Le origini scientifiche del Minotauro - Matt Kaplan

Le origini scientifiche del Minotauro - Matt Kaplan


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

>

Visualizza la lezione completa: http://ed.ted.com/lessons/the-scientific-origins-of-the-minotaur-matt-kaplan

Il mito del Minotauro racconta la storia di una bestia infuriata che vaga per sempre nei corridoi di un umido labirinto, piena di una rabbia così intensa che il suo ruggito assordante scuote la terra. Ma questa storia è solo finzione o un tentativo dei nostri primi antenati di dare un senso al mondo naturale? Matt Kaplan esamina il mito per le sue radici scientifiche.

Lezione di Matt Kaplan, animazione di Artrake Studio.


[E3 2021] Una carrellata dei momenti salienti del gioco horror dalle vetrine dell'8217 di quest'anno

L'E3 2021 è giunto al termine.

Mentre, in tempi normali, lo spettacolo fisico sarebbe continuato per tutta la settimana mentre gli sviluppatori mostravano i loro giochi per la stampa, quest'anno si tratta solo dei trailer. E c'erano dei buoni trailer!

Dopo un anno e mezzo di lavoro da casa, alcuni spettacoli erano comprensibilmente scarsi. Ma, grazie, in gran parte, alle proiezioni stellari di Nintendo e della recente formazione Xbox + Bethesda Voltron, i fan dell'horror hanno un sacco di nuovi giochi da guardare al futuro nell'anno a venire.

Continua a leggere per un elenco non esaustivo dei momenti salienti dell'orrore dell'E3 2021.


Le origini scientifiche del Minotauro - Matt Kaplan

Visualizza la lezione completa- http-//ed.ted.com/lessons/the-scientific-origins-of-the-minotaur-matt-kaplan Il mito del Minotauro racconta la storia di una bestia infuriata che vaga per sempre nei corridoi di un'umidità labirinto, pieno di una rabbia così intensa che il suo ruggito assordante scuote la terra. Ma questa storia è solo finzione o un tentativo dei nostri primi antenati di dare un senso al mondo naturale? Matt Kaplan esamina il mito per le sue radici scientifiche. Lezione di Matt Kaplan, animazione di Artrake Studio.

انلود اپلیکیشن «زوم»

