Cronologia di Giovanni Battista

Cronologia di Giovanni Battista


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Chi era Giovanni Battista della Bibbia?

Giovanni Battista era un precursore ebreo di Gesù che battezzava i credenti per l'imminente venuta del Giorno del Giudizio. Nei Vangeli canonici, Giovanni Battista è l'araldo di Cristo e dell'era cristiana. I genitori di Giovanni sono Zaccaria ed Elisabetta (che è chiamata la cugina della Vergine Maria, la madre di Gesù).

Giovanni Battista, il cui ministero era nella valle del fiume Giordano, battezzò Gesù in quel fiume. Il diritto di battezzare era del messia, quindi per spiegare perché Giovanni lo faceva disse che battezzava solo con l'acqua ma il messia battezzava con il fuoco.


Battisti generali

A causa della persecuzione nel loro paese d'origine (era illegale per loro essere al di fuori della Chiesa d'Inghilterra), la congregazione di John Smyth e Thomas Helwys fuggì ad Amsterdam nel 1606. Formarono una loro chiesa che, anche se non avevano ancora tornata in patria, è spesso considerata la prima chiesa battista inglese.

Poiché non credevano che altre chiese seguissero l'insegnamento della Bibbia sul battesimo - che doveva essere somministrato solo ai credenti - Smyth si battezzò e poi procedette a battezzare altri credenti adulti nella congregazione. Questa credenza nel battesimo per soli credenti (o credobattesimo) era e rimane una caratteristica distintiva primaria di tutti i battisti.

Dopo aver fondato un'altra congregazione nei Paesi Bassi, Hellwys tornò in Inghilterra nel 1612 e fondò una chiesa battista vicino a Londra. Nel 1624 c'erano molte altre congregazioni battiste in Inghilterra, e cinque di esse si unirono per formare quella che sarebbe stata la prima associazione di chiese battiste.

Questa associazione consisteva in quelli che vennero chiamati "Generali Battisti". Queste chiese avevano una visione "generale" dell'espiazione, vale a dire che credevano che la morte espiatoria di Cristo fosse per tutte le persone ma che fosse efficace solo per coloro che rispondono con fede. In quanto tale, il Generale Battisti mantiene una posizione teologica nota come Arminianesimo.

Le chiese battiste generali continuarono a crescere di numero, sperimentarono periodi di declino e persecuzione per le loro credenze e alla fine si fecero strada attraverso l'Atlantico per stabilire una presenza nelle colonie che sarebbero poi diventate gli Stati Uniti.

Oggi ci sono chiese battiste in tutto il mondo che rientrerebbero nella categoria dei battisti generali (sebbene questa non sia una denominazione o un'associazione onnicomprensiva).


Le condizioni dell'apostasia

Come effetto di questa apostasia, le persone si divisero in gruppi con varie agende politiche, religiose e sociali. Differivano anche nelle loro credenze e tradizioni sul Messia. I gruppi religiosi cercarono di vivere la legge di Mosè come la comprendevano, ma ogni gruppo interpretava le scritture da prospettive così diverse che la società ebraica divenne sempre più divisa. Di conseguenza, la vera comprensione di chi sarebbe stato il Salvatore divenne confusa.

Una volta che le voci dei profeti tacquero, i sacerdoti e i loro compagni lavoratori del tempio, i Leviti, divennero i funzionari più importanti tra gli ebrei e rivendicarono per se stessi il diritto di interpretare le Scritture. Tuttavia, l'ufficio di sommo sacerdote fu corrotto poiché fu acquistato e venduto durante questo periodo.

Molti ebrei sentivano che i sacerdoti e i leviti non adempivano alla loro responsabilità di insegnare correttamente la legge (vedi Deuteronomio 33:10), quindi si sviluppò un nuovo gruppo che cercava di insegnare la legge. Conosciuti come scribi, si modellarono su Esdra, che aveva aiutato il suo popolo a sentire l'urgenza di imparare e obbedire alla legge (vedere Esdra 7:25 Neemia 8:1–8).

Alessandro Magno conquistò la regione nel 332 a.C. Quando morì, il suo regno fu diviso tra i suoi generali. Col tempo, la Palestina passò sotto l'influenza degli imperatori seleucidi di lingua greca. Nel 167 a.C. , i governanti seleucidi misero al bando la fede ebraica, vietando la circoncisione e profanando il tempio offrendo suini sull'altare. Molti ebrei resistettero, guidati da una famiglia nota come Maccabei o Asmonei. La rivolta, chiamata Guerra dei Maccabei, alla fine portò la libertà agli ebrei e creò una nazione ebraica per la prima volta dalla caduta di Gerusalemme. Allo stesso tempo, si formò un altro gruppo religioso noto come Hasideans, "i pii". Hanno mostrato la loro devozione a Dio cercando di vivere ogni aspetto della legge di Mosè come la comprendevano.

