Convenzione Democratica del 1948 - Storia

Convenzione Democratica del 1948 - Storia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Chicago Stadium Chicago, Illinois Auditorium municipale

dal 12 al 14 luglio 1948

Nominato: Harry S. Truman del Missouri di New York per il presidente

Nominato: Alben R Barkely per il vicepresidente

Il partito democratico non era entusiasta di nominare Truman nel 1948 e alcuni nel partito tentarono di convincere il generale Eisehower ad accettare di essere arruolato, quando rifiutò il partito radunato attorno a Truman. L'evento più notevole della convention è stata la controversia sui diritti degli Stati e sull'integrazione. I delegati del sud volevano una piattaforma molto forte a sostegno dei diritti dello stato, quando la convenzione si è rifiutata, alcuni delegati del sud si sono ritirati.

.


Biblioteca Truman

Il signor Hackman ha parlato della nuova "Galleria della Casa Bianca" presso la biblioteca, che espone la vita quotidiana del presidente Truman in ...

Discorso per il 50° anniversario del presidente Truman

Il presidente Clinton ha parlato dei paralleli tra il suo mandato e i termini del presidente Truman. Ha anche sottolineato...

La strada per la Casa Bianca

Il programma inizia con un colloquio di profilo con il candidato presidenziale repubblicano Alan Keyes. Il signor Keyes è un ex...

Biblioteca Truman

Il vicedirettore George Curtis ha offerto alla troupe del C-SPAN School Bus un tour della Biblioteca presidenziale di Truman.


Nel 1948, i Democratici superarono la divisione dei diritti civili

La convention democratica del 1948 fu divisiva e caotica. E a differenza degli affari altamente sceneggiati di oggi, i delegati hanno fatto molto di più che salutare e salutare. Sessant'anni fa, hanno svolto un ruolo importante nella formazione del movimento per i diritti civili in America.

È l'EDIZIONE DEL MATTINO da NPR News. Buon giorno. Sono Renée Montagne.

E io sono Steve Inskeep. Quando i Democratici nomineranno un afroamericano alla presidenza questa settimana, continueranno un processo iniziato 60 anni fa. Al loro congresso del 1948, un gruppo di democratici adottò per la prima volta un asse per i diritti civili nella piattaforma del loro partito. Erano guidati da un giovane politico di nome Hubert Humphrey.

Sig. HUBERT HUMPHREY: In America è arrivato il momento per il Partito Democratico di uscire dall'ombra dei diritti degli stati e di camminare schiettamente sotto il sole splendente dei diritti umani.

INSKEEP: Questo è Hubert Humphrey nel 1948. Ron Elving, redattore senior di NPR a Washington, è la nostra guida attraverso una convention non proprio così coreografata come quelle a cui stiamo assistendo quest'anno.

RON ELVING: Oh, no. No. A quei tempi l'unico script che veniva fatto veniva fatto da ogni singolo oratore. E non si trattava di colpire una particolare coordinata temporale in modo che la televisione potesse catturarti nel modo giusto. C'erano le telecamere lì nel 1948, ma non c'erano così tanti televisori in tutto il paese. E quindi questo non ha davvero guidato i tempi e il programma della convention.

INSKEEP: Ma la gente stava ascoltando la radio e la gente era nella stanza ed era venuta a discutere. Sarebbero venuti per discutere un punto.

ELVING: Sono venuti per decidere tutte le questioni importanti, incluso chi sarebbe stato il candidato presidenziale, chi sarebbe stato il candidato alla vicepresidenza. Spesso era una questione aperta quando iniziarono le convention in quei giorni. Non tanto nel 1948 a livello presidenziale, perché avevano un presidente democratico in carica in Harry Truman.

Ma la piattaforma era una questione enormemente aperta. E tra le altre cose, i liberali - i liberali per lo più del nord come Hubert Humphrey e alcuni altri - stavano spingendo forte per avere un'assegnazione significativa sui diritti civili.

Harry Truman in realtà aveva un programma abbastanza aggressivo per perseguire la questione della segregazione nel paese, ma sapeva che alla convention dell'estate del 1948 non ci sarebbe stato molto sostegno per questo. E voleva una convenzione il più pacifica possibile. Voleva provare a tenere insieme la festa. Quindi si è opposto alla plancia di minoranza attraverso i suoi surrogati alla convention.

INSKEEP: Voleva avere la convenzione piacevole e calma.

INSEGNAMENTO: . dove tutti cantano dallo stesso libro di canzoni.

ELVING: Il candidato vuole sempre avere una convenzione il più calma possibile, una convenzione il più unificata possibile, in modo che ci sia un consenso e una forza forte che va avanti dalla convenzione.

Ma in questo caso particolare, i giovani timonieri come Hubert Humphrey, che era allora sindaco di Minneapolis e candidato al Senato in Minnesota, volevano davvero che questo fosse il momento in cui la festa usciva, come gli abbiamo appena sentito dire. Un discorso straordinario, un discorso potente. Anche guardandolo su un vecchio film graffiante, è davvero un discorso sorprendentemente galvanizzante 60 anni dopo.

INSKEEP: Cosa stava accadendo nella storia americana in quel momento che rendeva importante per le persone confrontarsi con i diritti civili in quel momento rispetto a pochi anni prima o pochi anni dopo?

ELVING: Certo che potrebbero essere passati anni. In effetti, una delle cose che ha detto Hubert Humphrey è stata che la gente dice che sto affrettando questo problema. Dico che siamo in ritardo di 172 anni. E si riferiva, ovviamente, al 1776. Era il dopoguerra, la fine degli anni Quaranta. Molte persone hanno sentito che era tempo di andare dopo la questione dei diritti civili, la segregazione nel sud.

L'asse della piattaforma che stavano spingendo includeva cose come una legge contro il linciaggio. Stavano anche spingendo per opporsi alla segregazione scolastica, che era essenzialmente il modo di vivere, non solo nel Sud ma in tutto il paese. Volevano cercare di porre fine alla discriminazione sul lavoro e all'accesso alle strutture pubbliche sulla base della razza. È stato fatto negli anni '60, ma nel 1948 era un argomento molto scottante.

INSKEEP: Quindi cosa è successo quando questi democratici liberali hanno cercato di spingere questa tavola dei diritti civili su una convenzione che includeva un intero gruppo di democratici del sud che erano segregazionisti?

ELVING: È successo un enorme combattimento a terra. E alla fine, con un voto molto ristretto, quella convenzione democratica del 1948 adottò l'asse di minoranza di Hubert Humphrey. E le rocce più dure dall'altra parte della festa dal profondo sud se ne sono andate letteralmente. La delegazione del Mississippi ha abbandonato nella sua interezza, circa la metà della delegazione dell'Alabama. Circa tre dozzine di delegati in totale sono usciti dalla convention e hanno promesso di nominare il loro candidato Dixiecrat alla presidenza, Strom Thurmond dalla Carolina del Sud, cosa che hanno fatto.

INSKEEP: Ascoltiamo uno di quei delegati che ha tenuto questo discorso all'uscita, Handy Ellis dell'Alabama.

Sig. HANDY ELLIS (Delegato Democratico, Alabama): Il Sud non sarà più il capro espiatorio del Partito Democratico. E sai che senza i voti del Sud non puoi eleggere il presidente degli Stati Uniti.

INSKEEP: E voglio ascoltare, Ron Elving, il presidente degli Stati Uniti che stava cercando di essere rieletto dopo questa imbarazzante convention, per non dire altro. Harry Truman ha detto questo.

Presidente HARRY TRUMAN: Ci sono state divergenze di opinioni, e questo è il modo democratico. Tali differenze sono state risolte a maggioranza come dovrebbero essere. Ora è il momento per noi di unirci e sconfiggere il nemico comune.

INSEGNARE: OK. Quindi, in che modo questa convenzione disordinata ha influenzato le possibilità di rielezione di Truman?

ELVING: Sembrava condannarli. Sembrava che Harry non avesse alcuna possibilità. Stava per perdere molto del Sud. Stava per perdere New York. Ma alla fine quello che è successo, e ha scioccato tutti, è stato che con il margine più ristretto - ben al di sotto dell'1 percento in entrambi i casi - Ohio e Illinois con grandi voti afroamericani a Cleveland e Chicago in realtà sono andati per Truman. E grazie a quel voto, Harry Truman è sopravvissuto. Ha ottenuto poco più di 300 voti elettorali. Il voto nazionale complessivo è stato molto vicino. Ma Harry Truman è sopravvissuto perché ha ottenuto una buona affluenza tra i neri a Cleveland e Chicago.

INSKEEP: Ron Elving, caporedattore senior di NPR a Washington.

Copyright e copia 2008 NPR. Tutti i diritti riservati. Per ulteriori informazioni, visitare le pagine dei termini d'uso e delle autorizzazioni del nostro sito Web all'indirizzo www.npr.org.

Le trascrizioni NPR vengono create in tempi brevi da Verb8tm, Inc., un contraente NPR, e prodotte utilizzando un processo di trascrizione proprietario sviluppato con NPR. Questo testo potrebbe non essere nella sua forma definitiva e potrebbe essere aggiornato o rivisto in futuro. La precisione e la disponibilità possono variare. La registrazione autorevole della programmazione di NPR è la registrazione audio.


Dixiecrats

Convenzione Nazionale Democratica del 1948 Le radici della rivolta di Dixiecrat erano in opposizione alle politiche del New Deal, in particolare alle riforme a favore del lavoro introdotte dal Fair Labor Standards Act e dal Wagner Act. L'impulso più immediato per il movimento, tuttavia, includeva il programma per i diritti civili del presidente Harry Truman, introdotto nel febbraio 1948 nella piattaforma presidenziale del Partito Democratico nazionale del 1948 e la mobilitazione politica senza precedenti dei neri del sud sulla scia della Corte Suprema degli Stati Uniti. decisione in Smith contro Allwright nel 1944. In questo caso del Texas, la Corte ha stabilito che la legge primaria bianca violava il quindicesimo emendamento ed era quindi incostituzionale. Gli stati dell'Alto Sud hanno acconsentito alla sentenza, ma la decisione è stata una bomba politica nel profondo sud. I legislatori bianchi in tutta la regione hanno cercato modi per aggirare la sentenza e gli afroamericani hanno organizzato campagne di registrazione degli elettori. In tutto il Sud, più di mezzo milione di afroamericani si registrarono per votare alle primarie del Partito Democratico del 1946. Donald Comer Il movimento Dixiecrat era più forte negli stati del sud con grandi popolazioni afroamericane. In Alabama, lo sconvolgimento sulle proposte di Truman sui diritti civili per abrogare la tassa sui sondaggi, far rispettare le leggi contro la discriminazione sul lavoro e rendere il linciaggio un crimine federale ha rappresentato l'ultima reazione in una lotta di potere tra gli interessi agricoli nella regione della cintura nera dello stato e i conservatori industriali e il Liberali del New Deal che andava avanti dagli anni '30 e che sarebbe continuato nel decennio successivo. Il capo titolare delle forze per i diritti degli stati dell'Alabama era l'ex governatore Frank Dixon. Altri eminenti abitanti dell'Alabama che si unirono ai Dixiecrats includevano il presidente del Partito Democratico di Stato Gessner T. McCorvey del Mobile Birmingham, avvocato e agente politico Horace Wilkinson Birmingham, commissario per la sicurezza pubblica Eugene "Bull" Connor Walter Givhan, ex capo dell'Alabama Farm Bureau Sidney W. Smyer, un avvocato aziendale di Birmingham ed ex lobbista per le Associated Industries of Alabama e magnate tessile Donald Comer. Gessner T. McCorvey Disinteressato alla creazione di un nuovo partito dalla base, i Dixiecratis contavano sulla loro capacità di controllare la macchina del partito e di dirottare il Partito Democratico statale. Il presidente McCorvey ha trasformato le primarie dell'Alabama di inizio maggio in un referendum sui diritti degli Stati. Oltre a votare per i candidati alle cariche locali e statali, gli elettori hanno anche scelto gli elettori presidenziali dello stato e i delegati alla prossima convention nazionale di luglio. McCorvey ha chiesto a tutti i candidati elettori di firmare dichiarazioni in cui si impegnavano a votare contro qualsiasi candidato democratico che sostenesse l'intero programma per i diritti civili. Alla fine tutti gli 11 elettori prescelti hanno firmato l'impegno. La legge dell'Alabama ha permesso che solo i nomi dei candidati sostenuti dagli elettori dello stato comparissero nella scheda elettorale. Alla sua convention nazionale di luglio, il Partito Democratico ha adottato una forte piattaforma per i diritti civili. In risposta, metà della delegazione dell'Alabama si è precipitata in segno di protesta. Il delegato alla Convention George C. Wallace rimase con i lealisti dell'Alabama. Strom Thurmond La piattaforma dei Dixiecrats si è opposta alla legislazione federale anti-linciaggio e anti-sondaggio fiscale e a una Commissione permanente per le pratiche di occupazione equa e si è impegnata a sostenere la segregazione e promuovere la supremazia bianca. Il loro successo elettorale dipendeva dalla loro capacità di convincere i singoli stati a impegnare i loro elettori del Partito Democratico nei candidati per i diritti degli Stati. I dixiecrati dell'Alabama hanno avuto il minor lavoro da fare, poiché gli elettori avevano già obbligato i loro elettori ad opporsi a qualsiasi candidato per i diritti civili durante le primarie. Il 29 luglio, gli 11 elettori del Partito Democratico dell'Alabama si sono riuniti e hanno promesso i loro voti a Thurmond e Wright, sostanzialmente suggellando l'esito delle elezioni presidenziali in Alabama.