ا درس را انید به بهترین اانات الی الیکیشن «زوم» ا

ایل

ترجمه‌ی درس

الیسی

Lontano al di sotto del palazzo del perfido re Minosse, nell'umida oscurità di un inevitabile labirinto, un'orribile bestia si aggira per gli infiniti corridoi della sua prigione, infuriata con una sete di sangue così intensa che il suo ruggito assordante scuote la Terra. È facile capire perché il mito del Minotauro ha una lunga storia di essere ignorato come pura finzione. Tuttavia, ci sono buone probabilità che il Minotauro e altri mostri e dei siano stati creati dai nostri primi antenati per razionalizzare le cose terrificanti che vedevano nel mondo naturale ma non capivano. E anche se non possiamo spiegare ogni aspetto delle loro storie, potrebbe esserci qualche scienza reale che si rivela quando le analizziamo alla ricerca di indizi. Quindi, per quanto ne sappiamo, non ci sono mai stati ibridi uomo-toro. Ma il primo materiale scritto sul Minotauro non menziona nemmeno la sua forma fisica. Quindi probabilmente non è la parte chiave della storia. Ciò su cui i diversi racconti concordano, tuttavia, è che la bestia vive sottoterra e quando muggisce causa enormi problemi. I vari miti sono specifici anche nell'affermare che il geniale inventore Dedalo scavò il labirinto sotto l'isola di Creta. I tentativi archeologici di trovare il leggendario labirinto sono arrivati ​​a mani vuote. Ma Creta stessa ha fornito l'indizio più prezioso di tutti sotto forma di attività sismica. Creta si trova su un pezzo di crosta continentale chiamato Blocco Egeo, e ha un pezzo di crosta oceanica noto come Blocco Nubiano che scorre proprio sotto di esso. Questo tipo di caratteristica geologica, chiamata zona di subduzione, è comune in tutto il mondo e provoca molti terremoti. Tuttavia, a Creta la situazione è particolarmente instabile poiché il blocco nubiano è attaccato alla massiccia crosta continentale galleggiante che è l'Africa. Quando il blocco nubiano si muove, non scende così facilmente o così ripidamente come fa la crosta oceanica nella maggior parte delle altre zone di subduzione. Invece, forza violentemente e bruscamente sezioni del Mediterraneo verso l'alto in un evento chiamato sollevamento, e Creta è in sollevamento centrale. Nell'anno 2014, Creta ha avuto più di 1300 terremoti di magnitudo 2.0 o superiore. In confronto, nello stesso periodo di tempo, la California meridionale, un'area molto più ampia, ha subito solo 255 terremoti. Naturalmente, non abbiamo registrazioni sismiche dettagliate dei giorni del re Minosse, ma sappiamo dai reperti fossili e dalle prove geologiche che Creta ha subito gravi eventi di sollevamento che a volte hanno superato i 30 piedi in un solo momento. Contrasta questo per un momento con l'isola delle Hawaii, dove i terremoti e l'attività vulcanica erano strettamente intrecciati alle leggende che circondano Pele, una dea sia ardente che bella. Come il Minotauro, i suoi miti includevano racconti di distruzione, ma contenevano anche elementi di danza e creazione. Allora perché le Hawaii sono finite con Pelé e Creta con il Minotauro? La differenza probabilmente si riduce alla lava che ha seguito molti dei peggiori terremoti delle Hawaii. La lava delle Hawaii è fatta di basalto, che una volta raffreddato è molto fertile. Nel giro di un paio di decenni di terribili eruzioni, gli isolani avrebbero visto prosperare una vibrante vita verde su nuove penisole fatte di lava. Quindi ha senso che la mitologia abbia catturato questo ritraendo Pele come creatore e distruttore. Per quanto riguarda i cretesi, i loro terremoti portarono solo distruzione e terre aride, così forse per loro nacque l'innaturale e mortale Minotauro. Le connessioni tra le storie mitiche e la geologia delle regioni in cui hanno avuto origine ci insegnano che mitologia e scienza sono in realtà due facce della stessa medaglia. Entrambi sono radicati nello spiegare e comprendere il mondo. La differenza fondamentale è che dove la mitologia usa dei, mostri e magia, la scienza usa misurazioni, registrazioni ed esperimenti.

ارکت کنندگان در ا صفحه

ا کنون فردی در بازسازی این صفحه مشارکت نداشته ا.

ا نیز انید ای ارکت ترجمه‌ی ا صفحه الاح انگلیسی، این لینک مراجعه ا.

انواده انشنا

انلود «زوم»

افت جدیدترین الب ا

خبرنامه «زوم» بپیوندید و ا آخرین تخفیف ها مقالات و آموزش های تخصصی ا خبر شوید:

اه‌های اا

اره‌ی اپلیکیشن

الیکیشن زوم، یکی از نرم‌افزارهای آموزش زبان انگلیسی گروه زبانشناس ا. این اپلیکیشن ا تخصصی ویدئویی و ا آموزشی ال، آیلتس، و جی آر ا ا. اگر دوره‌ی خاصی مد نظر شما است، به ما بگویید تا آن را اضافه کنیم.

اد اا

ایت انشناس ارای اد اعتماد الکترونیکی است و در ارت ارشاد اسلامی نیز به ثبت رسیده ا. امی لات ارائه شده نیز &zwnjهای لازم را از مراجع مربوطه کسب کرده ا. ا اطمینان از &zwnjتوانید ارد ایت الی ااس و در قسمت ایین ا روی ادها لیک کنید.

امی حقوق برای «زوم» محفوظ ا. گونه کپی اری از الب «زوم» بدون کسب اجازه از مدیر وبسایت ممنوع است !


Le origini scientifiche del Minotauro - Matt Kaplan

Lontano al di sotto del palazzo del perfido re Minosse, nell'umida oscurità di un inevitabile labirinto, un'orribile bestia si aggira per gli infiniti corridoi della sua prigione, infuriata con una sete di sangue così intensa che il suo ruggito assordante scuote la Terra. È facile capire perché il mito del Minotauro ha una lunga storia di essere ignorato come pura finzione.