Durante il periodo intertestamentario emersero anche altri gruppi religiosi, ognuno dei quali rivendicava il diritto esclusivo di interpretare le scritture. I farisei erano un gruppo religioso indipendente nato subito dopo la guerra dei Maccabei. Divennero molto influenti nella società ebraica introducendo un'attenzione ristretta sulle leggi alimentari e sulla purezza rituale, aspetti che erano radicati principalmente nelle loro tradizioni orali, non nelle scritture. Nelle loro case, cercavano di comportarsi come se vivessero nel tempio.

I sadducei, invece, le cui origini restano sconosciute, respinsero ogni appello alla tradizione orale e si attenevano strettamente ai cinque libri di Mosè, voltando le spalle agli scritti di altri profeti. Questo gruppo consisteva principalmente dell'élite nella società di Gerusalemme. Quando nacque Gesù, avevano ampliato il loro potere affermando il controllo sul tempio di Gerusalemme.

Ciascuno di questi gruppi religiosi conservava tradizioni e dottrine che ritenevano essenziali per una vita di devozione. Ma poiché non avevano la guida di un vero profeta, furono lasciati alle loro interpretazioni.


Theasaurus biblico

Astemia » Istanze di » Giovanni Battista

È venuto il Figlio dell'uomo che mangia e beve e dicono: "Ecco un mangione e un beone, amico dei pubblicani e dei peccatori!"

Astinenza totale » Istanze di » Giovanni Battista

Poiché Giovanni non è venuto né mangia né beve, e dicono: "Ha un demonio!"

Poiché sarà grande agli occhi del Signore e non berrà né vino né liquore e sarà ripieno di Spirito Santo mentre è ancora nel grembo di sua madre.

Poiché è venuto Giovanni il Battista, che non mangia pane e non beve vino, e voi dite: "Ha un demonio!".

Antipa » Governato » Galilea » Ucciso » Giovanni Battista

Nell'anno quindicesimo del regno di Tiberio Cesare, quando Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetrarca della Galilea e Filippo suo fratello era tetrarca della regione dell'Ituraea e della Traconite e Lisania era tetrarca di Abilene,

Ma quando il tetrarca Erode fu da lui rimproverato a causa di Erodiade, moglie di suo fratello, e per tutte le cose malvagie che aveva fatto,

Or c'erano ad Antiochia, nella chiesa che era là, profeti e dottori: Barnaba, e Simeone, detto Niger, e Lucio di Cirene, e Mannaen, che era stato allevato con Erode tetrarca, e Saulo.

Allora il tetrarca Erode udì tutto ciò che accadeva e rimase molto perplesso, perché alcuni dicevano che Giovanni era risuscitato dai morti,

In quel tempo il tetrarca Erode udì la notizia di Gesù,

Ascesi » Istanze della pratica di » Giovanni Battista

Poiché Giovanni non è venuto né mangia né beve, e dicono: "Ha un demonio!"

Poiché è venuto Giovanni il Battista, che non mangia pane e non beve vino, e voi dite: "Ha un demonio!".

Bambini » Prima pietà di » Giovanni Battista

Poiché sarà grande agli occhi del Signore e non berrà né vino né liquore e sarà ripieno di Spirito Santo mentre è ancora nel grembo di sua madre.

E il bambino continuò a crescere e a diventare forte nello spirito, e visse nei deserti fino al giorno della sua apparizione pubblica in Israele.

Bambini » Buoni Bambini » Buoni Genitori » Giovanni Battista

E il bambino continuò a crescere e a diventare forte nello spirito, e visse nei deserti fino al giorno della sua apparizione pubblica in Israele.

Cristo » Sette testimoni scritturali a » Giovanni Battista

Io stesso ho visto e ho attestato che questi è il Figlio di Dio».

Cristo » Encomio di » Giovanni Battista

Io vi dico: tra i nati di donna non c'è nessuno più grande di Giovanni, eppure il più piccolo nel regno di Dio è più grande di lui».

Ministri cristiani » Fedeli » Giovanni Battista

Ma quando il tetrarca Erode fu da lui rimproverato a causa di Erodiade, moglie di suo fratello, e per tutte le cose malvagie che aveva fatto,

"Pentitevi, perché il regno dei cieli è vicino". Perché questo è quello a cui si riferisce il profeta Isaia quando disse: "LA VOCE DI UNO CHE GRIDA NEL DESERTO: 'PREPARATE LA VIA DEL SIGNORE, DRITTE LE SUE VIE!'" Ora Giovanni stesso aveva una veste di pelo di cammello e una cintura di cuoio intorno ai suoi fianchi e il suo cibo erano locuste e miele selvatico. Per saperne di più.
Allora Gerusalemme usciva da lui, e tutta la Giudea e tutto il distretto intorno al Giordano e si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, mentre confessavano i loro peccati. Ma quando vide molti dei farisei e dei sadducei venire per il battesimo, disse loro: «Razza di vipere, chi vi ha avvertito di fuggire l'ira futura? Portate dunque frutto secondo il pentimento e non credete di potete dire a voi stessi: 'Abbiamo Abramo per nostro padre' poiché io vi dico che da queste pietre Dio può suscitare figli ad Abramo. "La scure è già posta alla radice degli alberi perciò ogni albero che non fa buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco. Quanto a me, io vi battezzo con acqua per il pentimento, ma colui che viene dopo di me è più potente di me, e non sono degno di togliergli i sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco. "Il suo ventilabro è nella sua mano, e ripulirà completamente la sua aia e raccoglierà il suo grano nel granaio, ma brucerà la pula con fuoco inestinguibile".