Sebbene i dixiecrati siano stati liquidati come una terza parte fallita, erano essenziali per il cambiamento politico del sud. Il Dixiecrat Party ha rotto la solida e storica fedeltà del Sud al Partito Democratico nazionale e così facendo ha inaugurato un'era imprevedibile in cui i meridionali bianchi sono stati alle prese con una serie di sforzi per contrastare il progresso razziale. I dixiecrati erano membri di spicco dei White Citizens Councils e di altre cosiddette organizzazioni di Massive Resistance dedicate a sostenere la segregazione che fiorì in tutta la regione negli anni '50 e '60. Sebbene i dixiecrati come entità politica non siano sopravvissuti oltre il 1948, i meridionali bianchi hanno utilizzato la struttura organizzativa e intellettuale del movimento per creare nuove istituzioni politiche e nuove alleanze nel loro disperato tentativo di ostacolare il progresso razziale e preservare il potere. Alcuni dixiecrati tornarono al Partito Democratico e altri, a disagio con la posizione dei diritti civili del partito, votarono come indipendenti politici alle elezioni presidenziali degli anni '50. Dalla fine degli anni '40, il termine "Dixiecrat" è diventato un termine generico usato per descrivere i democratici bianchi del sud contrari alla legislazione sui diritti civili.

Bernardo, William D. Dixiecrati e Democratici: Alabama Politica, 1942-1950. Tuscaloosa: University of Alabama Press, 1974.


Una prospettiva storica sulle convenzioni democratiche divise

Oggi inizia la Convention Nazionale Democratica 2008. I media (o alcune sezioni di esso, dovrei dire) hanno spinto per una grande lotta travolgente sul pavimento della convention di Denver - i sostenitori di Hillary Clinton hanno messo in scena una sorta di scena per le telecamere - in modo che possano continuare il loro "Guarda come sono divisi i Democratici" trama. Il tema del "partito diviso" sarà spinto forte da alcuni, nel tentativo di inserire un po' di suspense e dramma in quello che di solito (almeno nei tempi moderni) è un evento politico americano accuratamente messo in scena e piuttosto iperprodotto.

Questo, storicamente parlando, è una pura sciocchezza. Sciocchezze. Buco assoluto.

Permettetemi di riportarvi indietro a un tempo in cui il Partito Democratico davvero era diviso -- sessant'anni fa, nel 1948. La Convenzione Nazionale Democratica di allora fatto avere eventi drammatici che mostrano il partito non solo diviso, ma in realtà frammentandosi in fazioni e la nascita di una nuova (ma, fortunatamente, di breve durata) terza parte come risultato. Tutto questo dal piano stesso della convention.

È stato riferito che il presidente Lyndon B. Johnson disse, quando firmò il Civil Rights Act nel 1964, che "abbiamo perso il Sud per una generazione". Il "noi" di cui parlava era il Partito Democratico, e ogni rapida occhiata al voto del collegio elettorale da allora fino ad oggi dimostra che non aveva solo ragione, ma in realtà conservatore nella sua stima - ora è completamente Due generazioni dopo, e il Sud è ancora una roccaforte repubblicana.

Ma mentre Johnson aveva più ragione di quanto sapesse (come ha dimostrato la storia successiva), non era il 1964 quando i Democratici persero davvero il Sud, ma sedici anni prima.

Ciò che va ricordato è che fino a dopo la seconda guerra mondiale, i Democratici avevano una stretta assoluta sul Sud. I repubblicani erano (allora) effettivamente visti come il partito dei diritti civili. Strano, ma vero (come oscilla davvero il pendolo della politica americana, ma anche come pochi si preoccupano di ricordare l'ultimo ciclo). I meridionali, però, hanno un lungo memoria collettiva, molto più lunga del pubblico americano in generale. E Abraham Lincoln fu il primo presidente repubblicano. Prima che esistessero i Democratici "Blue Dog", c'erano i Democratici "Yellow Dog". Questi erano meridionali che avrebbero votato per un "cane yaller" sul biglietto democratico, piuttosto che votare per un repubblicano. Tutto perché Lincoln era stato un repubblicano e aveva condotto la "guerra di aggressione del nord" (come fu chiamata la guerra civile nel sud per oltre 100 anni). Come ho detto. lungo ricordi.

Nel dopoguerra, tuttavia, il Partito Democratico stava iniziando a fare affidamento sugli elettori neri negli stati del nord per vincere le elezioni, e stava diventando decisamente imbarazzato dall'ala meridionale del loro partito. Il presidente Harry Truman, che non era ancora stato eletto presidente (ha ottenuto l'incarico quando è morto F.D.R), ha preso la decisione che ha cambiato per sempre il Partito Democratico. Ed è successo durante la convention del 1948.

Truman aveva mostrato un forte sostegno al coinvolgimento del governo federale nei diritti civili, come evidenziato dal discorso che aveva tenuto l'anno prima, davanti al N.A.A.C.P. (Truman è stato il primo presidente ad essersi rivolto al gruppo):

A questi principi giuro il mio pieno e continuo sostegno.

Molte delle nostre persone soffrono ancora l'umiliazione dell'insulto, la paura atroce dell'intimidazione e, mi dispiace dirlo, la minaccia di lesioni fisiche e violenza della folla. Il pregiudizio e l'intolleranza in cui sono radicati questi mali esistono ancora. La coscienza della nostra nazione, e l'apparato giuridico che la impone, non hanno ancora assicurato ad ogni cittadino la piena libertà dalla paura.

Non possiamo aspettare un altro decennio o un'altra generazione per rimediare a questi mali. Dobbiamo lavorare, come mai prima d'ora, per curarli ora. Le conseguenze della guerra e il desiderio di mantenere la fede con i principi storici della nostra nazione rendono il bisogno urgente.

Il sostegno delle popolazioni disperate dei paesi devastati dalla battaglia deve essere conquistato per il libero stile di vita. Dobbiamo averli come alleati nella nostra continua lotta per la soluzione pacifica dei problemi del mondo. La libertà non è una lezione facile da insegnare, né una causa facile da vendere, a popoli assillati da ogni genere di privazione. Possono arrendersi alla falsa sicurezza offerta in modo così allettante dai regimi totalitari, a meno che non si dimostri la superiorità della democrazia.

Il nostro caso per la democrazia dovrebbe essere il più forte possibile. Dovrebbe basarsi su prove pratiche che siamo stati in grado di mettere ordine nella nostra casa.

Per queste ragioni impellenti, non possiamo più permetterci il lusso di un piacevole attacco al pregiudizio e alla discriminazione. C'è molto che i governi statali e locali possono fare nel fornire salvaguardie positive per i diritti civili. Ma non possiamo più attendere la crescita di una volontà di azione nello stato più lento della comunità più arretrata.

Il nostro governo nazionale deve indicare la strada.

Questo era non quello che il Sud (e i Democratici del Cane Giallo) volevano sentire. Stavano prendendo posizione sui "diritti dello stato" - il che significava: "manteniamo le nostre leggi di Jim Crow". Anche se era un anno elettorale e la sua popolarità nei sondaggi era in calo, Truman spinse la questione nel 1948, iniziando l'anno affermando la sua intenzione di desegregare i militari attraverso un ordine esecutivo, piuttosto che cercare di convincere il Congresso a emanare una legislazione.

È stato sbalorditivo come se Bill Clinton avesse fatto campagna elettorale nelle elezioni del 1996 per consentire ai gay di servire apertamente nell'esercito: una mossa audace e radicale durante una campagna presidenziale, che era garantito assolutamente infuriare un'intera regione del paese.

Nel febbraio del 1948, Truman si rivolse al Congresso a sostegno dei diritti civili.Ancora una volta - durante un anno elettorale - ha portato la questione estremamente controversa alla ribalta del dibattito politico. I giornali del sud lo paragonarono apertamente alla Gestapo per averlo fatto: tre anni dopo che i nazisti erano stati sconfitti, va notato. Tali confronti erano ancora più infiammatori allora di quanto non lo siano ora. Anche a livello nazionale, non era una questione popolare: i sondaggi Gallup mostravano che gli americani erano in disaccordo in modo schiacciante con Truman sulla questione dei diritti civili.

Quindi non c'è da stupirsi che quando la convention si è svolta, la lotta era appena diventata più aspra all'interno del partito. Truman ha spinto per una tavola dei diritti civili nella piattaforma che era una versione annacquata, che riteneva potesse essere accettabile per il sud. Ma il comitato della piattaforma ha emanato un tanto un'asse dei diritti civili più decisa.

Mentre Barack Obama ha colpito i riflettori nazionali durante la convention del 2004, un giovane politico (che in seguito sarebbe diventato vicepresidente) ha tenuto un discorso entusiasmante alla convention del 1948, dopo aver guidato lo sforzo per rafforzare l'asse dei diritti civili. Dal discorso di Hubert Humphrey:

Sì, questo è molto più di una questione di partito. Ogni cittadino in questo paese ha un interesse nell'emergere degli Stati Uniti come leader nel mondo libero. Quel mondo è sfidato dal mondo della schiavitù. Per poter svolgere la nostra parte in modo efficace, dobbiamo trovarci in una posizione moralmente sana. Non possiamo usare un doppio standard - non c'è spazio per doppi standard nella politica americana - per misurare le nostre politiche e quelle degli altri. Le nostre richieste di pratiche democratiche in altri paesi non saranno più efficaci della garanzia di tali pratiche nel nostro paese.

Amici, delegati, non credo che ci possa essere alcun compromesso sulle garanzie dei diritti civili di cui abbiamo parlato nella relazione di minoranza. Nonostante - Nonostante il mio desiderio di un accordo unanime su tutta la piattaforma, nonostante il mio desiderio di vedere tutti qui in un accordo onesto e unanime, ci sono alcune questioni che penso debbano essere poste chiaramente e senza riserve. Non ci può essere copertura: i titoli dei giornali sono sbagliati. Non ci sarà copertura, e non ci sarà alcun annacquamento - per favore - degli strumenti e dei principi del programma per i diritti civili.