Tuttavia, c'è una buona probabilità che il Minotauro e altri mostri e dei siano stati creati dai nostri primi antenati per razionalizzare le cose terrificanti che vedevano nel mondo naturale ma non capivano. E anche se non possiamo spiegare ogni aspetto delle loro storie, potrebbe esserci qualche scienza reale che si rivela quando le analizziamo alla ricerca di indizi.

Quindi, per quanto ne sappiamo, non ci sono mai stati ibridi uomo-toro. Ma il primo materiale scritto sul Minotauro non menziona nemmeno la sua forma fisica. Quindi probabilmente non è questa la parte fondamentale della storia. Ciò su cui i diversi racconti concordano, tuttavia, è che la bestia vive sottoterra e quando muggisce causa enormi problemi.

I vari miti sono anche specifici nell'affermare che il geniale inventore Dedalo scavò il labirinto sotto l'isola di Creta. I tentativi archeologici di trovare il leggendario labirinto sono arrivati ​​a mani vuote. Ma Creta stessa ha fornito l'indizio più prezioso di tutti sotto forma di attività sismica.

Creta si trova su un pezzo di crosta continentale chiamato Blocco Egeo, e ha un pezzo di crosta oceanica noto come Blocco Nubiano che scorre proprio sotto di esso. Questo tipo di caratteristica geologica, chiamata zona di subduzione, è comune in tutto il mondo e provoca molti terremoti.

Tuttavia, a Creta la situazione è particolarmente instabile poiché il blocco nubiano è attaccato alla massiccia crosta continentale galleggiante che è l'Africa. Quando il Blocco Nubiano si muove, non scende così facilmente o così ripidamente come fa la crosta oceanica nella maggior parte delle altre zone di subduzione.

Invece, forza violentemente e bruscamente sezioni del Mediterraneo verso l'alto in un evento chiamato sollevamento, e Creta è in sollevamento centrale. Nell'anno 2014, Creta ha avuto più di 1300 terremoti di magnitudo 2.0 o superiore. In confronto, nello stesso periodo di tempo, la California meridionale, un'area molto più ampia, ha subito solo 255 terremoti.

Naturalmente, non abbiamo registrazioni sismiche dettagliate dei giorni del re Minosse, ma sappiamo dai reperti fossili e dalle prove geologiche che Creta ha subito gravi eventi di sollevamento che a volte hanno superato i 30 piedi in un solo momento. Contrasta questo per un momento con l'isola delle Hawaii, dove i terremoti e l'attività vulcanica erano strettamente intrecciati alle leggende che circondano Pele, una dea sia ardente che bella.

Come il Minotauro, i suoi miti includevano racconti di distruzione, ma contenevano anche elementi di danza e creazione. Allora perché le Hawaii sono finite con Pelé e Creta con il Minotauro? La differenza probabilmente si riduce alla lava che ha seguito molti dei peggiori terremoti delle Hawaii.

La lava delle Hawaii è fatta di basalto, che una volta raffreddato è molto fertile. Entro un paio di decenni di terribili eruzioni, gli isolani avrebbero visto prosperare una vibrante vita verde su nuove penisole fatte di lava. Quindi ha senso che la mitologia abbia catturato questo ritraendo Pele come creatore e distruttore.

Per quanto riguarda i cretesi, i loro terremoti portarono solo distruzione e terre aride, così forse per loro nacque l'innaturale e mortale Minotauro. Le connessioni tra le storie mitiche e la geologia delle regioni in cui hanno avuto origine ci insegnano che mitologia e scienza sono in realtà due facce della stessa medaglia.


Le origini scientifiche del Minotauro - Matt Kaplan - Storia

Inserisci l'URL del video di YouTube per scaricare i sottotitoli in molti formati e lingue diversi.

Prevodilac: Tijana Mihajlović Lettore: Mile Živković

Daleko ispod palato podmuklog kralja Minosa,

u vlažnom mraku lavirinta bez izlaza,

užasna zver vreba beskrajnim hodnicima svog zatvora,

razdražena krvoždernošću toliko silovitom

da njen zaglušujući urlik protresa Zemlju.