Infatti Giovanni aveva detto a Erode: «Non ti è lecito avere la moglie di tuo fratello». Erodiade aveva rancore contro di lui e voleva metterlo a morte e non poteva farlo perché Erode aveva paura di Giovanni, sapendo che era un uomo giusto e santo, e lo teneva al sicuro. E quando lo sentiva, era molto perplesso, ma si divertiva ad ascoltarlo. Per saperne di più.
Venne un giorno strategico in cui Erode, il giorno del suo compleanno, diede un banchetto per i suoi signori e comandanti militari e i principali uomini di Galilea e quando la figlia di Erodiade stessa entrò e danzò, piacque a Erode e ai suoi commensali e il re disse alla ragazza , "Chiedimi quello che vuoi e io te lo darò." E le giurò: "Qualunque cosa mi chiedi, te la darò fino alla metà del mio regno". Ed ella uscì e disse a sua madre: "Che cosa devo chiedere?" E lei disse: "La testa di Giovanni Battista". Subito andò di corsa dal re e chiese, dicendo: "Voglio che tu mi dia subito la testa di Giovanni Battista su un piatto". E sebbene il re fosse molto dispiaciuto, tuttavia a causa dei suoi giuramenti e dei suoi ospiti a cena, non era disposto a rifiutarla. Immediatamente il re mandò un carnefice e gli ordinò di riportare indietro la testa. E andò e lo fece decapitare nella prigione, e portò la sua testa su un piatto, e la diede alla fanciulla e la fanciulla la diede a sua madre.

Allora cominciò a dire alle folle che uscivano per farsi battezzare da lui: «Razza di vipere, chi vi ha avvertito di fuggire dall'ira futura? Fate dunque frutto secondo il pentimento, e non cominciate a dire a voi stessi: "Abbiamo Abramo per padre", perché io vi dico che da queste pietre Dio può suscitare figli ad Abramo. "Infatti la scure è già posta alla radice degli alberi, così ogni albero che non fa buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco".


Giovanni Battista

Se sei stato in chiesa per un certo periodo di tempo, sicuramente saprai qualcosa su Giovanni Battista. Da bambino in chiesa, sono rimasto affascinato dalla storia di Giovanni Battista e di come viveva nel deserto, indossava abiti strani e mangiava cavallette (beh, davvero cavallette, ma non le avevamo in Colorado)! Eeeek!!!

Ma al di là delle sue eccentricità, spesso non ci prendiamo molto tempo per riflettere su questa figura così significativa e su cosa potrebbe significare per noi il suo esempio. Giovanni Battista è in un certo senso una persona singolare, unica e distinta nella storia del mondo, ma in un altro senso è più istruttivo per i credenti in Gesù Cristo. Proprio come Giovanni Battista era una voce che gridava, così anche noi dobbiamo alzare la nostra voce per prepararci alla venuta del Signore.

Profezie uniche dell'Antico Testamento

Per quanto posso discernere, nessuno di noi ha profezie specifiche e individuali su di noi nell'Antico Testamento. La Scrittura insegna che Giovanni è profetizzato, anche se in modo criptico, nel libro di Malachia. Il Signore chiama questa venuta, "Il mio messaggero" (Malachia 3:1) e "Elia il profeta" (4:5). Più di questi titoli per Giovanni Battista sono i suoi ruoli significativi. Egli avrebbe "sgomberato la strada davanti" al Signore Gesù Cristo (3:1) e "volgeva i cuori dei padri ai loro figli e i cuori dei figli ai loro padri, in modo che [il Signore] non venga e colpisca la terra con una maledizione” (4:6). Cioè, Giovanni Battista avrebbe preparato le persone per la venuta del Signore Gesù Cristo e le avrebbe portate al pentimento.

Vediamo questo ruolo profetico unico anche in Isaia 40 e nella profezia di mdasha che precede Malachia di circa 300 anni. Isaia descrive &ldquoa voce&rdquo che grida, &ldquoSpia la via al Signore nel deserto&rdquo (40:3). I Vangeli chiariscono che questo è un riferimento a Giovanni il Battista, che nel deserto stava preparando la via del Signore (Matteo 3:3, Marco 1:3, Luca 3:4, Giovanni 1:23).

Giovanni Battista era chiaramente una figura unica descritta dai profeti dell'Antico Testamento, e uno che avrebbe preparato la via del Signore.

Posizionamento storico unico

Proprio come i passaggi profetici che puntano a Giovanni Battista, così anche le circostanze storiche di Giovanni Battista sono uniche per lui. I dettagli della sua vita sono più dettagliati di quanto questo schizzo possa contenere (per le descrizioni di lui nei Vangeli, vedere l'elenco sotto). La madre di Giovanni Battista, Elisabetta era imparentata con Maria, la madre di Gesù (cfr. Luca 1:36 dove la relazione non è esattamente chiara in greco). Forse Giovanni e Gesù erano cugini.

