In una città medievale quanto era necessario un mercato rispetto alla popolazione?

In una città medievale quanto era necessario un mercato rispetto alla popolazione?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

In una grande città medievale alimentata dai prodotti agricoli della zona, oltre a importazioni come cereali, spezie, pesce, ecc. e che fungeva anche da hub regionale per lo scambio di merci commerciali, ciò che ha determinato il posizionamento e il numero di luoghi di mercato in la città? Quanto era grande un mercato necessario rispetto alla popolazione della città in termini di venditori e spazio?


Puoi ottenere alcune informazioni sul numero di mercati rispetto alla popolazione guardando la pagina di Wikipedia su Market Towns. Un bocconcino specifico potrebbe esserti utile (il corsivo è mio).

Lo scopo principale di una città mercato è la fornitura di beni e servizi alla località circostante.1 Sebbene le città mercato fossero conosciute nell'antichità, il loro numero aumentò rapidamente dal XII secolo. Le città mercato di tutta Europa sono fiorite con un'economia migliorata, una società più urbanizzata e l'introduzione diffusa di un'economia basata sul denaro.2 Il Domesday Book del 1086 elenca 50 mercati in Inghilterra. Tra il 1200 e il 1349,3 sono stati istituiti circa 2.000 nuovi mercati. Nello stesso periodo in tutta Europa si è verificato il fiorire di città mercato.

Questo ci fornisce alcune informazioni specifiche su un orario e un luogo specifici, 50 mercati in Inghilterra ai tempi del Doomsday Book. Possiamo ottenere alcuni numeri sulla popolazione al momento del libro del giorno del giudizio:

La popolazione totale dell'Inghilterra nel 1086 non può essere calcolata con precisione da Domesday per diversi motivi: sono elencati solo i capifamiglia; grandi città come Londra e Winchester sono state completamente omesse; non ci sono registrazioni di monache, monaci o persone nei castelli. La popolazione dell'Inghilterra al tempo di Domesday è stata provvisoriamente stimata tra 1¼ e 2 milioni. Tuttavia, queste cifre sono molto inferiori ai 4 milioni di persone che si stima fossero in epoca romana.

Quindi, se facciamo i conti, possiamo ottenere quei 50 mercati divisi per la popolazione in tutta l'Inghilterra nel 1086 mostrando ogni mercato copriva una popolazione da 25.000 a 30.000 persone. Questa è una semplificazione eccessiva solo per ottenere una cifra numerica di "ballpark", ma è interessante notare che sembra corrispondere alle cifre fornite in un'altra risposta di @Pieter Geerkens, che ha mostrato 5 mercati in una città di 125.000 per un mercato che copre 25.000 persone.

Puoi guardare la prima citazione e vedere che la distribuzione dei mercati cambia un po' più tardi nel Medioevo (dal XII al XIV secolo):

il loro numero aumentò rapidamente dal XII secolo. Le città mercato di tutta Europa fiorirono con un'economia migliorata, una società più urbanizzata e l'introduzione diffusa di un'economia basata sul denaro... Tra il 1200 e il 1349 furono istituiti circa 2.000 nuovi mercati.

Di nuovo i numeri sull'Inghilterra, ma raccogliendo solo le stime della popolazione massima prima dell'evento di spopolamento della peste, troviamo una stima della popolazione di 6.000.000 di persone che hanno accesso a circa 2000 mercati, dandoci un mercato per ogni 3000 residenti. Una grande differenza che mostra quella variazione nel tempo e nelle condizioni, tutto ancora all'interno del periodo medievale.


È un po' in ritardo nel periodo, ma questa mappa del 1572 di Anversa, con una popolazione di circa 125.000 abitanti in quell'anno, elenca almeno 5 mercati nella legenda:

    1. Die Grote Marct. - Il Grande Mercato.
      Centro, appena a nord della chiesa principale
    1. Die Ossemarct. - Il mercato dei buoi.
      Appena dentro il Muro Est, tra le due porte principali
    1. Die Peerdemar[ct] - Il mercato dei cavalli[?].
      Un isolato a nord di 14
    1. Die Ve[e]marct. - Il mercato del bestiame
      Tre isolati a nord di 13.
    1. Die Vischmarct - Il mercato del pesce
      A sud del molo principale

Nota che la carne di cavallo è popolare in gran parte della Francia e dei Paesi Bassi; ed entrambi"Mercato del bestiame" e "Mercato dei cavalli" possono entrambi riferirsi a due stili di macellazione piuttosto che al bestiame. A mio avviso, è più probabile che i mercati del bestiame si trovino al di fuori delle mura della città che all'interno - i primi luoghi per forza si rivolgono principalmente al famiglie della città.


Questa mappa di Amsterdam leggermente successiva risale al 1593. Manca la leggenda definitiva, ma ci sono un paio di probabili posizioni di mercato visibili dopo l'ispezione.

Molte grazie a LangLangC per la traduzione e l'assistenza alla ricerca.


Guarda il video: Storia medievale 2: breve storia delleconomia medievale


Commenti:

  1. Voodooshicage

    Secondo me ti sbagli. Entra discutiamo. Scrivimi in PM.

  2. Kazrakazahn

    Esattamente hai ragione

  3. Pivane

    Hai torto. Scrivi in ​​PM, discuteremo.

  4. Gardagor

    È un peccato che non posso parlare ora, ho fretta di andare al lavoro. Tornerò - esprimerò sicuramente la mia opinione su questo problema.

  5. Iseabail

    Assolutamente d'accordo con te. Qualcosa va bene anche in questo, sono d'accordo con te.



Scrivi un messaggio