Lako je uočiti zašto se mit o Minotauru

dugo zanemarivao kao potpuna fantastika.

Ipak, postoji velika šansa da su Minotaura

i druga čudovišta i bogove

stvorili naši davni preci

kako bi racionalizovali zastrašujuće stvari

koje su videli u svetu prirode,

Iako ne možemo da objasnimo svaki aspekt njihovih priča,

može biti da postoji stvarna nauka koja će se otkriti

kada ih razdvojimo na delove da bismo otkrili tragove.

Koliko znamo do sada, nikada nisu postojali hibridi ljudi i bikova.

Međutim, najstariji pisani dokumenti o Minotauru

čak i ne pominju njegovu fizičku pojavu.

To, dakle, verovatno nije ključni deo priče.

Ono u čemu se različita predanja slažu je

da ta zver živi u podzemnom svetu,

a kada zaurla, a prouzrokuje ogromne probleme.

Različiti mitovi su, takođe, precizni kada govore o tome

da je genijalni pronalazač Dedalus

isklesao lavirint ispod ostrva Krit.

Arheološki pokušaji da pronađu poznati lavirint

Ipak, sam Krit doneo je najvredniji od svih zaključaka

u obliku seizmičke aktivnosti.

Krit se nalazi na delu kontinentalne kore koji se naziva Egejski blok

ima nešto okeanske kore poznate pod imenom Nubijski blok,

koja klizi direktno ispod nje.

Ovakva geološka osobina koja se naziva subdukcijskom zonom

često se javlja u svetu, a rezultat je puno zemljotresa.

Međutim, situacija na Kritu je posebno trusna

jer je Nubijski blok povezan

sa ogromnom pokretnom kontinentalnom korom, tj. Africano.

Kada se Nubijski blok pomeri,

ne čini a ni približno lako ili strmo

kao što to radi okeanska kora u većini subdukcijskih zona.

Umesto toga, ona burno i brzo gura dellove Mediterana naviše

pri događaju koji se naziva podizanje,

Tokom 2014. godine, Krit je imao više od 1300 zemljotresa

Ako upoređujemo, u istom vremenskom periodu,

južna Kalifornija, mnogo veće područje, pretrpela je samo 255 zemljotresa.

Naravno, nemamo detaljne seizmičke podatke

ali znamo iz fosilnih ostataka i geoloških dokaza

da je Krit doživeo značajna pomeranja tla

koja su nekada premašivala 9 metara u trenutku.

Uporedite ovo na trenutak sa ostrvom Havaji

gde su zemljotresi i vulkanska aktivnost

bili duboko utkani u legende koje okružuju Pele,

boginju koja je vatrena i fer.

Kao i kod Minotaura, njeni mitovi

uključivali su priče o razaranju,

ali su sadržali i elemente plesa i stvaralaštva.

Zašto su, onda, Havaji završili sa Pele, a Krit sa Minotaurom?

Razlika se verovatno svodi na lavu

koja je pratila mnoge havajske najgore zemljotrese.

Lava na Havajima je od bazalta koji, kada se ohladi, postaje veoma plodan.


La scienza dei mostri: le origini delle creature che amiamo temere

Sappiamo tutti che "non esistono mostri", ma la nostra immaginazione ci dice il contrario. Dalle bestie mitiche dell'antica Grecia ai vampiri ormonali della saga di Twilight, i mostri ci hanno affascinato per millenni. Matt Kaplan, un noto giornalista scientifico e appassionato di miti sui mostri, impiega un divertente mix di ricerca all'avanguardia e amore per la tradizione per esplorare la storia dietro queste fantastiche finzioni e la nostra ossessione cablata per le cose che si verificano nella notte.

Spaziando attraverso la storia, Lo sguardo di Medusa e il morso del vampiro affronta le domande persistenti che sorgono al confine tra fantasia e realtà. Cosa ha spinto gli antichi minoici a creare la storia del Minotauro e del suo labirinto sotterraneo? I draghi sono davvero esistiti? Cosa ha ispirato la creazione di vampiri e lupi mannari, e perché ne siamo così attratti?