Quando Maria era incinta di Gesù, andò a trovare Elisabetta che era incinta di Giovanni Battista. Al suono della voce di Maria, Giovanni sussultò di gioia nel suo grembo. Non solo c'era una relazione familiare tra Gesù e Giovanni, ma c'era anche un legame molto speciale tra il legame dei due & mdasha di cui non sappiamo nulla da questo primo incontro preveggente fino a quando non li troviamo da adulti durante il culmine del ministero di Giovanni Battista quando loro avevano entrambi circa 30 anni.

Giovanni aveva lasciato la civiltà per vivere una vita di povertà per predicare il Vangelo della penitenza. Indossava abiti fatti di pelo di cammello e mangiava locuste e miele selvatico, un po' un hippie dei suoi tempi. La gente delle città si accalcava per ascoltare l'eccentrico e apparentemente avvincente predicatore, e molti vennero per farsi battezzare da lui. Quando gli inquirenti gli chiesero chi fosse e come si adattasse alla profezia dell'Antico Testamento, sviò la domanda e indicò il Messia in arrivo.

Questo stesso Messia, Gesù, venne nel deserto per essere battezzato da Giovanni Battista, e Giovanni lo chiamò profeticamente, sicuramente per mano dello Spirito Santo, ecco l'Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo! Il profeta mangiatore di locuste procedette con riluttanza battezzarlo. Certamente Giovanni era unico in quanto sembrava comprendere ciò che Gesù era venuto a fare, ed era unico nella storia del mondo come colui che battezzava Gesù.

Inversioni di ruolo

Dopo il battesimo di Gesù, Giovanni cade dalla trama mentre Gesù è al centro della scena nei Vangeli, proprio come avrebbe voluto Giovanni. Ma il modo in cui i Vangeli di Marco e Luca ritornano a Giovanni Battista è forse istruttivo per i modi in cui è simile ai credenti in Gesù Cristo.

Gli eventi descritti da Marco e Luca potrebbero essere ricondotti alla sequenza cronologica degli eventi, ma la Scrittura è spesso molto più intenzionale che affermare semplicemente la sequenza cronologica. In effetti, sembra che la stessa sequenza cronologica sia orchestrata divinamente per comunicare un punto.

In Marco 6 e Luca 9, la storia della morte di Giovanni Battista per decapitazione è inserita nel mezzo della storia dei discepoli inviati dal Signore Gesù Cristo a servire nei villaggi circostanti. Cioè, entrambi raccontano che i discepoli sono inviati, seguito dalla storia della morte di Giovanni, e si conclude con il ritorno dei discepoli a Gesù.

Allora qual è il punto? Forse i Vangeli suggeriscono che il ministero che era di Giovanni Battista sarebbe continuato dopo la morte di Giovanni al ministero dei discepoli di Gesù Cristo. Quindi Giovanni Battista non era solo una figura unica che indicava Gesù, ma è una sorta di modello che i discepoli di Gesù Cristo continuano a realizzare nel regno di Dio.

Ma se questa affermazione è corretta, e il ministero di Giovanni Battista è trasferito a noi che crediamo, allora dobbiamo porci le domande: Qual è il ministero di Giovanni Battista? E come dobbiamo compiere questo ministero oggi?

Preparare la Via del Signore

Vediamo uno sguardo sul ministero di Giovanni Battista in Isaia 40:3-4 che il Nuovo Testamento gli attribuisce. In questa profezia, troviamo che il suo ministero è uno che spiana la strada nel deserto e rende lisce le strade del deserto. La lingua suggerisce che questo messaggero avrebbe reso navigabili le strade per il Signore che verrà. Ma in aggiunta, la lingua indica più specificamente il messaggero di un re, o anche un ambasciatore, che dichiara la venuta del re. Per questo Giovanni Battista distoglie l'attenzione da se stesso a Colui che viene. Sa che ce n'è uno più grande di lui.

Come credenti in Gesù Cristo, anche noi siamo &ldquoambasciatori per Cristo&rdquo (2 Corinzi 5:20), dichiarando la grandezza del nostro Re e del Suo regno imminente. Stiamo spianando strade che conducono in ogni città, villaggio, casa e cuore affinché il Signore Gesù, il Re dei re, venga e stabilisca il suo regno in ogni angolo della terra. Faremmo bene a imparare da Giovanni Battista mentre il suo ministero si trasferisce ai discepoli di Gesù Cristo, Uno di gran lunga più importante di noi.

Invito alla rettitudine

Non solo Giovanni ha preparato la strada per la venuta del Signore, ma ha preparato il popolo per la venuta del Signore. Il ministero di Giovanni era quello di "riportare indietro" i cuori delle persone attraverso il suo ministero del battesimo di pentimento per il perdono dei peccati. Il suo messaggio contro l'ipocrisia e la falsa religione era implacabile e piuttosto audace. Accettò la religione che non era altro che fedele obbedienza. Come il ministero di Gesù, fu rifiutato da coloro che si credevano religiosi (farisei e sadducei), ma accettato da coloro che sapevano di aver bisogno di pentimento.

