9 pollici)
Torretta di comando da 50–125 mm (2,0–4,9 pollici)

Se ti è piaciuta questa colonna, ti preghiamo di prendere in considerazione l'adesione all'International Naval Research Organization (INRO), Publishers of Warship International

Sono forse una delle migliori fonti di studio navale, immagini e compagnia che puoi trovare. http://www.warship.org/membership.htm

L'International Naval Research Organization è una società senza scopo di lucro dedicata all'incoraggiamento dello studio delle navi militari e delle loro storie, principalmente nell'era delle navi da guerra in ferro e acciaio (dal 1860 circa ad oggi). Il suo scopo è fornire informazioni e un mezzo di contatto per coloro che sono interessati alle navi da guerra.

Con oltre 50 anni di borsa di studio, Warship International, il tomo scritto dell'INRO ha pubblicato centinaia di articoli, la maggior parte dei quali sono unici nella loro portata e argomento.

PRINT ha ancora il suo posto. Se ami le navi da guerra dovresti appartenere.

Sono un membro, quindi dovresti esserlo tu!

Condividi questo:

Come questo:


Vista laterale della USS Phoenix (CL-46), 1939 - Storia

SVIZZERA: L'Iraq entra nella Società delle Nazioni.

CANADA : Dopo l'invasione italiana dell'Etiopia (Abissinia), il Canada rifiuta di sostenere l'intervento militare o addirittura le sanzioni

ETIOPIA: Il governo etiope proclama la mobilitazione generale affermando che "Le ostilità sarebbero iniziate al confine eritreo".

CECOSLOVACCHIA: La Slovacchia presenta un ultimatum chiedendo piena autonomia.

GIAPPONE: Il Giappone minaccia contromisure alle sanzioni della Società delle Nazioni affermando che ". . . l'adozione da parte del Consiglio del rapporto relativo alle sanzioni contro il Giappone ha reso evidente l'inconciliabilità tra le posizioni del Giappone e della Lega, . . ."

STATI UNITI: L'USN commissiona l'incrociatore leggero USS Phoenix (CL-46) al Navy Yard di Philadelphia (Pennsylvania). L'USN ha ora 17 incrociatori leggeri in servizio.

REGNO UNITO: Chamberlain respinge le proposte di pace tedesche a titolo definitivo.

Gran Bretagna e URSS riallacciano le relazioni diplomatiche.

RAF: Il maltempo sul continente preclude qualsiasi operazione per le prossime due settimane.

Il volantino del comando bombardieri della RAF viene nuovamente interrotto sulla Germania, a causa delle lamentele provenienti da Belgio, Paesi Bassi e Danimarca per violazioni dello spazio aereo.

FRANCIA: 1 Corpo, BEF, si posiziona al confine con il Belgio. Vengono dati gli ordini per la 3a Div. trasferirsi in una zona difensiva a sud di Lille, intorno a Lesquin e subentrare alla 1a Div. Descritto come "un tratto di terreno altamente fertile che offre un unico fossato anticarro come unico ostacolo alla penetrazione del nemico". Se i tedeschi avessero invaso allora, il tenente generale Brooke annotò nel suo diario, sarebbe stata una passeggiata.

POLONIA: La decima armata tedesca si ritira e si dirige verso il fronte occidentale.

LITUANIA: Dopo un invito a 'negoziati concreti', il ministro degli Esteri lituano parte frettolosamente per Mosca.

U.S.A.: La Conferenza interamericana ha riaffermato la loro dichiarazione di solidarietà, annunciata, zone di sicurezza marittima nell'emisfero occidentale per i neutrali.

OCEANO ATLANTICO: Il Deutschland, dopo aver contabilizzato due navi nel Nord Atlantico, viene ordinato di tornare a casa. Raggiunge la Germania a novembre e viene ribattezzata Lutzow.