Con l'occhio di un giornalista e la voce di un narratore, Kaplan porta i lettori in prima linea nella scienza, dove le nostre figure preferite dell'orrore possono trovare conferme nella vita reale. Il leggendario Kraken, un calamaro di proporzioni epiche, si aggira davvero negli abissi? Siamo vicini alla realizzazione? Jurassic Park una realtà replicando un dinosauro dal DNA fossilizzato? Man mano che le nostre paure si evolvono, anche i nostri mostri e Lo sguardo di Medusa e il morso del vampiro traccia l'ascesa delle bestie definitive, gli umani stessi.

Тзывы - аписать отзыв

Recensione di LibraryThing

In questo divertente sguardo sulle credenze nei mostri di vario genere, come nel suo libro più recente sui poteri magici, Science of the Magical, Matt Kaplan esplora i modi in cui la scienza (e la cultura . итать весь отзыв

Recensione di LibraryThing

Casey consiglia questo: "Si chiama Medusa's Gaze e Vampire's Bite: The Science of Monsters, e traccia le origini scientifiche dei miti dei mostri (incluso Frankenstein!). Comunque non ho letto. итать весь отзыв


Lo sguardo di Medusa e il morso del vampiro: la scienza dei mostri

Sappiamo tutti che "non esistono mostri", ma la nostra immaginazione ci dice il contrario. Dalle bestie mitiche dell'antica Grecia ai vampiri ormonali della saga di Twilight, i mostri ci hanno affascinato per millenni. Matt Kaplan, un noto giornalista scientifico e appassionato di miti sui mostri, impiega un divertente mix di ricerca all'avanguardia e amore per la tradizione per esplorare la storia dietro queste fantastiche finzioni e la nostra ossessione cablata per le cose che si verificano nella notte.

Spaziando attraverso la storia, Lo sguardo di Medusa e il morso del vampiro affronta le domande persistenti che sorgono al confine tra fantasia e realtà. Cosa ha spinto gli antichi minoici a creare la storia del Minotauro e del suo labirinto sotterraneo? I draghi sono davvero esistiti? Cosa ha ispirato la creazione di vampiri e lupi mannari, e perché ne siamo così attratti?

Con l'occhio di un giornalista e la voce di un narratore, Kaplan porta i lettori in prima linea nella scienza, dove le nostre figure preferite dell'orrore possono trovare conferme nella vita reale. Il leggendario Kraken, un calamaro di proporzioni epiche, si aggira davvero negli abissi? Siamo vicini alla realizzazione? Jurassic Park una realtà replicando un dinosauro dal DNA fossilizzato? Man mano che le nostre paure si evolvono, anche i nostri mostri e Lo sguardo di Medusa e il morso del vampiro traccia l'ascesa delle bestie definitive, gli umani stessi.

Тзывы - аписать отзыв

Recensione di LibraryThing

In questo divertente sguardo alle credenze nei mostri di vario genere, come nel suo libro più recente sui poteri magici, Science of the Magical, Matt Kaplan esplora i modi in cui la scienza (e la cultura . Читать весь отзыв

Recensione di LibraryThing

Casey consiglia questo: "Si chiama Medusa's Gaze e Vampire's Bite: The Science of Monsters, e traccia le origini scientifiche dei miti dei mostri (incluso Frankenstein!). Comunque non ho letto. итать весь отзыв


Αφορά μεταξύ Rooted αι Unrooted Android α αφορά μεταξύ - 2021 -

Ακας ομένων:

Cellulari Android con root e senza root

αφορά αφορές α ριζωμένα αι μένα α Android. ουν πολλές διαφορές μεταξύ των δύο αυτών τύπων που θα συζητηθούν στη συζήτηση.

οβολία μιας συσκευής Android αποκτά τον ο του ριζικού μενού όπου αι κατασκευασμένο ο ROM για συσκευή. Μπορούμε επίσης να αποκτήσουμε τον πλήρη έλεγχο της συσκευής και μπορούμε να πάρουμε το πλήρες αντίγραφο ασφαλείας των δεδομένων, αλλά οι μη ξεδιπλωμένες συσκευές είναι οι συσκευές που κατασκευάζονται και ένα ανώτερο στρώμα είναι τοποθετημένο στην κορυφή της ROM ώστε να είναι συγκεκριμένο για την εταιρεία όπως η Samsung , HTC , .