Gli esattori delle tasse e i soldati, noti per aver preso denaro dalla gente, chiesero a John cosa avrebbero dovuto fare per pentirsi. Giovanni li incoraggiò a vivere rettamente, non prendendo ciò che non era loro.

L'audacia di Giovanni si estendeva oltre la sfera religiosa e parlava ai poteri politici romani che ne provocavano la prigionia e la morte. La storia ci dice che il tetrarca romano, Erode Antipa aveva lasciato la moglie e aveva sposato la moglie del fratellastro. Giovanni Battista denunciò pubblicamente il matrimonio illegale e immorale. Questo approccio conflittuale ha portato al suo arresto.

Anche se Erode aveva paura politicamente di Giovanni Battista, la Scrittura ci dice che gli piaceva ascoltarlo, quindi lo invitava a parlare. Giovanni non si lasciò sfuggire l'opportunità di rimproverare ulteriormente Erode in faccia, anche se alla fine ciò portò alla sua decapitazione.

Anche noi siamo chiamati a tale compito. Quando Gesù si incontra con i suoi discepoli dopo la sua risurrezione, spiega che Egli è davvero il compimento delle Scritture e che, di conseguenza, "nel suo nome sarà proclamata a tutte le nazioni la penitenza per la remissione dei peccati" (Luca 24:47). ).

Siamo chiamati a proclamare questo pentimento in tutto il mondo. Dobbiamo chiamare le persone dalle loro vite di peccato e oscurità verso la giustizia e la luce in Cristo. E non solo dobbiamo farlo con i non credenti, ma con i credenti mentre ci "ripristiniamo" l'un l'altro dai nostri peccati in uno spirito di gentilezza (Gal. 6:1). E così il ministero di Giovanni Battista continua nella vita dei discepoli di Gesù Cristo.

Indicando Gesù

L'artista del XV secolo Matthias Grunewald dipinse una rappresentazione grafica della Crocifissione di Gesù. Nel dipinto classico, possiamo vedere Maria Maddalena, Maria la madre di Gesù e il discepolo Giovanni molto addolorati per la crocifissione. Ma il lato destro del dipinto è dominato dal cupo, anche se non addolorato, Giovanni Battista, uomo che era stato decapitato diversi mesi o anni prima della morte di Gesù. Nella mano sinistra tiene le Scritture ebraiche. La caratteristica dominante di Giovanni Battista, tuttavia, è il suo dito destro lungo e ossuto che indica il Cristo crocifisso.

Il dipinto stesso racchiude la vita e il ministero di Giovanni Battista. Ha vissuto la sua vita preparando la via al Signore e riportando a Lui il popolo. Lo ha fatto con maggior successo nel fatto che puntava sempre lontano da se stesso verso Cristo. Infatti, il Vangelo di Giovanni ci dice che ad un certo punto, quando Giovanni Battista vide Gesù, dichiarò ai suoi discepoli: "Ecco l'Agnello di Dio!" Questa dichiarazione che indirizzò i suoi discepoli a Gesù portò prontamente due dei discepoli a lasciare Giovanni per seguire Gesù.

Questo è il ministero che era quello di Giovanni Battista. Ma non è solo suo. È il ministero a cui sono chiamati i credenti in Gesù Cristo, puntando lontano da noi stessi a Colui che toglie il peccato del mondo. È a causa di questo importantissimo ministero a cui siamo tutti chiamati, che possiamo dire con Giovanni Battista che Gesù "deve aumentare, ma io devo diminuire" (Giovanni 3:30).

UN Quantità come Gesù

Dopo che Giovanni Battista era morto, e il ministero di Gesù era in prima linea, la gente ha cominciato a chiedersi: "Gesù è in qualche modo solo Giovanni Battista risuscitato dai morti?". Naturalmente non lo era. Ma il fatto che le persone abbiano iniziato a fare tali confronti suggerisce che i due avevano una strana somiglianza nel messaggio, nella vita e nel ministero.

La nostra prospettiva oggi è un po' diversa. Quando Gesù percorse la terra di Palestina, il quadro di riferimento del popolo per il confronto era Mosè, Elia, e più nella loro mente, Giovanni Battista. Hanno messo Gesù nel loro quadro.

Ancor più della somiglianza tra Giovanni Battista e Gesù, i credenti nel Signore Gesù Cristo, nella Chiesa, nel corpo stesso di Gesù Cristo, condividono per assomigliargli in tutto ciò che fanno. In effetti, ci stiamo &ldquoconformati all'immagine&rdquo di Cristo (Romani 8:29). Quindi, quando le persone vedono come agiamo, ascoltano come parliamo e vedono il ministero a cui prendiamo parte, dovrebbe indicare alle persone la vita, il ministero e l'opera di Gesù Cristo.