A coloro che dicono -- Amici miei, a coloro che dicono che stiamo affrettando la questione dei diritti civili, dico loro che siamo in ritardo di 172 anni. A coloro che dicono -- A coloro che dicono che questo programma per i diritti civili è una violazione dei diritti degli Stati, dico questo: in America è arrivato il momento per il Partito Democratico di uscire dall'ombra dei diritti degli Stati e di camminare schiettamente sotto il sole splendente dei diritti umani. Persone -- Persone -- esseri umani -- questo è il problema del 20° secolo. Persone di tutti i tipi - tutti i tipi di persone - e queste persone stanno cercando l'America per la leadership, e stanno cercando l'America per il precetto e l'esempio.

Il risultato fu che durante l'appello, tre dozzine di delegati si alzò e uscì dalla sala della convention in segno di protesta. L'intera delegazione del Mississippi e metà della delegazione dell'Alabama si sono alzate e se ne sono andate. Erano guidati da Strom Thurmond (a quel tempo ancora democratico), e hanno continuato a formare il "Partito Democratico per i diritti degli Stati" (meglio conosciuto con il loro soprannome, i "Dixiecrati") che ha convocato la propria convention in Alabama, e successivamente nominato Thurmond come loro candidato presidenziale. Sebbene Harry Truman fosse il presidente in carica degli Stati Uniti, in realtà era... tenuto fuori dal ballottaggio in Alabama a causa di questa defezione. Il Dixiecrat Thurmond ha continuato a vincere quattro stati (Carolina del Sud, Alabama, Mississippi e Louisiana) e parte di un altro (Tennessee) alle elezioni generali, per un totale di 39 voti elettorali - che è stato certamente un risultato impressionante per soli vincendo il 2,4% del voto popolare (per fare un confronto, H. Ross Perot ha vinto il 18,8% del voto popolare nel 1992, ma ha vinto esattamente zero voti elettorali).

Ma Truman non è stato sfidato solo dal sud, c'era anche un altro terzo partito scissionista in corsa - il Partito Progressista - che lo ha sfidato da sinistra. Hanno nominato Henry Wallace e hanno anche vinto il 2,4% del voto popolare (pensa: Ralph Nader), ma non hanno vinto voti elettorali.

Non ci si aspettava che i Democratici, divisi in tre fazioni, vincessero le elezioni. Truman ha cercato, durante il suo discorso di accettazione alla convention, di portare i Democratici in una sorta di unità di partito. In un passaggio del suo discorso di ringraziamento (che potrebbe essere facilmente ripreso nei prossimi giorni dal podio di Denver), Truman ha proclamato (in quello che è stato ampiamente acclamato come un discorso bruciacchiato, anche se la maggior parte dei telespettatori era andata a dormire quando l'ha partorito):

Questo convegno si è riunito per esprimere la volontà e riaffermare le convinzioni del Partito Democratico. Ci sono state differenze di opinione, e questo è il modo democratico. Tali differenze sono state risolte a maggioranza, come dovrebbero essere.

Ora è tempo per noi di unirci e sconfiggere il nemico comune. E questo dipende da te.

Abbiamo lavorato insieme per la vittoria in una grande causa.

Tranne allora, c'è davvero erano divisioni ideologiche nel partito. Hillary Clinton e Barack Obama hanno condiviso quasi esattamente la stessa posizione su quasi tutti i principali problemi di quest'anno, il che significa che la differenza e la divisione tra i due era (ed è tuttora) una questione di quali candidati elettori personalmente piaceva, e non tanto la loro posizione politica. Ma le spaccature nel Partito Democratico nel 1948 furono profonde e rivoluzionarie, e come risultato emerse un partito diverso.

Va notato che nulla di tale portata deve affrontare i Democratici nel 2008. Non importa come i media si concentrino su alcuni agitatori di marmaglia - fuori dalla sala convegni o all'interno - qualsiasi sostenitore di Hillary Clinton avrebbe difficoltà a dettagliare esattamente come, ideologicamente, Barack Obama sia diverso dal loro candidato preferito. Questo era solo non così nel 1948.

Newsweek definì la Convenzione nazionale democratica del 1948 "la convenzione peggio gestita e più scoraggiata della storia americana".

Infuriato per la defezione dei Dixiecrati, Truman emanò l'Ordine Esecutivo 9981 meno di due settimane dopo, che alla fine avrebbe completamente desegregato l'esercito degli Stati Uniti.

Tutti pensavano che Truman avrebbe perso. Tutti. Ogni esperto radiofonico, ogni giornalista, ogni sondaggista... Ognuno di loro -- il verdetto è stato unanime. Truman stava per perdere. Alla grande. Il sondaggio Gallup era così convinto del fatto che hanno effettivamente smesso di votare... tre settimane prima delle elezioni. Ovviamente sentivano che non c'era bisogno di continuare a votare, perché il risultato era scritto nella pietra: il repubblicano Thomas Dewey avrebbe vinto in modo schiacciante. La notte prima delle elezioni, il capo dei servizi segreti si è recato a New York City, così da poter essere con Dewey la notte delle elezioni. Era un affare fatto, in altre parole.

Ma il vicepresidente di Truman, Alben Barkley, si avvicinò a lui mentre si stava preparando per la campagna dal retro di un treno (un tour "fischio") e gli diede quello che oggi sarebbe chiamato il suo slogan "paracolpi" per la campagna -- "Dagli l'inferno, Harry!"

E Truman, nella sua campagna, ha fatto proprio questo. Nelle parole di un leader laburista dell'epoca, Victor Reuther:

"Harry era un dannatamente bravo attivista. Amava uscire e mescolarsi con la gente e sapeva come parlare la loro lingua. Sai, non era un tipo altezzoso. Poteva essere capito da ogni operaio di fabbrica, ogni minatore di carbone , ogni lavoratore tessile, ogni casalinga."

Truman, durante la campagna, parlando con gli agricoltori:

Vota i tuoi allevamenti. Vota per il tenore di vita che hai vinto sotto un'amministrazione democratica. Esci il giorno delle elezioni e vota per il tuo futuro.

Truman, ovviamente, ha vinto le elezioni. Altrimenti impareremmo tutti del "Presidente Dewey" durante le lezioni di storia alle elementari. In realtà, l'unica cosa che la maggior parte di noi ricorda di queste elezioni è la fotografia di Truman la mattina dopo le elezioni, che mostra il titolo spettacolarmente sbagliato nel Chicago Tribune -- "Dewey sconfigge Truman." Questo è tutto ciò che noi americani ricordiamo di queste elezioni: un giornale che ha stampato il titolo sbagliato.

I paralleli storici sono difficili da tracciare normalmente, e in questa corsa presidenziale unica, sono quasi impossibili. Non intendo suggerire che il 2008 sarà esattamente come il 1948 in alcun modo, forma o forma. Ma non dobbiamo dimenticare le lezioni apprese nella campagna di Truman del 1948. A volte giocare sul sicuro non è il modo per vincere. A volte essere audaci paga. Se riesci a connetterti con "le persone" in modo reale e tangibile, loro voteranno per te. Entrare in contatto con la classe operaia americana può portarti alle elezioni. Ma devi lottare per ottenere il loro voto. Devi dare "l'inferno" all'altro lato. Non cedere mai. Non credere a ciò che i sondaggisti e i media ti dicono sia "saggezza convenzionale" - vai là fuori e crea un po' di saggezza convenzionale tutta tua!

E, soprattutto per il 2008, non credete alla narrativa dei media che si tratta di una sorta di "partito diviso", perché i Democratici di oggi non lo sono. Tutti i veri democratici degni dell'etichetta stanno tirando forte per sconfiggere l'eredità di George W. Bush e della sua ancella John McCain. Abbiamo avuto un partito diviso in passato e, di conseguenza, ha contribuito a creare un partito più forte e migliore. E le speranze ei sogni di quel partito sono incarnati in Barack Obama e Joe Biden.


Convenzioni politiche nazionali simili o simili alla Convenzione Nazionale Democratica del 1948

Si tenne alla Philadelphia Convention Hall di Filadelfia, in Pennsylvania, dal 12 luglio al 14 luglio 1948, e portò alla nomina del presidente Harry S. Truman per un intero mandato e del senatore Alben W. Barkley del Kentucky per vicepresidente nelle elezioni presidenziali del 1948 . Wikipedia

Tenuto al Municipal Auditorium, a Filadelfia, in Pennsylvania, dal 21 al 25 giugno 1948. Il governatore di New York Thomas E. Dewey aveva spianato la strada per vincere la nomina presidenziale repubblicana alle elezioni primarie, dove aveva battuto l'ex governatore del Minnesota Harold E Stassen e il generale Douglas MacArthur della seconda guerra mondiale. Wikipedia

Convention di nomina presidenziale, tenutasi presso il Wells Fargo Center di Philadelphia, Pennsylvania, dal 25 al 28 luglio 2016. La convention ha riunito i delegati del Partito Democratico, la maggioranza dei quali eletta attraverso una serie precedente di primarie e caucus, per nominare un candidato presidente e vicepresidente alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 2016. Wikipedia

Le elezioni del Senato degli Stati Uniti del 1948 furono elezioni che coincisero con l'elezione del presidente democratico Harry S. Truman per un intero mandato. Truman aveva fatto una campagna contro un Congresso "ostruzionista" che aveva bloccato molte delle sue iniziative, e inoltre l'economia degli Stati Uniti si era ripresa dalla recessione del dopoguerra del 1946-47 il giorno delle elezioni. Wikipedia

Tenuto giovedì 20 gennaio 1949, presso l'East Portico del Campidoglio degli Stati Uniti a Washington, DC Questa è stata la 41a inaugurazione e ha segnato l'inizio del secondo e unico mandato completo di Harry S. Truman come presidente, nonché l'unico mandato di Alben W. Barkley come vicepresidente. Il giudice capo Fred M. Vinson ha amministrato il giuramento presidenziale mentre il giudice Stanley Forman Reed ha amministrato il giuramento vicepresidente. Wikipedia

Convenzione di nomina presidenziale in cui i delegati del Partito Repubblicano degli Stati Uniti hanno selezionato i candidati del partito a presidente e vicepresidente nelle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 2020, tenutesi dal 24 al 27 agosto 2020. A causa della pandemia di COVID-19 negli Stati Uniti Uniti, i piani per convocare una tradizionale convenzione su larga scala sono stati annullati poche settimane prima della convenzione. Wikipedia

Avvocato e politico americano del Kentucky che ha prestato servizio in entrambe le Camere del Congresso e come 35esimo vicepresidente degli Stati Uniti dal 1949 al 1953. Eletto procuratore di contea per la contea di McCracken, Kentucky. Wikipedia

Tenutosi a Filadelfia dal 23 al 25 luglio 1948. La convenzione ratificò le candidature dell'ex vicepresidente Henry A. Wallace dell'Iowa alla presidenza e del senatore statunitense Glen H. Taylor dell'Idaho alla vicepresidenza. Wikipedia

La quarantunesima elezione presidenziale quadriennale. Tenuto martedì 2 novembre 1948. Wikipedia

Le elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 1948 in Pennsylvania si svolsero il 2 novembre 1948 come parte delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 1948. Gli elettori hanno scelto 35 rappresentanti, o elettori del collegio elettorale, che hanno votato per presidente e vicepresidente. Wikipedia

Le elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 1948 nel Kentucky si svolsero il 2 novembre 1948, come parte delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 1948. Gli elettori del Kentucky hanno scelto 11 rappresentanti, o elettori, per il Collegio Elettorale, che hanno votato per il presidente e il vicepresidente. Wikipedia

Tenuto in tutti i 48 stati contemporanei. Gli elettori hanno scelto 16 rappresentanti, o elettori del collegio elettorale, che hanno votato per presidente e vicepresidente. Wikipedia

Tenuto in tutti i 48 stati contemporanei. Gli elettori hanno scelto quattro rappresentanti, o elettori del collegio elettorale, che hanno votato per presidente e vicepresidente. Wikipedia

Tenutosi il 2 novembre 1948 come parte delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 1948. Gli elettori statali hanno scelto 25 elettori per il Collegio Elettorale, che hanno votato per il presidente e il vicepresidente. Wikipedia