L'U-35 affondò la SS Diamantis. Ha preso 26 sopravvissuti da Diamantis e li ha portati a riva a Ventry, in Irlanda. L'U-35 avvistò la SS Diamantis diretta in Gran Bretagna, un piroscafo greco di 4990 tonnellate, 40 miglia nautiche (46 miglia legali o 74 chilometri) a ovest delle Isole Skellig, nella contea di Kerry, in Florida. Le Isole Skellig (Skelligs Michael e Small Skelligs Rock) si trovano a circa 8 miglia (12,8 chilometri) al largo della costa sud-occidentale dell'Ire. La principale pretesa di fama di queste isole è un insediamento monastico del VI secolo, completo di capanne di alveari, oratorio e giardino terrazzato su Skelligs Michael. L'U-35 emerse in caso di maltempo e avvertì quelli a bordo che la loro nave stava per essere affondata. Poiché il mare era agitato e inadatto alle normali operazioni delle scialuppe di salvataggio, l'equipaggio di 28 uomini fu preso a bordo dell'U-35 e la nave fu silurata e affondata. Nel tardo pomeriggio del 4 ottobre, dopo 30-35 ore a bordo, i greci sono sbarcati nella baia di Dingle vicino a Ventry, nella contea di Kerry, in fiamme neutrali, su una spiaggia fiancheggiata da gente del posto. Il membro dell'equipaggio dell'U-35 Walter Kalabuch remò i greci, diversi alla volta, dall'U-Boot alla riva (per questo fu insignito della Croce di Ferro, di seconda classe, il 12 ottobre 1939). Quando tutti furono a terra, l'U-35 se ne andò lentamente in superficie, sorvegliato dagli astanti finché non scomparve nella nebbia. (Dave Shirlaw e Jack McKillop))

BATTAGLIA DELL'ATLANTICO: Riepilogo delle perdite alleate e delle navi da guerra dell'Asse per il primo mese di guerra:

20 navi britanniche, alleate e neutrali di 110.000 tonnellate da tutte le cause nel


Martedì 18 marzo 2008

USS Phoenix (CL-46)


Figura 1: Pearl Harbor Raid, 7 dicembre 1941. USS Fenice (CL-46) scorre lungo il canale al largo della "Battleship Row" di Ford Island, oltre la USS affondata e in fiamme Virginia dell'ovest (BB-48), a sinistra, e USS Arizona (BB-39), a destra. Fotografia del centro storico navale degli Stati Uniti. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 2: USS Fenice (CL-46) che spara con i suoi cannoni da 6"/47 durante il bombardamento pre-invasione di Cape Gloucester, New Britain, circa 24-26 dicembre 1943. Fotografato dal fiocco della nave, guardando avanti. Fotografia ufficiale della Marina degli Stati Uniti, ora nelle collezioni degli Archivi Nazionali. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 3: USS Fenice (a destra) screening dei vettori di scorta (CVE) al largo di Leyte, 30 ottobre 1944. Fotografato da uno dei CVE. Nota le barriere del ponte di volo truccate in primo piano. Fotografia ufficiale della Marina degli Stati Uniti, ora nelle collezioni degli Archivi Nazionali. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 4: vista di prua di babordo di ARA Generale Belgrano (ex USS Fenice) qualche tempo prima del suo affondamento nel 1982. Foto da NavSource Online: Archivio fotografico Cruiser. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 5: Generale Belgrano affonda dopo essere stato attaccato dal sommergibile britannico HMS Conquistatore il 2 maggio 1982 durante la guerra delle Falkland. Nota che la prua della nave è stata spazzata via da uno degli HMS Conquistatore’s siluri. Foto per gentile concessione di Gerhard L. Mueller-Debus. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 6: Generale Belgrano affonda dopo essere stato attaccato dal sottomarino britannico HMS Conqueror il 2 maggio 1982 durante la guerra delle Falkland. Foto per gentile concessione di Robert Hurst. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.


Figura 7: Generale Belgrano affonda dopo essere stato attaccato dal sottomarino britannico HMS Conqueror il 2 maggio 1982 durante la guerra delle Falkland. Foto per gentile concessione di Robert Hurst. Clicca sulla fotografia per l'immagine ingrandita.

Prende il nome dalla capitale dell'Arizona, la USS . da 9.575 tonnellate Fenice (CL-46) era un Brooklyn incrociatore leggero di classe che fu costruito presso la New York Shipbuilding Company a Camden, nel New Jersey, e fu commissionato al Philadelphia Navy Yard il 3 ottobre 1938. La nave era lunga circa 608 piedi e larga 61 piedi, aveva una velocità massima di oltre 33 nodi e un equipaggio di 868 ufficiali e uomini. Il Fenice era armato con 15 cannoni da 6 pollici, otto cannoni da 5 pollici e 8 mitragliatrici calibro .50, anche se durante la guerra furono aggiunti altri cannoni di calibro più piccolo.