Voci che gridano

La vita e il ministero di Giovanni Battista sono sia unici nella storia del mondo, sia istruttivi per i credenti in Gesù Cristo. Non solo era una persona prefigurata nell'Antico Testamento e aveva una collocazione storica unica, ma ci mostra una vita che prepara la via del Signore, chiama le persone a prepararsi per la venuta del Signore, indica e assomiglia a Gesù . È davvero un profeta che ci chiama ad essere voci che gridano, aprendo la strada alla venuta del Signore.


Importanza di Giovanni Battista

Anche se Giovanni era solo un testimone che fungeva da figura di transizione, l'impatto della sua vita e del suo ministero non dovrebbe essere sottovalutato. Durante la sua vita ebbe un seguito di discepoli che condividevano pratiche comuni come il digiuno e la preghiera (Mt 9:14 Giovanni 1:35-37 Giovanni 4:1-2). I discepoli di Giovanni sopravvissero alla sua morte e si diffusero in tutto il mondo mediterraneo. Apollo era di Alessandria in Nord Africa e ad un certo punto sapeva solo del battesimo di Giovanni (Atti 18:24-25). Allo stesso modo, all'arrivo a Efeso, Paolo incontrò una dozzina di discepoli di Giovanni. Anche loro avevano sperimentato solo il battesimo di Giovanni (At 19,1-7). Questi casi indicano che il movimento del Battista potrebbe aver avuto più influenza di quanto siamo in grado di ricavare dal Nuovo Testamento.

Leggi la scrittura completa della morte di Giovanni Battista da Matteo e Marco di seguito e trova articoli, video e sermoni audio relativi all'ispiratore Giovanni Battista.


Nascita e infanzia di Giovanni Battista

GIOVANNI BATTISTA nacque il 25 marzo 7 a.C., secondo la promessa che Gabriele fece ad Elisabetta nel giugno dell'anno precedente. Per cinque mesi Elisabetta mantenne segreta la visita di Gabriele e quando raccontò a suo marito, Zaccaria, fu molto turbato e credette pienamente alla sua narrazione solo dopo aver fatto un sogno insolito circa sei settimane prima della nascita di Giovanni. A parte la visita di Gabriele a Elisabetta e il sogno di Zaccaria, non c'era nulla di insolito o soprannaturale connesso con la nascita di Giovanni Battista.

L'ottavo giorno Giovanni fu circonciso secondo l'usanza giudaica. Crebbe come un bambino normale, giorno dopo giorno e anno dopo anno, nel piccolo villaggio noto a quei tempi come la Città di Giuda, a circa quattro miglia a ovest di Gerusalemme.

L'evento più movimentato nella prima infanzia di Giovanni è stata la visita, in compagnia dei suoi genitori, a Gesù e alla famiglia di Nazareth. Questa visita avvenne nel mese di giugno dell'1 a.C., quando aveva poco più di sei anni.

Dopo il loro ritorno da Nazareth, i genitori di Giovanni iniziarono l'educazione sistematica del ragazzo. Tuttavia, non c'era una scuola di sinagoga in questo piccolo villaggio, poiché era un sacerdote, Zaccaria era abbastanza istruito, ed Elisabetta era molto più istruita della donna giudea media, era anche del sacerdozio, essendo una discendente delle "figlie di Aronne". " Poiché John era figlio unico, hanno dedicato molto tempo alla sua formazione mentale e spirituale. Zaccaria aveva solo brevi periodi di servizio nel tempio di Gerusalemme, quindi dedicò molto del suo tempo all'insegnamento a suo figlio.

Zaccaria ed Elisabetta avevano una piccola fattoria nella quale allevavano pecore. Difficilmente si guadagnavano da vivere in questa terra, ma Zaccaria riceveva un'indennità regolare dai fondi del tempio dedicati al sacerdozio.


Cronologia di Giovanni Battista - Storia

Indagine sulla linea del tempo degli eventi biblici

Sforzarsi di stabilire una cronologia indiscutibile degli eventi biblici non solo è estremamente difficile, ma tale sforzo è umanamente impossibile. Nota, ho detto "una linea temporale indiscutibile". Ci sono alcune date sulle quali possiamo essere ragionevolmente sicuri, basate su date fornite storiche affidabili e di supporto (anche numeri menzionati nella Bibbia che spesso forniscono capacità di riferimento incrociato). Siamo quindi in grado di utilizzare la data fornita per accertare la data approssimativa dell'evento biblico in esame. La Bibbia a volte contiene numeri (cioè I Re 6:1), ma non fornisce le date in quanto tali. Questa assenza di date è dovuta al fatto che il popolo ebraico non ha sviluppato un sistema di datazione consecutiva. Cominciarono un nuovo anno con ogni nuovo giudice o re.