La Convenzione nazionale democratica del 1956 nominò l'ex governatore Adlai Stevenson dell'Illinois presidente e il senatore Estes Kefauver del Tennessee vicepresidente. Tenuto nell'Anfiteatro Internazionale sul lato sud di Chicago, Illinois, dal 13 al 17 agosto 1956. Wikipedia

Determinato alla Convention nazionale democratica del 1944, il 21 luglio 1944. Nominato candidato alla presidenza del presidente Franklin D. Roosevelt nel suo tentativo di essere rieletto per un quarto mandato. Wikipedia

Questo articolo elenca coloro che erano potenziali candidati per la nomina democratica alla vicepresidenza degli Stati Uniti nelle elezioni del 1948. Alla Convention nazionale democratica del 1948, il presidente Harry S. Truman vinse la nomina per un intero mandato. Wikipedia

Si tenne dal 22 al 24 giugno 1880 al Music Hall di Cincinnati, Ohio, e nominò Winfield S. Hancock della Pennsylvania presidente e William H. English dell'Indiana vicepresidente nelle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 1880. Sei uomini furono ufficialmente candidati per la nomina alla convention, e molti altri hanno anche ricevuto voti. Wikipedia

Le Convenzioni nazionali democratiche del 1860 erano una serie di convenzioni di nomina presidenziale tenute per nominare i candidati del Partito Democratico a presidente e vicepresidente nelle elezioni del 1860. La prima convention, tenutasi dal 23 aprile al 3 maggio a Charleston, nella Carolina del Sud, non è riuscita a nominare un biglietto, mentre due convegni successivi, entrambi tenuti a Baltimora, nel Maryland a giugno, hanno nominato due biglietti presidenziali separati. Wikipedia

Titolo del banner errato sulla prima pagina del Chicago Daily Tribune il 3 novembre 1948, il giorno dopo che il presidente in carica degli Stati Uniti Harry S. Truman ottenne una vittoria a sorpresa sul suo avversario, il governatore Thomas E. Dewey di New York, nelle presidenziali del 1948 elezione. Notoriamente trattenuto da Truman in un'apparizione pubblica dopo la sua elezione di successo, sorridendo trionfalmente all'errore. Wikipedia

Le elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 1948 nel New Jersey si svolsero il 2 novembre 1948. Tutti i 48 stati contemporanei facevano parte delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 1948. Wikipedia

Convention di nomina presidenziale che si è tenuta dal 17 al 20 agosto 2020, presso il Wisconsin Center di Milwaukee, nel Wisconsin, e praticamente in tutti gli Stati Uniti. Alla convention, i delegati del Partito Democratico degli Stati Uniti hanno formalmente scelto l'ex vicepresidente Joe Biden e la senatrice Kamala Harris della California come candidati del partito rispettivamente a presidente e vicepresidente nelle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 2020. Wikipedia

Tenuto al Chicago Stadium di Chicago, Illinois, dal 19 luglio al 21 luglio 1944. Quarto mandato senza precedenti. Wikipedia


Piattaforma del Partito Democratico del 1948

Il Partito Democratico adotta questa piattaforma nella convinzione che il destino degli Stati Uniti sia quello di fornire una leadership nel mondo verso la realizzazione delle Quattro Libertà.

Tracciamo il nostro corso futuro come abbiamo tracciato il nostro corso sotto la guida di Franklin D. Roosevelt e Harry S. Truman nella ferma convinzione che la democrazia, quando è dedicata al servizio di tutti e non a pochi privilegiati, dimostra la sua superiorità su tutte le altre forme di governo.

Il nostro record di partito del passato è garanzia delle sue politiche e prestazioni in futuro.

Il nostro è il partito cui è stata affidata la responsabilità quando dodici anni di abbandono repubblicano avevano rovinato le speranze dell'umanità, avevano sperperato i frutti della prosperità e ci avevano sprofondato negli abissi della depressione e della disperazione.

Il nostro è il partito che ha ricostruito un'economia in frantumi, salvato il nostro sistema bancario, rianimato la nostra agricoltura, rinvigorito la nostra industria, dato forza e sicurezza al lavoro e condotto il popolo americano alla più ampia prosperità della nostra storia.

Il nostro è il partito che ha introdotto lo spirito di umanità nella nostra legge, poiché abbiamo messo al bando il lavoro minorile e lo sfruttamento, assicurato i depositi bancari, protetto milioni di proprietari di case e agricoltori dalla preclusione e stabilito la sicurezza sociale nazionale.

Il nostro è il partito con cui questa nazione prima di Pearl Harbor dava aiuto e forza a quei paesi che frenavano la marea nazista e fascista.

Il nostro è il partito che è stato al timone e ha portato la nazione alla vittoria nella guerra.

Il nostro è il partito che, durante la guerra, ha preparato così bene la pace che quando la pace è arrivata la riconversione ha portato prontamente alla maggior produzione e occupazione nella vita di questa nazione.

Il nostro è il partito sotto la cui guida il reddito dei proprietari di aziende agricole in questa nazione è passato da meno di 2,5 miliardi di dollari nel 1933 a più di 18 miliardi di dollari nel 1947. Il reddito da lavoro indipendente e professionale è aumentato da meno di 3 miliardi di dollari nel 1933 a più di 22 miliardi di dollari nel 1947. ' i guadagni sono aumentati da $ 29 miliardi nel 1933 a più di 128 miliardi nel 1947 e l'occupazione è cresciuta da 39 milioni di posti di lavoro nel 1933 a un record di 60 milioni di posti di lavoro nel 1947.

Il nostro è il partito sotto il quale è stata formulata e creata la struttura dell'Organizzazione mondiale per la pace e la giustizia.

Il nostro è il partito sotto il quale sono stati concepiti gli strumenti per resistere all'aggressione comunista e per ricostruire la forza economica dei paesi democratici dell'Europa e dell'Asia: la Dottrina Truman e il Piano Marshall. Sono i materiali con cui dobbiamo costruire la pace.

Il nostro è il partito che per primo ha proclamato che le azioni e le politiche di questa nazione in campo estero sono questioni di interesse nazionale e non solo di partito. Andremo avanti sulla strada tracciata dal presidente Roosevelt e dal presidente Truman e dagli altri leader della democrazia.

Respingiamo il principio - che abbiamo sempre rifiutato, ma che l'80° Congresso repubblicano ha accolto con entusiasmo - che il governo esista a beneficio di pochi privilegiati.

Servire gli interessi di tutti e non di pochi per assicurare un mondo in cui la pace e la giustizia possano prevalere per raggiungere la sicurezza, la piena produzione e la piena occupazione: questa è la nostra piattaforma.

La nostra politica estera

Abbiamo dichiarato nel 1944 che il dovere imperativo degli Stati Uniti era quello di condurre la guerra per il trionfo finale e di unirsi con le altre Nazioni Unite nella creazione di un'organizzazione internazionale per la prevenzione delle aggressioni e il mantenimento della pace e della sicurezza internazionali.

Sotto la guida democratica, quelle promesse furono gloriosamente riscattate.

Quando gli Stati Uniti furono attaccati perfidamente e selvaggiamente, il nostro grande Presidente Democratico, Franklin D. Roosevelt, e un Congresso Democratico preservarono l'onore della nazione, e con grande coraggio e con l'invincibile potenza del popolo americano, la sfida fu accettata. Sotto la sua guida ispiratrice, la nazione creò il più grande esercito che si sia mai radunato sotto la bandiera, l'aeronautica più potente, la marina più potente del mondo e la più grande marina mercantile del mondo.

I valorosi figli della nazione sulla terra, sul mare e nell'aria, conclusero la guerra con un trionfo completo e travolgente. L'aggressione armata contro i popoli pacifici è stata respinta e repressa. Arroganti e potenti signori della guerra furono sconfitti e costretti alla resa incondizionata.

Prima della fine della guerra, l'amministrazione democratica si rivolse al compito di stabilire misure per la pace e per prevenire l'aggressione e la minaccia di un'altra guerra. Sotto la guida di un presidente democratico e del suo segretario di Stato, le Nazioni Unite furono organizzate a San Francisco. La carta è stata ratificata da un voto schiacciante del Senato. Sosteniamo pienamente le Nazioni Unite e promettiamo il nostro aiuto sincero per la sua crescita e il suo sviluppo. Costituiremo per aprire la strada verso la riduzione dell'uso del veto. Favoriremo gli emendamenti e le modifiche della Carta come l'esperienza può giustificare. Continueremo i nostri sforzi verso l'istituzione di una forza armata internazionale per aiutare la sua autorità. Sosteniamo la concessione di un prestito alle Nazioni Unite raccomandato dal Presidente, ma negato dal Congresso Repubblicano, per la costruzione della sede delle Nazioni Unite in questo paese.

Ci impegniamo al massimo per concludere trattati di pace con i nostri ex nemici. Sono già stati stipulati trattati con l'Italia, l'Ungheria, la Bulgaria e la Romania. Ci impegneremo a concludere trattati con i restanti Stati nemici, basati sulla giustizia e con garanzie contro la ripresa dell'aggressione, e per il mantenimento della pace.

Sosteniamo il mantenimento di un esercito, della marina e dell'aeronautica adeguati per proteggere gli interessi vitali della nazione e per assicurare la nostra sicurezza contro le aggressioni.

Sosteniamo l'effettivo controllo internazionale delle armi di distruzione di massa, compresa la bomba atomica, e approviamo gli sforzi continui e vigorosi all'interno delle Nazioni Unite per portare a compimento con successo le proposte avanzate dal nostro governo.

L'adozione di queste proposte sarebbe un passo vitale e più importante verso un disarmo mondiale sicuro ed efficace e una pace mondiale nel quadro di Nazioni Unite rafforzate che costituirebbero quindi veramente un parlamento più efficace dei popoli del mondo.

Sotto la guida di un presidente democratico, gli Stati Uniti hanno dimostrato la loro amicizia per altre nazioni amanti della pace e il loro sostegno alla loro libertà e indipendenza. Secondo la dottrina Truman, gli aiuti vitali sono stati estesi alla Cina, alla Grecia e alla Turchia. Con il Piano Marshall sono state stanziate somme generose per il soccorso e la riabilitazione delle nazioni europee che lottano per ricostruire la loro economia e per garantire e rafforzare la loro sicurezza e libertà. La leadership repubblicana alla Camera dei Rappresentanti, con i suoi voti nell'80° Congresso, ha mostrato la sua riluttanza a fornire fondi per sostenere questo programma, la più grande mossa per la pace e la ripresa fatta dalla fine della seconda guerra mondiale.

Promettiamo una sana amministrazione umanitaria del Piano Marshall.

Ci impegniamo a sostenere non solo questi principi, ma ci impegniamo inoltre a non trattenere i fondi necessari con i quali questi principi possono essere raggiunti. Pertanto, ci impegniamo a realizzare con gli stanziamenti gli impegni assunti nel programma estero di questa nazione.

Ci impegniamo a ripristinare il programma di accordi commerciali reciproci formulato nel 1934 dal Segretario di Stato Cordell Hull e operato con successo per 14 anni, fino a quando non è stato paralizzato dall'80° Congresso repubblicano. Inoltre, sosteniamo fermamente l'adesione del nostro paese all'Organizzazione internazionale del commercio.

Un grande presidente democratico stabilì la politica del buon vicinato verso le nazioni dell'emisfero occidentale. L'Atto di Chapultepec è stato negoziato a Città del Messico sotto la guida democratica. È stato portato avanti nel patto di difesa dell'emisfero occidentale concluso a Rio de Janeiro, che ha attuato la dottrina Monroe e ha unito l'emisfero occidentale in favore della pace.

Promettiamo una cooperazione economica continua con i paesi dell'emisfero occidentale. Ci impegniamo a continuare a sostenere gli accordi regionali all'interno della Carta delle Nazioni Unite, come il Patto regionale interamericano e l'Unione dell'Europa occidentale in via di sviluppo.