Dopo una prima crociera shakedown che l'ha portata lungo la costa atlantica del Sud America, la Fenice ritornò a Filadelfia nel gennaio 1939. Fu poi trasferita alla Flotta del Pacifico e fece base a Pearl Harbor. La mattina del 7 dicembre 1941, il Fenice era ancorato pacificamente a Pearl Harbor appena a sud-est di Ford Island, vicino alla nave ospedale Conforto. Avvistamenti a bordo del Fenice individuò gli aerei giapponesi avvicinarsi a Ford Island e diede l'allarme. Il Fenice andò alle “Battle Stations” e presto i cannoni della nave spararono agli aerei giapponesi. Miracolosamente, il Fenice è rimasto illeso durante l'attacco ed è stato in grado di aumentare il vapore. Lasciò Pearl Harbor poco dopo mezzogiorno e si unì agli incrociatori leggeri St. Louis (CL-49) e Detroit (CL-8), insieme a diversi cacciatorpediniere, in una ricerca spontanea della task force giapponese. È una fortuna che non abbiano localizzato il nemico perché sembra dubbio che tre incrociatori leggeri e una manciata di cacciatorpediniere sarebbero durati a lungo contro l'enorme task force giapponese, che possedeva diverse portaerei e un gran numero di scorte.

Il Fenice trascorse il primo mese di guerra scortando navi tra le Hawaii e la costa occidentale. La nave è stata poi inviata in Australia, dove è stata basata per tutto il 1942 e gran parte del 1943. Durante questo periodo, il Fenice assistette all'orribile sconfitta alleata nelle Indie orientali olandesi, scortò convogli nell'Oceano Indiano e nel Pacifico meridionale e lavorò con le forze navali statunitensi e australiane lungo la costa della Nuova Guinea. Il 26 dicembre 1943, il Fenice, insieme all'incrociatore leggero USS Nashville (CL-43), ha bombardato l'area di Cape Gloucester della Nuova Britannia in Nuova Guinea per quasi quattro ore, distruggendo numerosi obiettivi giapponesi. Il Fenice fornì anche supporto di fuoco per lo sbarco alleato sulla Nuova Britannia, eliminando i bersagli nemici che non erano stati distrutti durante il bombardamento iniziale. Nella notte tra il 25 e il 26 gennaio 1944, il Fenice ha anche preso parte a un raid notturno che ha bombardato le installazioni costiere giapponesi a Madang e Alexishafen, in Nuova Guinea.

Per il resto della guerra, il Fenice è stato assegnato alla settima flotta degli Stati Uniti nel Pacifico. Da marzo a settembre 1944 partecipò alle invasioni alleate delle Isole dell'Ammiragliato, delle coste settentrionali e occidentali della Nuova Guinea e dell'isola di Morotai. Oltre ai suoi doveri di scorta ai convogli e alle task force di invasione, oltre a fornire supporto di fuoco contro bersagli costieri nemici, la Fenice anche assistito nell'inseguimento di un gruppo di cacciatorpediniere giapponesi nella notte dell'8-9 giugno che stavano cercando di portare rinforzi sull'isola di Biak. Nessuna delle navi giapponesi fu affondata perché si ritirarono rapidamente dopo essere entrati in contatto con il Fenice e le altre navi da guerra americane che navigavano con lei.