Alcune traduzioni di King James contengono date stampate a margine o nei riferimenti della colonna centrale. Questa cronologia o calcolo è stata sviluppata dall'arcivescovo irlandese James Ussher nel diciassettesimo secolo. La cronologia di Ussher si basa su tabelle di antenati trovate nelle scritture ebraiche. Tuttavia, questi documenti biblici sono stati progettati per fornire linee di discendenza e le genealogie contenute sono talvolta incomplete. I registri genealogici, tuttavia, forniscono un valido riferimento nel tentativo di calcolare le date degli eventi biblici. Un'altra questione che impedisce totalmente l'accuratezza è la pratica del popolo ebraico che considera parte di un anno come un anno intero nel determinare il tempo. Inoltre, nel computare i re di Israele e di Giuda sembra che abbiano usato calendari diversi, un calendario che copriva dall'autunno all'autunno (il calendario Tishri) e l'altro calendario che copriva dalla primavera alla primavera (il calendario Nisan). In altre parole, se stai cercando difetti nella linea temporale successiva, senza dubbio ne troverai alcuni. Tuttavia, per la maggior parte, la linea del tempo fornirà un riferimento temporale generale che aiuterà lo studente biblico nell'organizzazione, nel posizionamento e nello stabilire qualsiasi rilevanza immediata riguardo agli eventi menzionati nella Bibbia. È fonte di confusione per le persone quando pensano che il conferimento dei Dieci Comandamenti sia stato un evento del Nuovo Testamento.

In alcuni casi, fornirò più date possibili. Ad esempio, troverai sotto la data del 1491 a.C. per la consegna della prima legge scritta a Israele (Es. 20). Vedrai anche la data 1445 a.C. come data suggerita. Limiti di tempo, spazio e design mi impediscono di fornirti tutti gli argomenti a favore e contro per una certa data e perché un'altra data potrebbe essere preferita da alcuni.

Sarà ovvio che l'indagine sulla linea temporale sottostante consiste in due divisioni principali, ciò che chiamiamo B.C. e d.C. "AD" o "d.c." deriva dal termine latino "Anno Domini", che significa "nell anno del Signore". Si suppone che si riferisca agli anni contati dalla nascita di Cristo. Tuttavia, a causa di alcune inesattezze iniziali e incertezze riguardanti l'anno esatto in cui nacque Cristo, c'è probabilmente una discrepanza tra i 4 e gli 8 anni (il che significa che Cristo nacque probabilmente tra l'8 a.C. e il 3 a.C.). Di conseguenza, BC o B. C. è di solito usato prima di Cristo. Sulla base di alcune sfide relative al possibile uso del dibattito sul calendario romano, può esserci una differenza di data negli eventi del Nuovo Testamento. Ad esempio, alcuni potrebbero avere la risurrezione di Gesù fissata al 30 d.C., mentre altri potrebbero calcolarla al 33 d.C. Ancora una volta, è oltre lo scopo di questo materiale impegnarsi in un'analisi dettagliata delle controversie sulla data. Tuttavia, la linea temporale fornita è generalmente accurata e affidabile e di aiuto pratico, ne sono convinto. Poiché ci sono alcune serie difficoltà nell'assegnare il 4004 a.C. come data per la creazione (data di James Ussher), inizieremo la linea temporale con la data approssimativa per la nascita di Caino e Abele. Prima di presentare gli elenchi consecutivi degli eventi biblici e le loro date approssimative, consentitemi di illustrare i tre principali periodi di tempo in cui trovano posto tutti i successivi, rispettivamente:

Il patriarcato copriva un arco di tempo di circa 2500 anni, da Genesi capitolo quattro fino a Esodo capitolo 20. Coinvolgeva il capo o il patriarca di ogni casa. La Legge di Mosè iniziò nel capitolo 20 dell'Esodo con la Legge dei Dieci Comandamenti e continuò fino all'ultima volontà e testamento di Gesù (Gv 1,17, circa 1500 anni). Christianity came into existence in Acts chapter two with the preaching of the gospel and will continue until the second advent of Jesus. We are in the final days.

Data: Event:

4004 BC Adam and Eve's first two children are born, Cain and Abel (Gen. 4). Cain kills Abel (Ibid.)

3900 Enoch is born, Cain's first son. Seth is born to Adam and Eve. Irad, Cain's first grandchild, is born (Gen. 4).

3400 Enoch, the great, great, great, grandchild of Seth, is born. At this same general time period, Methuselah was born (Gen. 5)

3000 Noah is born (ca. 2948 B.C., Gen. 5: 29).

2500 Noah's sons are both, Shem, Ham, and Jepheth (Gen. 6: 9). It was about this time that Noah was commissioned to build the Ark (Gen. 6).

2350 The flood waters cover the entire earth (Gen. 7). (James Ussher suggest 2349 as the flood date, the Samaritan Pentateuch has 2998, the Hebrew Bible has 2288, and the Septuagint lists 3246 has the date of the flood). Noah's three sons began to repopulate the earth (Gen. 9: 1).

2300 The Tower of Babel and its destruction (Gen. 11). The confusion of tongues and the scattering of the people.

2000 The death of Noah (ca. 1998 B. C., Gen. 9: 28, 29).

1920 The call of Abram occurs at about this time (Gen. 12: 1). Abram and Lot depart Haran, as God instructed. God promised to make a great nation (Gen. 12). A son is promised to Abram (Gen. 15).

1890 The destruction of Sodom, Gomorrah and the cities of the plain (Gen. 19). The birth of Isaac, Abram's promised son (Gen. 19, 21: 3).