Η ριζοβολία μας επιτρέπει να εγκαταστήσουμε εφαρμογές από την αγορά που δεν είναι συμβατές ή δεν επιτρέπεται να λειτουργούν στη συσκευή, αλλά σε μια μη εξωστρεφή συσκευή δεν μπορούμε να εγκαταστήσουμε αυτές τις εφαρμογές εύκολα όπως με μια ριζωμένη συσκευή.

μια ριζωμένη συσκευή μπορούμε να προσθέσουμε όσο ο ατόν περισσότερα λειτουργικά συστήματα αφού έχουμε τον έλεγχο ROM, να μπα μπα α ααμααο ο ο Στις μη εξουδετερωμένες συσκευές δεν μπορούμε να έχουμε περισσότερα από ένα λειτουργικά συστήματα, δεδομένου ότι μπορούμε να ενημερώσουμε μόνο όταν ο κατασκευαστής έχει εκδώσει μια ενημερωμένη έκδοση επειδή το λειτουργικό σύστημα είναι πρωτότυπο, ενώ στις ριζωμένες συσκευές είναι πειρατικό.

α συσκευή με ρίζες δεν ισχύει πλέον α εγγύηση αι τις αυθεντικές ενημερώσεις από τον ατασκευαστή, καθώς το λειτουργικό σύστημα είναι πλέον κατεστραμμένο.

α δίνετε προσοχή κατά τη α μιας συσκευής, διότι αν πάει στραβά δεν μπορούμε να ανουμε την συσκευή στην αρχική ατάσταση και με την μ.

συσκευές με ρίζες μπορούμε επίσης α αυξήσουμε τη διάρκεια ζωής π μπαταρίας από τη διαχείριση μνήμης της συσκευής, αλλά το γνήσιο λειτουργικό σύστημα δεν είναθέσι πλέον α

ολλά μπορούν α γίνουν με την ριζοβολία μιας συσκευής, αλλά πρέπει α μέριμνα ατί εάν κάτι πάει αβά η συσκευή δεν χρησιμοποιείται πλέον.
α α οψίσουμε τη συζήτηση:

ριζοβολίες μπορούν να δώσουν στον χρήστη πλήρη έλεγχο πρόσβασης

ολλαπλά λειτουργικά συστήματα μπορούν να αλλάξουν στη ριζωμένη συσκευή
ενημερώσεις δεν είναι διαθέσιμες στη ριζωμένη συσκευή αλλά οι μη εξαντλημένες συσκευές υπόκεινται σε ενημερώσεις


Contenuti

La parola Minotauro deriva dal greco antico Μῑνώταυρος, composto dal nome Μίνως (Minosse) e dal sostantivo ταῦρος "toro", tradotto come "(il) Toro di Minosse". A Creta, il Minotauro era conosciuto con il nome di Asterion, [7] un nome condiviso con il padre adottivo di Minosse. [8] In Etrusco il Minotauro aveva il nome evrumineś. [9]

"Minotauro" era originariamente un nome proprio in riferimento a questa figura mitica. L'uso di "minotauro" come nome comune per riferirsi a membri di una generica "specie" di creature dalla testa di toro si sviluppò molto più tardi, nella narrativa di genere fantasy del XX secolo.

Dopo essere salito al trono dell'isola di Creta, Minosse gareggiò con i suoi fratelli come sovrano. Minosse pregò il dio del mare Poseidone di inviargli un toro bianco come la neve come segno del favore del dio. Minosse doveva sacrificare il toro per onorare Poseidone, ma a causa della bellezza del toro decise invece di tenerlo. Minosse credeva che il dio avrebbe accettato un sacrificio sostitutivo. Per punire Minosse, Poseidone fece innamorare del toro la moglie di Minosse, Pasifae. Pasifae fece modellare all'artigiano Dedalo una mucca di legno cavo, sulla quale salì per accoppiarsi con il toro. Il mostruoso Minotauro fu il risultato.