Il presidente Truman, concedendo un riconoscimento immediato a Israele, ha guidato il mondo nell'estendere l'amicizia e l'accoglienza a un popolo che ha cercato a lungo e giustamente merita la libertà e l'indipendenza.

Promettiamo pieno riconoscimento allo Stato di Israele. Affermiamo il nostro orgoglio che gli Stati Uniti sotto la guida del presidente Truman hanno svolto un ruolo di primo piano nell'adozione della risoluzione del 29 novembre 1947, da parte dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, per la creazione di uno Stato ebraico.

Approviamo le rivendicazioni dello Stato di Israele sui confini stabiliti nella risoluzione delle Nazioni Unite del 29 novembre e riteniamo che le modifiche alle stesse dovrebbero essere apportate solo se pienamente accettabili per lo Stato di Israele.

Attendiamo con impazienza l'ammissione dello Stato di Israele alle Nazioni Unite e la sua piena partecipazione alla comunità internazionale delle nazioni. Promettiamo un aiuto adeguato allo Stato di Israele nello sviluppo della sua economia e delle sue risorse.

Siamo favorevoli alla revisione dell'embargo sulle armi per accordare allo Stato di Israele il diritto all'autodifesa. Ci impegniamo a lavorare per la modifica di qualsiasi risoluzione delle Nazioni Unite nella misura in cui possa impedire tale revisione.

Continuiamo a sostenere, nell'ambito delle Nazioni Unite, l'internazionalizzazione di Gerusalemme e la protezione dei Luoghi Santi in Palestina.

Gli Stati Uniti sono stati tradizionalmente in sintonia con gli sforzi dei paesi soggiogati per raggiungere la loro indipendenza e per stabilire una forma di governo democratica. La Polonia è un esempio eccezionale. Dopo un secolo e mezzo di sottomissione, è stata resuscitata dopo la prima guerra mondiale dal nostro grande presidente democratico, Woodrow Wilson. Attendiamo con impazienza lo sviluppo di questi paesi come membri delle Nazioni Unite prosperi, liberi e democratici.

Le nostre politiche interne

L'80° Congresso repubblicano è direttamente responsabile dell'attuale e sempre crescente costo della vita. Non può eludere questa responsabilità. A meno che i candidati repubblicani non vengano sconfitti nelle prossime elezioni, le loro politiche sbagliate imporranno maggiori difficoltà e sofferenze a un gran numero del popolo americano. Cibo, vestiario e alloggio adeguati – le necessità essenziali della vita – stanno diventando troppo costosi per il salariato medio e le prospettive sono ogni giorno più spaventose. L'80° Congresso repubblicano non ha avuto il coraggio di affrontare questo problema vitale.

Freneremo l'inflazione repubblicana. Porremo fine ai disastrosi aumenti dei prezzi che sono stati il ​​risultato dell'incapacità dell'80° Congresso repubblicano di intraprendere un'azione efficace sulle raccomandazioni del presidente Truman, definendo un programma completo per controllare l'alto costo della vita.

Adotteremo una legislazione globale sull'edilizia abitativa, comprese disposizioni per lo sgombero degli slum e progetti di edilizia abitativa a basso costo avviati dalle agenzie locali. Questa nazione è vergognosa per il fallimento dell'80° Congresso repubblicano nell'approvare la necessaria legislazione generale sull'edilizia abitativa, come raccomandato dal Presidente. Un alloggio adeguato porrà fine alla necessità di controllare l'affitto. Fino ad allora, deve essere continuato.

Ci impegniamo a mantenere quelle solide politiche fiscali che, sotto la guida democratica, hanno portato a un bilancio in pareggio ea una riduzione del debito pubblico di 28 miliardi di dollari dalla fine della guerra.

Favoriamo la riduzione delle tasse, ogniqualvolta sia possibile farlo senza sbilanciare l'economia nazionale, dando un pieno sollievo a quei milioni di famiglie a basso reddito su cui gravava maggiormente il carico fiscale in tempo di guerra. La forma di riduzione delle tasse adottata dall'80° Congresso repubblicano ha dato sollievo a chi ne ha meno bisogno e ha ignorato chi ne ha più bisogno.

Cercheremo di eliminare le disuguaglianze fiscali e di continuare a ridurre il debito pubblico.

Siamo contrari all'imposizione di un'imposta federale generale sulle vendite.

Sosteniamo l'abrogazione del Taft-Hartley Act. È stato emanato dall'80° Congresso repubblicano con il veto del presidente. Quell'atto è stato proposto con la promessa che avrebbe garantito "i diritti legittimi sia dei dipendenti che dei datori di lavoro nelle loro relazioni che riguardano il commercio". Ha fallito. Il numero delle controversie in materia di gestione del lavoro è aumentato. Il numero di casi dinanzi al National Labor Relations Board è più che raddoppiato da quando la legge è stata approvata e un'amministrazione efficiente e tempestiva sta diventando sempre più difficile. Ha incoraggiato il contenzioso nelle controversie di lavoro e minato la consolidata politica americana di contrattazione collettiva. Le recenti decisioni dei tribunali dimostrano che la legge è stata redatta così male che la sua applicazione è incerta e che è probabilmente, in alcune disposizioni, incostituzionale.

Sosteniamo la legislazione auspicabile per stabilire un giusto corpus di regole per assicurare una contrattazione collettiva libera ed efficace, per determinare, nell'interesse pubblico, i diritti dei dipendenti e dei datori di lavoro, per ridurre al minimo il loro conflitto di interessi e per consentire sindacati per mantenere la loro appartenenza libera da influenze comuniste.

Chiediamo che il Dipartimento del Lavoro sia ricostruito e rafforzato, restituendogli le unità, tra cui il Servizio federale di mediazione e conciliazione e il Servizio per l'occupazione degli Stati Uniti, che gli appartengono propriamente e che l'80° Congresso repubblicano gli ha strappato dietro il veto del presidente Truman. Chiediamo che le strutture del Dipartimento per la raccolta e la diffusione delle informazioni economiche siano ampliate e che sia istituito un Servizio di estensione dell'educazione al lavoro presso il Dipartimento del Lavoro.

Favoriamo l'estensione della copertura del Fair Labor Standards Act come raccomandato dal presidente Truman e l'adozione di un salario minimo di almeno 75 centesimi l'ora al posto dell'attuale minimo obsoleto e inadeguato di 40 centesimi l'ora.

Siamo favorevoli a una legislazione che assicuri che i lavoratori della nostra nazione ricevano la stessa retribuzione per lo stesso lavoro, indipendentemente dal sesso.

Favoriamo l'estensione del programma di previdenza sociale istituito sotto la guida democratica, per fornire una protezione aggiuntiva contro i rischi di vecchiaia, disabilità, malattia o morte. Crediamo che questo programma dovrebbe includere:

Aumento delle prestazioni dell'assicurazione vecchiaia e superstiti di almeno il 50 per cento e riduzione dell'età di ammissibilità per le donne da 65 a 60 anni estensione dell'assicurazione vecchiaia e superstiti e disoccupazione a tutti i lavoratori non coperti dall'assicurazione contro la perdita di i guadagni per malattia o invalidità migliorano l'assistenza pubblica ai bisognosi.

Favoriamo l'attuazione di un programma sanitario nazionale che ha ampliato di gran lunga la ricerca medica, l'istruzione medica e gli ospedali e le cliniche.

Continueremo i nostri sforzi per aiutare i ciechi e gli altri handicappati a diventare autosufficienti.

Continueremo i nostri sforzi per espandere l'assistenza materna, migliorare la salute dei bambini della nazione e ridurre la delinquenza giovanile.

Approviamo gli scopi del Mental Health Act e favoriamo gli stanziamenti che potrebbero essere necessari per renderlo effettivo.

Sosteniamo gli aiuti federali per l'istruzione amministrati da e sotto il controllo degli Stati. Sosteniamo con forza l'autorizzazione, che è stata così scandalosamente ignorata dall'80° Congresso repubblicano, per lo stanziamento di 300 milioni di dollari come inizio di aiuti federali agli stati per aiutarli a soddisfare le attuali esigenze educative. Insistiamo sul diritto di ogni bambino americano di ottenere una buona istruzione.

La nazione non potrà mai saldare il suo debito con i suoi milioni di veterani di guerra. Ci impegniamo a continuare e migliorare il nostro programma nazionale di benefici per i veterani e le loro famiglie.

Siamo orgogliosi del programma solido e completo concepito, sviluppato e amministrato sotto la guida democratica, incluso il GI Bill of Rights, che si è dimostrato vantaggioso per molti milioni di persone.

Il livello dei benefici ai veterani deve essere costantemente riesaminato alla luce del calo del potere d'acquisto del dollaro determinato dall'inflazione.

L'occupazione e la sicurezza economica devono essere garantite a tutti i veterani. Promettiamo un programma di alloggi per i veterani a prezzi che possono permettersi di pagare.

Il veterano disabile deve ricevere cure mediche e ospedalizzazione del più alto livello possibile.

Impegniamo i nostri sforzi per mantenere la prosperità continua dell'azienda agricola, il miglioramento del tenore di vita e delle condizioni di lavoro dell'agricoltore e per preservare l'azienda agricola a dimensione familiare.

In particolare, favoriamo un sistema permanente di sostegno flessibile ai prezzi dei prodotti agricoli, per mantenere il reddito agricolo alla pari con i costi operativi dell'azienda un programma intensificato di conservazione del suolo un programma esteso di assicurazione del raccolto miglioramento dei metodi di distribuzione dei prodotti agricoli sviluppo e mantenimento di mercati di esportazione stabili finanziamenti adeguati per la mensa scolastica l'utilizzo delle eccedenze agricole per migliorare la dieta delle famiglie a basso reddito in caso di necessità continua espansione del programma di elettrificazione rurale rafforzamento di tutti i programmi di credito agricolo intensificazione della ricerca per migliorare le pratiche agricole e per trovare nuovi usi per i prodotti della fattoria.

Esortiamo con forza la continuazione della massima partecipazione degli agricoltori a tutti questi programmi.

Favoriamo l'abrogazione delle tasse discriminatorie sulla produzione e vendita di oleomargarina.

Incoraggeremo le cooperative agricole e ci opporremo a qualsiasi revisione della legge federale volta a ridurre il loro funzionamento più efficace come mezzo per raggiungere l'economia, la stabilità e la sicurezza per l'agricoltura americana.

Favoriamo disposizioni in base alle quali alle nostre risorse ittiche e alla nostra industria saranno concessi i benefici che deriveranno da una maggiore ricerca ed esplorazione scientifica.

Riconosciamo l'importanza delle piccole imprese in una sana economia americana. Deve essere protetto da discriminazioni e monopoli ingiusti e deve avere pari opportunità con le imprese concorrenti per espandere la sua struttura di capitale.

Favoriamo le spese di trasporto non discriminatorie e dichiariamo la correzione anticipata delle disuguaglianze in tali spese.

Ci impegniamo per il continuo sviluppo regionale completo e unificato dell'acqua, dei minerali e delle altre risorse naturali della nazione, riconoscendo che i progressi già realizzati su iniziativa del Partito Democratico negli stati aridi e semi-aridi dell'Occidente, nonché come nella valle del Tennessee, è solo un'indicazione di risultati ancora maggiori che possono essere raggiunti. Le nostre risorse naturali sono il patrimonio di tutta la nostra gente e non dobbiamo permettere che diventino riserva privata del monopolio.

L'irrigazione di terreni aridi, la creazione di nuove imprese indipendenti e competitive e lo stimolo di nuove opportunità industriali per tutta la nostra gente dipendono dallo sviluppo e dalla trasmissione di energia elettrica in conformità con il programma e i progetti avviati con successo sotto gli auspici democratici durante gli ultimi sedici anni.