Il Fenice prese poi parte all'enorme invasione delle Isole Filippine. Il Fenice fu assegnata allo sbarco su Leyte e bombardò le spiagge lì prima del successo dello sbarco alleato il 20 ottobre 1944. I suoi cannoni demolirono obiettivi costieri giapponesi e fornirono un prezioso supporto di fuoco alle truppe americane che sbarcarono a terra. Nella notte tra il 24 e il 25 ottobre, il Fenice prese parte anche alla famosa battaglia dello stretto di Surigao, in cui le forze navali americane al comando dell'ammiraglio Jesse Oldendorf affrontarono le “Forze del Sud” giapponesi sotto il comando dell'ammiraglio Shoji Nishimura. Il Fenice sparò quattro salve di avvistamento e, quando la quarta salva colpì il bersaglio, la nave iniziò a sparare con tutti i suoi cannoni da 6 pollici. La nave da guerra nemica il Fenice stava sparando si è rivelata essere la corazzata giapponese Fuso, che affondò in 27 minuti dopo essere stato martellato dal Fenice e le altre navi della sua task force. Durante la battaglia i giapponesi persero un'altra corazzata e tre cacciatorpediniere. Anche un incrociatore giapponese fu danneggiato durante la battaglia e fu affondato il giorno successivo da aerei americani. L'ammiraglio Nishimura è stato ucciso durante lo scontro, che si è rivelato essere una delle ultime grandi battaglie di superficie nella storia navale.

Il Fenice ha continuato a servire al largo delle coste delle Filippine per diversi mesi, combattendo contro numerosi attacchi aerei giapponesi e bombardando obiettivi costieri a sostegno degli assalti americani su Mindoro, Golfo di Lingayen e Baia di Manila. Da maggio a luglio 1945, il Fenice assistito anche negli sbarchi sul Borneo.

Quando la guerra nel Pacifico terminò nell'agosto 1945, il Fenice stava tornando negli Stati Uniti per una revisione. Raggiunse il Canale di Panama il 6 settembre e, dopo avervi transitato, fu assegnata alla Flotta Atlantica. Fu messa in riserva presso il Philadelphia Navy Yard il 28 febbraio 1946 e fu ritirata dal servizio il 3 luglio 1946. Il Fenice ha ricevuto nove stelle di battaglia per il suo servizio nella seconda guerra mondiale.

Il Fenice rimase a Filadelfia in “naftalina” fino al 9 aprile 1951, quando fu trasferita in Argentina. La nave è stata ribattezzata la 17 ottobre e rimessa in servizio nella Marina argentina il 17 ottobre 1951. Nel 1956 la nave fu ribattezzata ancora una volta e chiamata Generale Belgrano. La nave ha servito l'Argentina per più di 30 anni, ma il 2 maggio 1982, il BelgranoLa fortuna è finita. Durante la guerra con la Gran Bretagna per le Isole Falkland, il Generale Belgrano è stato silurato dall'HMS Conquistatore, un sottomarino nucleare britannico. Il Belgrano è stato colpito da due Mk. 8 siluri (che furono progettati negli anni '20) e l'ordine di “abbandonare la nave” fu dato circa 20 minuti dopo l'attacco. Poco dopo la nave si capovolse e affondò, portando con sé 323 uomini. Circa 770 uomini furono infine salvati dalle vicine navi argentine. Il Generale Belgrano è stata l'unica nave mai affondata da un sottomarino nucleare.

Senza dubbio l'USS Fenice avuto una carriera straordinaria. Riuscì a sopravvivere all'attacco a Pearl Harbor e all'intera guerra nel Pacifico, nonché a uno dei più grandi scontri navali della storia navale, la battaglia dello stretto di Surigao. Ha anche continuato a servire la Marina argentina per più di 30 anni prima di incontrare la sua fine violenta nell'Atlantico meridionale nel 1982. Sembra ironico che un sottomarino nucleare abbia affondato un incrociatore costruito prima della seconda guerra mondiale usando un siluro che è stato progettato anche prima della seconda guerra mondiale. Ma questi sono i tipi di ironia che rendono la storia navale inquietante oltre che intrigante.


Guarda il video: USS PHOENIX CL-46 - Pearlharbour. HQ


Commenti:

  1. Esam

    Sono qui per caso, ma mi sono registrato appositamente sul forum per partecipare alla discussione di questo problema.

  2. Janene

    Hai torto. Suggerisco di discuterne.

  3. Baltasar

    Secondo me non hai ragione. Posso dimostrarlo.

  4. Mikak

    Mi dispiace, ma penso che tu stia facendo un errore. Propongo di discuterne.

  5. Noland

    Tui hai torto. Inserisci che ne discuteremo. Scrivimi in PM, lo gestiremo.



Scrivi un messaggio