Pasifae allattò il Minotauro, ma lui crebbe di statura e divenne feroce. Come progenie innaturale di una donna e di una bestia, il Minotauro non aveva una fonte naturale di nutrimento e quindi divorava gli umani per il sostentamento. Minosse, seguendo il consiglio dell'oracolo di Delfi, fece costruire a Dedalo un gigantesco labirinto per contenere il Minotauro. La sua posizione era vicino al palazzo di Minosse a Cnosso. [11]

Il Minotauro è comunemente rappresentato nell'arte classica con il corpo di un uomo e la testa e la coda di un toro. Secondo Sofocle Trachiniai, quando lo spirito del fiume Acheloo sedusse Deianira, una delle sembianze che assunse fosse un uomo con la testa di toro.

Dall'età classica fino al Rinascimento, il Minotauro appare al centro di molte raffigurazioni del Labirinto. [12] Il racconto latino di Ovidio del Minotauro, che non descriveva quale metà fosse toro e quale metà uomo, era il più ampiamente disponibile durante il Medioevo, e diverse versioni successive mostrano la testa e il torso di un uomo su un corpo di toro - il rovescio della configurazione classica, che ricorda un centauro. [13] Questa rappresentazione è in linea con la descrizione di Virgilio del Minotauro nel libro VI dell'Eneide: "La parte inferiore una bestia, un uomo sopra / Il monumento del loro amore contaminato". [14]

Questa tradizione alternativa è sopravvissuta nel Rinascimento e figura ancora in alcune rappresentazioni moderne, come le illustrazioni di Steele Savage per Edith Hamilton Mitologia (1942).

Androgeo, figlio di Minosse, era stato ucciso dagli Ateniesi, gelosi delle vittorie ottenute alle Panatenee. Altri dicono che fu ucciso a Maratona dal toro cretese, l'ex amante della taurina di sua madre, che Egeo, re di Atene, gli aveva ordinato di uccidere. La tradizione comune sostiene che Minosse condusse e vinse una guerra per vendicare la morte di suo figlio. Catullo, nel suo racconto della nascita del Minotauro, [15] fa riferimento ad un'altra versione in cui Atene fu "costretta dalla crudele pestilenza a pagare sanzioni per l'uccisione di Androgeone". Egeo dovette scongiurare la peste causata dal suo crimine inviando "giovani uomini insieme alla migliore delle ragazze non sposate come festa" al Minotauro. Minosse richiedeva che sette giovani ateniesi e sette fanciulle, estratti a sorte, fossero inviati ogni settimo o nono anno (alcuni resoconti dicono ogni anno [16]) nel labirinto per essere divorati dal Minotauro.

Quando si avvicinò il terzo sacrificio, Teseo si offrì di uccidere il mostro. Promise a suo padre Egeo che avrebbe issato una vela bianca nel suo viaggio di ritorno a casa se avesse avuto successo, ma avrebbe fatto issare l'equipaggio delle vele nere se fosse stato ucciso. A Creta, la figlia di Minosse, Arianna, si innamorò perdutamente di Teseo e lo aiutò a navigare nel labirinto. Nella maggior parte dei casi gli ha dato un gomitolo di filo, permettendogli di ripercorrere il suo percorso. Secondo varie fonti e rappresentazioni classiche, Teseo uccise il Minotauro a mani nude, con la mazza o con una spada. [ citazione necessaria ] Quindi condusse gli Ateniesi fuori dal labirinto, ed essi salparono con Arianna lontano da Creta. Sulla via di casa, Teseo abbandonò Arianna sull'isola di Naxos e proseguì per Atene. Trascurò, tuttavia, di issare la vela bianca. Il re Egeo, dalla sua vedetta a Capo Sunio, vide avvicinarsi la nave dalle vele nere e, credendo morto il figlio, si suicidò gettandosi nel mare che da allora porta il suo nome. [17] Questo atto assicurò il trono a Teseo.