Favoriamo l'accelerazione del Federal Reclamation Program, il massimo utilizzo benefico dell'acqua nei diversi stati per l'irrigazione e l'approvvigionamento domestico. A questo proposito, proponiamo la creazione e il mantenimento di nuove aziende agricole a dimensione familiare per veterani e altri in cerca di opportunità di insediamento, lo sviluppo dell'energia idroelettrica e la sua distribuzione capillare su linee di trasmissione di proprietà pubblica per assicurare benefici agli utenti dell'acqua nel finanziamento di progetti di irrigazione, e alle utenze domestiche e industriali, con preferenza agli enti pubblici e alla REA cooperative.

Sono questi gli obiettivi del Partito Democratico che in futuro, come in passato, metterà al primo posto l'interesse delle persone come singoli cittadini.

Continueremo a migliorare le vie navigabili e i porti della nazione.

Ci impegniamo a proseguire la politica avviata dal Partito Democratico di adeguati stanziamenti per il controllo delle alluvioni per la protezione della vita e dei beni.

Oltre a praticare una falsa economia sul controllo delle inondazioni, l'80° Congresso controllato dai repubblicani è stato così crudele da negare persino i fondi federali di emergenza per il soccorso di individui e comuni vittime di recenti grandi inondazioni, tornado e altri disastri.

Amplieremo i nostri programmi per la forestazione, per il miglioramento dei pascoli, pubblici e privati, per lo stoccaggio di minerali strategici e l'incoraggiamento di una solida industria mineraria nazionale. Porteremo avanti esperimenti per una più ampia utilizzazione delle risorse minerarie nel modo altamente vantaggioso già dimostrato nel programma per la produzione di combustibile liquido sintetico dai nostri vasti giacimenti di carbone e scisti bituminosi e dalle nostre risorse agricole.

Ci impegniamo a un'applicazione intensiva delle leggi antitrust, con stanziamenti adeguati.

Sosteniamo il rafforzamento delle leggi antitrust esistenti colmando le lacune che l'esperienza ha dimostrato essere state utilizzate per promuovere la concentrazione del potere economico.

Ci impegniamo in un programma positivo per promuovere affari competitivi e favorire lo sviluppo del commercio e del commercio indipendenti.

Sosteniamo il diritto alla libera impresa e il diritto di tutte le persone a lavorare insieme nelle cooperative e in altre associazioni democratiche allo scopo di svolgere qualsiasi operazione commerciale corretta e libera da restrizioni arbitrarie e discriminatorie.

Il Partito Democratico è responsabile delle grandi conquiste in materia di diritti civili realizzate negli ultimi anni nell'eliminazione di discriminazioni ingiuste e illegali basate su razza, credo o colore,

Il Partito Democratico si impegna a continuare i suoi sforzi per sradicare ogni discriminazione razziale, religiosa ed economica.

Riaffermiamo la nostra convinzione che le minoranze razziali e religiose debbano avere il diritto alla vita, il diritto al lavoro, il diritto di voto, la piena ed eguale tutela delle leggi, sulla base dell'uguaglianza con tutti i cittadini come garantita dalla Costituzione.

Elogiamo vivamente il presidente Harry S. Truman per la sua coraggiosa presa di posizione sulla questione dei diritti civili.

Chiediamo al Congresso di sostenere il nostro Presidente nel garantire questi fondamentali e fondamentali Principi americani: (1) il diritto alla piena ed eguale partecipazione politica (2) il diritto a pari opportunità di lavoro (3) il diritto alla sicurezza della persona (4 ) e il diritto alla parità di trattamento al servizio e alla difesa della nostra nazione.[1]

Ci impegniamo con la legislazione ad ammettere un minimo di 400.000 sfollati considerati idonei alla cittadinanza degli Stati Uniti senza discriminazioni di razza o religione. Condanniamo l'azione antidemocratica dell'80° repubblicano

Il Congresso ha approvato a tal fine un disegno di legge inadeguato e bigotto, la cui legge impone restrizioni non americane basate su razza e religione su tali ammissioni.

Esortiamo l'immediata costituzione di uno stato per le Hawaii e l'Alaska all'immediata determinazione da parte del popolo di Porto Rico in merito alla loro forma di governo e al loro status finale rispetto agli Stati Uniti e al massimo grado di autonomia locale per le Isole Vergini, Guam e Samoa.

Raccomandiamo al Congresso la presentazione di un emendamento costituzionale sulla parità di diritti per le donne.

Favoriamo l'estensione del diritto di suffragio al popolo del Distretto di Columbia.

Ci impegniamo ad aderire al principio dell'amministrazione civile imparziale dell'energia atomica e allo sviluppo dell'energia atomica per scopi pacifici attraverso una libera indagine scientifica a beneficio di tutte le persone.

Esortiamo la vigorosa promozione della libertà mondiale nella raccolta e nella diffusione di notizie tramite stampa, radio, cinema, cinegiornali e televisione, con la completa fiducia che un popolo informato determinerà saggiamente il corso della politica interna ed estera.

Crediamo che il primo passo verso il raggiungimento della libertà mondiale sia l'accesso di tutti i popoli ai fatti e alla verità. A tal fine, incoraggeremo il maggior vigore possibile da parte della Commissione per i diritti umani delle Nazioni Unite e del Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite per stabilire le basi su cui può esistere la libertà in ogni nazione.

Deploriamo i ripetuti tentativi dei repubblicani nell'80° Congresso di imporre il controllo del pensiero al popolo americano e di invadere la libertà di parola e di stampa.

Ci impegniamo alla rapida istituzione di una fondazione scientifica nazionale in base a principi che garantiranno l'utilizzo più efficace delle strutture di ricerca pubbliche e private.

Continueremo i nostri sforzi per migliorare e rafforzare il nostro servizio civile federale e fornire un compenso adeguato.

Continueremo a mantenere un'adeguata marina mercantile americana.

Condanniamo il comunismo e altre forme di totalitarismo e la loro attività distruttiva all'estero e in patria. Continueremo a costruire solide difese contro il comunismo rafforzando la struttura economica e sociale della nostra democrazia. Ribadiamo il nostro impegno a denunciare e perseguire le attività di tradimento delle organizzazioni antidemocratiche e non americane che fiaccherebbero le nostre forze, paralizzerebbero la nostra volontà di difenderci e distruggerebbero la nostra unità, incitando la razza contro la razza, la classe contro la classe e il popolo contro istituzioni libere.

Continueremo con vigore a far rispettare le leggi contro le attività sovversive, osservando in ogni momento le garanzie costituzionali che tutelano la libertà di parola, la libertà di stampa e l'onesta attività politica. Rafforzeremo le nostre leggi contro la sovversione nella misura necessaria, proteggendo in ogni momento le nostre tradizionali libertà individuali.

Riconosciamo che gli Stati Uniti sono diventati il ​​principale protettore del mondo libero. I popoli liberi del mondo si rivolgono a noi per il supporto nel mantenimento delle loro libertà. Se vacilliamo nella nostra leadership, potremmo mettere in pericolo la pace del mondo e sicuramente metteremo in pericolo il benessere della nostra stessa nazione. Per queste ragioni è imperativo mantenere la nostra forza militare fino a quando la pace mondiale con la giustizia non sarà assicurata. Sotto la guida del presidente Truman, i nostri dipartimenti militari sono stati uniti e la nostra organizzazione governativa per la difesa nazionale si è notevolmente rafforzata. Ci impegniamo a mantenere un'adeguata forza militare, basata su questi miglioramenti, sufficiente per adempiere alle nostre responsabilità nelle zone di occupazione, difendere i nostri interessi nazionali e rafforzare quelle nazioni libere che resistono all'aggressione comunista.

Questa è la nostra piattaforma. Questi sono i nostri principi. Formano una politica politica ed economica che ha guidato il nostro partito e la nostra nazione.

Il popolo americano conosce bene questi principi. Sotto di loro, abbiamo goduto di maggiore sicurezza, maggiore prosperità e una leadership mondiale più efficace che mai.

Sotto di loro e con la guida della Divina Provvidenza possiamo procedere a livelli più elevati di prosperità e sicurezza possiamo avanzare verso una vita migliore a casa possiamo continuare la nostra leadership nel mondo con prospettive sempre crescenti per una pace duratura.

Nota APP: L'American Presidency Project ha utilizzato il primo giorno della convenzione di nomina nazionale come "data" di questa piattaforma poiché il documento originale non è datato.


Convenzione del Partito Democratico dei Diritti degli Stati del 1948

Il Convenzione del Partito Democratico dei Diritti degli Stati del 1948, popolarmente conosciuto come il Dixiecrat convention, era una convention di nomina tenutasi il 17 luglio 1948 a Birmingham dal neo-formato "Partito Democratico per i diritti degli Stati", che si era separato dal Partito Democratico nazionale durante la loro convention nazionale a Filadelfia, in Pennsyvania, all'inizio di quell'estate. Fu l'unico convegno di breve durata del partito.

I delegati conservatori del sud alla convenzione democratica sono stati sempre più turbati dall'impegno del partito nazionale nei programmi del New Deal, comprese le riforme del lavoro e le politiche volte a proteggere i diritti civili e a perseguire l'uguaglianza politica attraverso le linee razziali. Tra le loro lamentele c'era l'ordinanza del 1944 di un giudice federale in Smith contro Allwright impedire ai partiti politici statali di tenere elezioni primarie "solo bianchi". La decisione aveva incoraggiato centinaia di migliaia di residenti neri a registrarsi per votare per la prima volta. I legislatori negli stati del profondo sud hanno risposto rapidamente con nuove restrizioni di voto volte a minare l'effetto della sentenza. Le proposte del presidente Truman per abolire le tasse sui sondaggi, far rispettare le leggi antidiscriminazione nelle assunzioni e rendere il linciaggio un crimine federale, sono state anche percepite come minacce alla supremazia bianca e ai "diritti dello stato"

Prima delle elezioni primarie del maggio 1948, il presidente del Partito Democratico dell'Alabama Gessner McCorvey chiese a tutti i candidati all'elettore presidenziale di firmare un impegno a votare contro qualsiasi candidato impegnato nella piattaforma per i diritti civili del partito.

Un folto gruppo di delegati del sud ha abbandonato la convenzione di Filadelfia dopo aver adottato una piattaforma a sostegno delle politiche sui diritti civili del presidente Truman. Il sindaco di Minneapolis Hubert Humphrey ha chiesto al partito di "uscire dall'ombra dei diritti degli stati e camminare schiettamente sotto il sole splendente dei diritti umani". Durante il suo discorso, il governatore del Mississippi Fielding Wright ha guidato i 23 delegati del suo stato fuori dalla sala convegni. Anche Leven Ellis e 13 dei 26 delegati dell'Alabama sono usciti, seguiti da un gran numero di delegati di altri stati del sud. Questi individui furono in seguito chiamati "Walkouters" e furono acclamati durante la convention di Dixiecrat. Coloro che rimasero, incluso George Wallace, furono chiamati "lealisti" dal partito democratico. I loro voti non erano sufficienti per impedire a Truman di guadagnarsi la nomina del partito per un intero mandato come presidente.

Il Partito Democratico per i Diritti degli Stati non era un terzo partito di nuova costituzione, ma, in pratica, un'acquisizione dell'apparato statale del Partito Democratico negli stati del profondo sud. L'ex governatore dell'Alabama Frank Dixon era a capo del partito dell'Alabama, ed è stato raggiunto da McCorvey, dagli avvocati di Birmingham Horace Wilkinson e Sidney Smyer, dal commissario della città di Birmingham Bull Connor, dal capo dell'Alabama Farm Bureau Walter Givhan e dal presidente di Avondale Mills Donald Comer.

Circa 6.000 persone provenienti da tredici stati hanno partecipato alla convention dei Democratici per i diritti degli Stati presso l'Auditorium municipale di Birmingham il 17 luglio. Oltre ai Walkouters e ad altri funzionari del partito statale, le scuole del sud, tra cui il Birmingham-Southern College, hanno formato "delegazioni" ad hoc per partecipare al convegno. Questi gruppi, in particolare, hanno suscitato acclamazioni travolgenti quando sono stati menzionati i nomi di Jefferson Davis e Robert E. Lee e hanno sventolato bandiere confederate e hanno cantato insieme ai cori di "Dixie" e altri inni del sud. Un gruppo di manifestanti, che portavano cartelli per il candidato del Partito Progressista Henry Wallace, è stato messo a tacere.

Lo scopo dei dixiecrati era di bloccare i 127 voti elettorali del sud, impedendo a Truman oa Thomas Dewey di ottenere la maggioranza nelle elezioni generali del 1948. Si credeva che la delegazione del sud alla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti avesse abbastanza influenza da costringere il Partito Democratico ad abbandonare la sua piattaforma per i diritti civili al fine di mettere Truman in carica. A tal fine, la convenzione ha nominato il governatore della Carolina del Sud Strom Thurmand presidente e il governatore del Mississippi Fielding Wright vicepresidente.

La convenzione ha adottato una piattaforma che si oppone specificamente ai piani fiscali anti-discriminazione, anti-linciaggio e anti-sondaggio della piattaforma democratica. Si sono anche impegnati a sostenere la segregazione razziale e a promuovere la supremazia bianca. In conformità con il loro impegno, gli undici elettori dell'Alabama hanno votato per il Dixiecrat. In altri stati il ​​sostegno degli elettori democratici è stato meno che unanime. Thurmond ha portato Alabama, South Carolina, Mississippi e Louisiana (stati in cui sono apparsi sulla scheda elettorale come gli unici candidati democratici), ma quei 37 voti elettorali non sono stati all'altezza di ciò che era necessario per produrre una situazione di stallo. Anche senza quegli stati, Truman è stato in grado di assicurarsi 303 voti elettorali il 2 novembre per vincere a titolo definitivo le elezioni presidenziali.

Il Partito Democratico dell'Alabama "lealista" riprese il controllo del processo primario in Alabama nel 1950, ma il partito Dixiecrat sopravvisse nei Consigli dei Cittadini Bianchi e in altre organizzazioni politiche dedite al mantenimento della supremazia politica bianca e agli sforzi opposti per estendere i diritti civili agli afroamericani. Molti di questi sforzi sono stati inquadrati come questioni relative ai "diritti degli stati" e hanno continuato a influenzare la politica del Partito Democratico nel sud.


Esame di storia tre

ha aumentato significativamente le entrate federali e quindi ha contribuito a finanziare il New Deal.

ha creato una distribuzione più equa della ricchezza in America.

un'acquisizione da parte del governo del commercio di materie prime a Chicago.

sussidi statali e federali.

ha sottolineato le agevolazioni fiscali per le grandi imprese.

era un piano per condividere la ricchezza.

comportava la chiusura delle società di brokeraggio di Wall Street.

coinvolse la creazione di una dittatura fascista.

ha sviluppato un programma chiamato Share-the-Wealth.

si lamentò che il New Deal fosse andato troppo oltre violando i "diritti delle persone e della proprietà".

ha sfidato FDR per la nomina presidenziale democratica nel 1936.

chiamato Social Security un "programma socialista di condivisione della ricchezza".

salvare le famiglie contadine disperate.

alleviare la diffusa miseria umana.

riorganizzato i leader tribali in membri senza diritto di voto del Congresso.

tentato di rinvigorire le culture tradizionali indiane.

smembrarono le terre tribali e le assegnarono a singoli individui.

aveva il sostegno dei membri del Congresso occidentali e degli indiani assimilati.

decentramento dell'organizzazione sindacale.

faceva parte della Works Progress Administration.

offriva un lavoro part-time agli studenti.

ha fornito a Richard Nixon un lavoro.

era l'organizzazione madre per il Civilian
Corpo di Conservazione.

stabilire un salario minimo di $ 13 a settimana.

stabilire un salario minimo di $ 12 a settimana nel sud.

sciogliere le grandi società.

formare giovani per il Genio dell'Esercito.

promuovere pratiche di conservazione da parte del pubblico in generale.

fornire sollievo dal lavoro ai giovani.

Si basava su un'imposta progressiva che richiedeva una percentuale maggiore di redditi più elevati.

Ha fornito pensioni di vecchiaia.

Era, secondo Roosevelt, il "successo supremo" del New Deal.

Impegnava il governo nazionale in un'ampia gamma di attività assistenziali.

I repubblicani speravano che i candidati di terze parti potessero dividere il voto democratico e lanciare loro le elezioni.

I repubblicani vinsero la maggior parte dei voti nelle fattorie occidentali e quasi sconvolsero Roosevelt.

Gli afroamericani hanno votato in modo schiacciante repubblicano per la prima volta dalla Ricostruzione.

I candidati socialisti e comunisti hanno ricevuto insieme più di 2 milioni di voti.

Amministrazione dei lavori civili.

Amministrazione dei lavori pubblici.

Ufficio federale di indagine.

proveniva da comunità di cintura di cotone.

falsificarono il loro status per ottenere cibo gratis.

finì per lavorare come minatori nella Sierra.

per lo più morì in California nel 1937 e nel 1938.

decise che Schechter era coinvolto nel commercio interstatale, non locale.

ha annullato la legge sul credito agricolo.

ha affermato che la legge sull'adeguamento agricolo era incostituzionale.

annullato il National Industrial Recovery Act.

la produzione di energia elettrica a basso costo.

aprendo i fiumi a barche e chiatte.

lo sviluppo del Parco Nazionale delle Montagne Fumose.

conservazione del suolo e silvicoltura.

ha ordinato limiti rigorosi all'emissione di carta moneta.

ha assicurato ai 60 milioni di americani che ascoltavano che era più sicuro "tenere i propri soldi in una banca riaperta che sotto il materasso".

ha promesso di far approvare un disegno di legge di salvataggio bancario del valore di oltre $ 7 miliardi.

ha annunciato che avrebbe usato i suoi poteri di emergenza per nazionalizzare il settore bancario.

Legge sui mutui agricoli di emergenza.

Legge sugli aiuti bancari di emergenza.

Legge sull'adeguamento agricolo.

era particolarmente favorevole alle donne, ai neri e al lavoro organizzato.

ha avuto più influenza di suo marito nel plasmare le politiche del New Deal.

ha svolto principalmente il ruolo di hostess della Casa Bianca.

era un membro ufficiale del gabinetto di FDR.

richiedendo ai giudici di andare in pensione all'età di settant'anni.

aggiungendo fino a sei membri aggiuntivi.

rimozione dei giudici nominati dai precedenti presidenti.

rendere i giudici regolarmente candidati alle elezioni.

è stata confermata dalla Corte Suprema nel caso United States v. Butler.

è stato spesso chiamato l'atto Wagner.

diede lavoro a diverse migliaia di minatori disoccupati.

fu stroncato dalla Corte Suprema nel 1935.

rendere i giudici regolarmente candidati alle elezioni.

che richiedono audizioni di conferma del Senato.

rimozione dei giudici nominati dai precedenti presidenti.

aggiungendo fino a sei membri aggiuntivi.

inquilini e mezzadri dovevano attenersi a prodotti redditizi come il cotone.

molti proprietari terrieri cacciarono gli inquilini neri in favore dei bianchi.

i contadini spesso morivano di fame perché non potevano coltivare nemmeno piccoli orti.

molti proprietari terrieri hanno preso le loro terre in affitto da
produzione.

Si basava su un'imposta progressiva che richiedeva una percentuale maggiore di redditi più elevati.

Ha fornito pensioni di vecchiaia.

Era, secondo Roosevelt, il "supremo"
raggiungimento" del New Deal.

Era una tassa regressiva che pizzicava i poveri più dei ricchi.

ha sfidato FDR per la nomina presidenziale democratica nel 1936.

chiamato Social Security un "programma socialista di condivisione della ricchezza".

ha sviluppato un programma chiamato Share-the-Wealth.

si lamentò che il New Deal fosse andato troppo oltre violando i "diritti delle persone e della proprietà".

smembrarono le terre tribali e le assegnarono a singoli individui.

aveva il sostegno dei membri del Congresso occidentali e degli indiani assimilati.

tentato di rinvigorire le culture tradizionali indiane.

è stato il frutto di Henry Dawes.

ha avuto più influenza di suo marito nel plasmare le politiche del New Deal.

ha svolto principalmente il ruolo di hostess della Casa Bianca.

è diventata famosa soprattutto per le sue chiacchiere al caminetto.

era un membro ufficiale del gabinetto di FDR.

ha aumentato significativamente le entrate federali e quindi ha contribuito a finanziare il New Deal.

ha creato una distribuzione più equa della ricchezza in America.

aumento delle tasse sui redditi superiori a $ 50.000.

prevedeva una tassa regressiva.

l'intensificarsi dei bombardamenti sulla Germania.

un assalto alla Sicilia e all'Italia.

una richiesta per la resa incondizionata dei loro nemici.

aumento delle spedizioni di forniture militari verso l'Unione Sovietica.

servì come eufemismo tedesco per i campi di concentramento nazisti.

ha aiutato le famiglie dei militari americani a far fronte all'assenza di mariti e padri.

erano in realtà campi di prigionia per i tedeschi catturati.

ospitato più di 120.000 americani giapponesi durante la guerra.

slealtà tedesco-americana.

furono arruolati uomini di età compresa tra diciotto e quarantacinque anni.

le donne tra i diciotto ei quarantacinque anni erano arruolate, mentre gli uomini erano esentati dalla leva per eccesso di volontari.

un'ondata di volontariato ha permesso l'abrogazione del Selective Service Act per porre fine al progetto.

furono arruolati tutti gli uomini e le donne di età compresa tra i diciotto ei quarantacinque anni.

La Germania ha deviato le sue ex forze italiane per combattere i sovietici.

Hitler fece assassinare Mussolini.

Hitler si offrì di arrendersi agli Alleati con condizioni.

La Germania rallentò l'avanzata alleata riversando i propri rinforzi in Italia.

La Sicilia cadde rapidamente dopo lo sbarco a sorpresa degli Alleati.

Gli Alleati catturarono Mussolini e lo costrinsero ad arrendersi.

L'isola ben fortificata si rivelò troppo difficile da catturare per gli Alleati.

La lotta per la Sicilia divenne la prima sconfitta assoluta per lo sforzo bellico alleato.

ha cercato di mobilitare le riserve indiane a sostegno dello sforzo bellico americano.

ha portato all'evacuazione forzata di oltre 100.000 giapponesi americani.

è stata una reazione alle rivolte delle tute da zoot.

ha portato circa 200.000 lavoratori agricoli messicani negli Stati Uniti occidentali.

Gli Alleati avevano un vantaggio sottomarino sui tedeschi.

Gli Alleati decodificarono i messaggi tedeschi che indicavano dove si trovavano gli U-Boot.

Gli Alleati utilizzarono bombardamenti aerei di precisione su obiettivi tedeschi.

Gli Alleati scavalcarono l'Atlantico per affrontare i tedeschi direttamente in Europa.

Lenin avrebbe controllato la mappa dell'Europa del dopoguerra.

lo avrebbero controllato con gli Stati Uniti.

Stalin avrebbe controllato la mappa dell'Europa del dopoguerra.

Stalin dichiarerebbe vittoria.

ha portato a un aumento significativo delle donne americane che si uniscono alla forza lavoro.

non includeva le donne che prestavano servizio nelle forze armate.

avvenne in tutte le nazioni alleate tranne che negli Stati Uniti.

è stato molto esagerato e distorto oltre il suo reale significato.

accettato la resa incondizionata del Giappone.

accettò la resa del Giappone, anche se a condizione che l'imperatore potesse mantenere il suo trono.

ne lasciò cadere un terzo su Tokyo per costringere la resa giapponese.

ha lanciato l'invasione anfibia del Giappone, l'operazione finale della seconda guerra mondiale.

Uccisero l'imperatore giapponese e aprirono la strada alla resa.