La visione del Minotauro come antagonista di Teseo riflette le fonti letterarie, che sono prevenute a favore delle prospettive ateniesi. Gli Etruschi, che accoppiarono Arianna con Dioniso, mai con Teseo, offrivano una visione alternativa, mai vista nelle arti greche: su una coppa da vino etrusca a figure rosse della prima metà del IV secolo, Pasifae culla teneramente un Minotauro neonato su il suo ginocchio. [18]

La contesa tra Teseo e il Minotauro era spesso rappresentata nell'arte greca. Un didramma di Cnosso esibisce da un lato il labirinto, dall'altro il Minotauro circondato da un semicerchio di palline, probabilmente destinato alle stelle uno dei nomi del mostro era Asterion ("stella").

Mentre furono scoperte le rovine del palazzo di Minosse a Cnosso, il labirinto non lo fu mai. La molteplicità di stanze, scale e corridoi del palazzo ha portato alcuni archeologi a suggerire che il palazzo stesso fosse la fonte del mito del labirinto, con oltre 1300 scompartimenti labirintici, [19] un'idea che ora è generalmente screditata. [20] Omero, descrivendo lo scudo di Achille, osservò che Dedalo aveva costruito un campo da ballo cerimoniale per Arianna, ma non lo associa al termine labirinto.

Alcuni mitologi moderni considerano il Minotauro una personificazione solare e un adattamento minoico del Baal-Moloch dei Fenici. L'uccisione del Minotauro da parte di Teseo in quel caso indica la rottura delle relazioni tributarie ateniesi con la Creta minoica. [21]

Secondo A.B. Cook, Minosse e Minotauro erano diverse forme dello stesso personaggio, che rappresentavano il dio-sole dei Cretesi, che raffigurava il sole come un toro. Sia lui che J. G. Frazer spiegano l'unione di Pasifae con il toro come una cerimonia sacra, durante la quale la regina di Cnosso era sposata con un dio formato da un toro, proprio come la moglie del tiranno ad Atene era sposata con Dioniso. E. Pottier, che non contesta la personalità storica di Minosse, in vista della vicenda di Falaride, ritiene probabile che a Creta (dove potrebbe essere esistito un culto del toro accanto a quello dei labrys) le vittime venivano torturate essendo rinchiuso nel ventre di un toro di bronzo incandescente. La storia di Talos, l'uomo d'ottone cretese, che si scaldò incandescente e strinse nel suo abbraccio gli stranieri appena sbarcati sull'isola, è probabilmente di origine simile.

Una spiegazione storica del mito si riferisce al tempo in cui Creta era la principale potenza politica e culturale nel Mar Egeo. Poiché la nascente Atene (e probabilmente altre città greche continentali) era in tributo a Creta, si può presumere che tale tributo includesse giovani uomini e donne per il sacrificio. Questa cerimonia è stata eseguita da un sacerdote travestito con una testa di toro o una maschera, spiegando così l'immaginario del Minotauro.

Una volta che la Grecia continentale fu libera dal dominio di Creta, il mito del Minotauro lavorò per allontanare la coscienza religiosa formante degli Elleni poleis dalle credenze minoiche.

Esiste anche un'interpretazione scientifica. Citando le prime descrizioni del minotauro di Callimaco come interamente incentrate sul "muggito crudele" che emetteva dal suo labirinto sotterraneo e l'ampia attività tettonica nella regione, il giornalista scientifico Matt Kaplan ha teorizzato che il mito potrebbe derivare dalla geologia. [23] Sottolinea che la datazione al carbonio di fossili marini attaccati a massi espulsi dall'oceano da antichi tsunami indica che la regione era tettonicamente molto attiva durante gli anni in cui è apparso per la prima volta il mito del minotauro. [24] Given this, he argues that the Minoans used the monster to help explain the terrifying earthquakes that were "bellowing" beneath their feet.


Guarda il video: Salvador Freixedo-Lumanità è schiava-


Commenti:

  1. Akijora

    Che parole... Super, frase geniale

  2. Eweheorde

    Internet è scritto con una lettera maiuscola all'interno di una frase, se così fosse. E i centesimi non sono con un punto, ma con una virgola.

  3. Bellinus

    Il messaggio autorevole :), curiosamente ...

  4. Zusar

    Il momento divertente

  5. Jud

    È d'accordo, è l'eccellente variante

  6. Shadwell

    La tua idea è geniale

  7. Lewis

    casualmente coincidenza



Scrivi un messaggio