Hanno permesso agli americani di evitare un'invasione anfibia del Giappone.

Hanno reso l'intera isola di Honshu inabitabile per ventitré anni.

Hanno impedito ai sovietici di entrare in guerra in Asia.

dichiarare guerra agli Stati Uniti.

invadere l'Unione Sovietica.

fallito con grande perdita di vite umane per le forze statunitensi.

è stato un successo, ma con enormi perdite di vite sia per gli Stati Uniti che per il Giappone.

è stata rinviata con lo sviluppo della bomba atomica.

spinse l'imperatore a rinunciare al suo trono.

l'eliminazione del comunismo.

autodeterminazione per tutti i popoli.

alla luce dei suoi problemi di salute e dei progressi verso la vittoria della guerra, Franklin Roosevelt scelse di non candidarsi per un quarto mandato.

Franklin Roosevelt è stato sconfitto nella sua corsa per un quarto mandato come presidente.

Harry Truman è stato eletto presidente.

Il repubblicano Wendell Willkie si oppose al democratico Franklin Roosevelt.

ha fissato i massimali dei prezzi e ha diretto il razionamento di tutti i beni e gli articoli in vendita nell'economia di guerra.

è stato progettato per combattere la grave deflazione del tempo di guerra.

fissare massimali di prezzo per articoli molto richiesti come pneumatici, zucchero e benzina.

non aveva alcuna autorità per fissare i prezzi al consumo o razionare gli articoli.

Hitler fu catturato dall'avanzata delle forze alleate.

Il presidente Roosevelt ha perso la sua rielezione.

la guerra in Asia terminò con la resa giapponese.

bombe atomiche furono sganciate sul Giappone.

Questa vittoria a sorpresa giapponese causò perdite alleate così gravi che quasi pose fine alla guerra.

I giapponesi persero la maggior parte del loro potere marittimo rimanente e la capacità di difendere le Filippine.

I cinesi hanno ottenuto la loro prima vittoria sostanziale contro i giapponesi.

La Germania entrò in guerra nel Pacifico e combatté al fianco del Giappone.

Franklin Roosevelt si è dimesso dalla presidenza.

gli Stati Uniti evitarono il coinvolgimento nel conflitto europeo.

una risoluzione del Congresso per la guerra approvata all'unanimità.

L'isolazionismo americano aumentò.

la monarchia prussiana fu restaurata sul trono tedesco.

Franklin Roosevelt è morto in carica.

gli Alleati stabilirono un governo democratico liberale unificato con capitale a Berlino.

è arrivata la scioccante consapevolezza della piena portata dell'Olocausto.

è il nome formale della dichiarazione di guerra dell'Unione Sovietica contro il Giappone.

ha chiesto al Giappone di arrendersi o di affrontare la "pronta e totale distruzione".

accettò la resa giapponese e permise all'imperatore di rimanere sul trono "subordinato all'autorità dell'occupazione alleata".

minacciò che Hiroshima e Nagasaki avrebbero dovuto affrontare un "olocausto atomico" se il Giappone non si fosse arreso.


L'eredità di Henry Wallace e del Partito progressista del 1948

Quando il Partito Democratico si riunirà a Filadelfia il 25 luglio, si riunirà in una città nota non solo per il suo ruolo fondamentale nella fondazione di questo Paese, ma anche per la sua lunga tradizione di convegni politici. Nove volte in precedenza i partiti politici hanno tenuto le loro riunioni di nomina in città. Nessuno è stato più significativo per oggi, però, di quello del Partito Progressista nel 1948.

Il Partito Progressista nacque dalla crescente opposizione alle crescenti tensioni della Guerra Fredda. Molte persone si sentivano tradite dal fatto che le relazioni pacifiche tra gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica, per le quali Franklin D. Roosevelt ha lavorato così duramente, si fossero deteriorate gravemente in così poco tempo. Il presidente Harry S. Truman era il volto pubblico di quelle forze, compreso il nascente complesso militare-industriale e i razzisti e i segregazionisti che dominavano il Partito Democratico, coloro che cercavano di smussare la volontà del popolo. I mali gemelli del militarismo (razionalizzato da una cosiddetta “minaccia comunista”) e del razzismo hanno dominato il discorso politico.

Truman aveva istituito “giuramenti di lealtà” e il Comitato della Camera per le attività antiamericane (HUAC) aveva tenuto udienze volte a scoprire “sovversivo” in vari settori della vita americana. I più noti sono stati quelli degli “Hollywood Ten” – importanti sceneggiatori e registi a cui è stato negato il lavoro a causa delle simpatie “pro-comunisti”.

Con la cosiddetta Dottrina Truman, gli Stati Uniti dichiararono che il loro obiettivo di politica estera era quello di "contenere il comunismo". Alcuni, come James Burnham, un radicale divenuto conservatore, volevano addirittura andare oltre e preferivano "ritornare indietro". ” Il budget del nuovo Dipartimento della Difesa, che (sotto il suo predecessore, il Dipartimento della Guerra) era stato di 1,9 miliardi di dollari nel 1939, salì a 52 miliardi di dollari nel 1947, per poi quasi raddoppiare l'anno successivo a oltre 100 miliardi di dollari. Sarebbe cresciuto di un ulteriore 40% nel 1949.

Contrastare l'emergente Guerra Fredda

Molti americani non compravano questi beni. Dopo che le ostilità della seconda guerra mondiale si conclusero nel 1945, c'era stato un desiderio generale di costruire una vera pace mondiale e di portare avanti gli ideali del New Deal iniziato dal presidente Roosevelt. Un gruppo eterogeneo che comprendeva sindacati, in particolare quelli del Congresso delle organizzazioni industriali (CIO), donne, giovani, persone di colore e intellettuali, ha cercato di cortocircuitare le tendenze pericolose nella nostra società.

Henry A. Wallace, ex vicepresidente degli Stati Uniti e membro del gabinetto, assunse la guida di questo movimento. Poiché le condizioni politiche dell'emergente Guerra Fredda nel 1948 gli hanno impedito qualsiasi ruolo significativo in uno dei due maggiori partiti, Wallace e i suoi sostenitori decisero di costruire un movimento indipendente. Nasce così il Partito Progressista.

I suoi membri si sono riuniti a Filadelfia la terza settimana di luglio per un incontro come pochi altri nella storia americana. Uno studioso lo definì "un affare sorprendente a detta di tutti". 8221 La maggior parte dei delegati erano "persone semplici con poca esperienza politica pratica". Howard Smith, scrivendo in La nazione quell'estate, ha riferito che c'erano “centinaia che hanno fatto l'autostop” per arrivarci, con molti di loro che stavano in tende nel parcheggio della sala convegni.

I delegati hanno nominato Wallace presidente e hanno adottato una piattaforma che offriva un'agenda politica diversa per il paese. Nelle aree dell'economia, della giustizia sociale, dei diritti umani e della pace ha stabilito principi che andavano direttamente in contrasto con l'emergente Guerra Fredda sotto Truman.

Una piattaforma per la pace e la giustizia

Nel preambolo della sua piattaforma, il partito ha avvertito che "lo stile di vita americano è in pericolo". La causa principale di questa crisi, ha affermato, "è il controllo delle grandi imprese della nostra economia e del governo". Con parole stranamente simili al presente, ha osservato che, “Mai prima d'ora così pochi hanno posseduto così tanto a spese di tanti.” Come tale, “Il Partito Progressista nasce nella profonda convinzione che la ricchezza nazionale e le risorse naturali del nostro paese appartengono alle persone che lo abitano e devono essere impiegate in loro favore che la libertà e l'opportunità devono essere garantite ugualmente a tutto ciò che la fratellanza dell'uomo può essere raggiunta e il flagello della guerra porre fine.

I progressisti volevano un governo che agisse nell'interesse della gente comune e che credesse che il primo dovere di un governo giusto sia garantire a tutte le persone, indipendentemente da razza, credo, colore, sesso, estrazione nazionale, credo politico , o stazione nella vita, i diritti inalienabili proclamati nella Dichiarazione di Indipendenza e garantiti dal Bill of Rights.” Pensavano che il governo “doveva proteggere attivamente questi diritti contro le invasioni di enti pubblici e privati.” I loro la piattaforma chiedeva la fine della discriminazione “in tutte le sue forme e in tutti i luoghi.” E questo non doveva essere solo un gesto simbolico, ma qualcosa che sarebbe stato raggiunto attraverso “programmi speciali per elevare i bassi standard di salute, alloggi e strutture educative” per afroamericani, nativi americani e tutte le persone.

Di pari passo con la lotta per la giustizia sociale e i diritti umani, i progressisti hanno riconosciuto che il movimento operaio "rimane la molla principale dell'impegno democratico americano e deve avere ogni opportunità per continuare la lotta" in modo che 8220ogni americano che lavora per vivere ha un diritto inalienabile a un reddito sufficiente a garantire a sé e alla sua famiglia un elevato tenore di vita. gli Stati Uniti.” La Piattaforma ha proseguito affermando che, “Se i diritti dei lavoratori di organizzarsi, di negoziare collettivamente e di scioperare non sono garantiti, non si può realizzare un aumento del tenore di vita.”

Nel campo degli affari esteri, il Partito Progressista ha proclamato che "solo attraverso la comprensione pacifica il mondo può progredire verso standard di vita più elevati che la pace è la condizione essenziale per salvaguardare ed estendere le nostre libertà tradizionali". ha sottolineato tale punto di vista dichiarando “crediamo che le persone di tutto il mondo abbiano diritto all'autodeterminazione,” e che la gente di Porto Rico “ha diritto all'indipendenza.”

La reazione ha ucciso il sogno progressista

Dopo l'aggiornamento della convention, gli attivisti si sono sparsi in tutto il paese. Hanno ricevuto molto entusiasmo e un solido sostegno durante la campagna. I primi sondaggi hanno dato a Wallace il 20 percento dei voti. Ma nei mesi successivi, Wallace fu vittima della crescente crociata “anticomunista” che colpì ogni angolo della vita delle persone progressiste. Diffamato come uno “strumento” del Partito Comunista, il giorno delle elezioni il suo sostegno si è quasi completamente dissolto. Alla fine, ha ricevuto solo 1,1 milioni di voti (meno del 2 1/2 percento di tutti i voti espressi). Non portava stati.

Negli anni che seguirono, il movimento progressista affrontò un massiccio assalto di persecuzioni, procedimenti giudiziari e repressione. Joseph McCarthy, un oscuro senatore repubblicano del Wisconsin, arrivò a dominare l'arena pubblica con accuse infondate che portarono a una paralisi del movimento progressista. Ci vorrebbero anni per riprendersi, e in qualche modo viviamo ancora con quell'eredità. Anche Henry Wallace si sarebbe trasferito al centro politico negli anni '50.

Molti degli obiettivi del Partito Progressista, quindi, rimangono irrisolti fino ad oggi. La rabbia crescente contro il declino degli standard di vita della classe operaia ha raggiunto il suo massimo livello nelle elezioni del 2016. I progressisti, come i delegati di Bernie Sanders alla Convenzione nazionale democratica, devono continuare la lotta contro la disuguaglianza economica, l'ingiustizia razziale, la corruzione politica e il cambiamento climatico. In caso di successo, potrebbero portare a compimento il lavoro del Partito Progressista a Filadelfia quasi settant'anni fa.

Foto: un cartellone per il candidato alla presidenza del Partito progressista del 1948, Henry A. Wallace. | Biblioteca dell'Università dell'Iowa



Commenti:

  1. Ozzi

    Sono d'accordo, una cosa meravigliosa

  2. Caillen

    Sono anche preoccupato per questa domanda. Puoi dirmi dove posso leggere di questo?

  3. Shakak

    Probabilmente lì

  4. Grogul

    How often does the author visit this blog?

  5. Suetto

    Questo annuncio divertente è notevole

  6. Gifre

    Forse, acconsentirò con la sua frase



Scrivi un messaggio