1872 Abraham is put to a test regarding Isaac (Gen. 22).

1730 Joseph is sold to the Midianites and his consequent experiences that result in him becoming a ruler in Egypt (Gen. 37 - 47).

1680 The Book of Genesis comes to a close, having covered approximately 2300 years of history.

1571 Moses is born . Moses is adopted into the Egyptian royal court.

1491 The call of Moses and his commission (the burning bush experience, Ex. 2). The ten plagues (Ex. 7 - 12). Israel is liberated from Egyptian bondage (Ex. 12 ff.). The giving of the Ten Commandment Law (Ex. 20, some provide the date of 1445 for the giving of the law). Hence, after about 2, 500 years the system of Patriarchy comes to a close.

1451 The death of Moses (Deut. 34). Joshua is appointed as Moses' successor (Josh. 1).

1425 The Abrahamic land promise is realized (Gen. 12 Josh. 24).

1400 The beginning of the judges and their governing of Israel, covering about 305 years (ca. 1095 B. C., see Judges 1 - I Samuel 8).

1095 The appointment of Saul to be King of Israel (I Sam. 10, some have 1050 as the date).

1063 David defeats Goliath (I Sam. 17).

1055 David is appointed King (2 Sam. 2, some have 1010 B. C.).

1015 Solomon, David's son, is appointed King (I Kgs. 1, 2, some believe 970 is the more likely time for the appointment of Solomon).

992 The Queen of Sheba visits Solomon (I Kgs. 10).

975 Solomon's death and Rehoboam succeeds Solomon to the throne (I Kgs. 12, some have 931 as the date). The Kingdom is divided. When Solomon died, the fight for his throne results in the twelve tribes of Israel dividing, creating the Great Schism. The two southern tribes, Benjamine and Judah, maintaining Jerusalem as their capital, become "The Kingdom of Judah" under the reign of Rehoboam. He reigns 17 years. The ten northern tribes of Israel revolt, becoming "The Kingdom of Israel" under the rulership of Jeroboam. He reigns 21 years. Israel's continues, with 19 Kings from the reign of Solomon, for 254 years. Israel makes Samaria its capitol.

722 The Assyrians capture Samaria and take Israel captive (cp. 2 Chroni. 33, end of the Kingdom of Israel).

597 Jerusalem is captured by Babylon (cp. 2 Chroni. 36).

536 First group returns from captivity (see Ezra 2).

458 The second group returns from bondage (Ezra 8).

444 The walls of Jerusalem are rebuilt under the leadership of Nehemiah (Nehe. 1-7).

398 The completion of the 39 books that constitute the "Old Testament" see Malachi). This date began the "400 years of silence" between Malachi and Matthew (New Testament).

New Testament Time Line (Most dates are approximate, the below time table is primarily based on Jesus being born in 3 BC, as some Roman calendars "suggest this date" for Jesus' birth) :

Data: Event:

6 -3 BC Jesus and John the Baptist are born (many believe Jesus was actually born BC because of a matter involving the Roman Calendar, L uke 1, 2). Herod dies and is succeeded by Archelaus.

6 AD Annas becomes High Priest. Archelaus is deposed by Augustus and replaced by Herod Antipas.

7 A young Jesus astounds the priests in the Temple with his wisdom (Lk. 2).

14 Augustus dies and is succeeded by Tiberius as emperor.

15 Annas is removed as High Priest and son-in-law Caiaphas eventually succeeds him.

26 Pontius Pilate becomes Procurator of Judea until 36 AD.

27 John the Baptist began is ministry (Lk. 3: 1, 2). Jesus is baptized by John and also begins his ministry (Mk. 1: 4-11).

30 Jesus is crucified and resurrected from the dead (some scholars list the date as 33 AD. There are good arguments for both dates ) .

32 Gamaliel encourages tolerance of the Christians in his famous speech (Acts 5: 33-42).

36 Steven becomes the first martyr. It appears that about this same year, Paul is mentioned as persecuting Christians and later becoming a Christian himself (Acts 7, 9).

40 The Gentiles are officially received as exemplified in the case of Cornelius and his household (Acts 10). Caligula is assassinated and Claudius becomes emperor of Rome until 54 AD.

43 Paul and Barnabas preach the gospel in Antioch (Acts 11: 20-26).

44 Paul and Barnabas take contributions to Jerusalem from Antioch (Acts 11: 27-30). James, the brother of John, is put to death by Herod Agrippa I (Acts 12: 1-3).

46 Paul goes on his first preaching trip (Acts 13, 14, the first trip was probably 46-49 or part of 50 AD).

49 Paul and Barnabas return to Antioch after their first preaching trip (Acts 14).

50 The famous Jerusalem meeting in which the issue of the Christians of Jewish descent binding the Law of Moses on Christians of Gentile ancestry was discussed and debated (Acts 15).

51 Paul and Barnabas separate over John Mark (Acts 15: 36). Paul and Silas went on Paul's second organized preaching trip (Acts 15: 36 - 18: 23, about three years, 54 AD).

52 Some place the writing of Galatians and perhaps the Epistle of James at 52 AD.

54 Paul returns to Antioch of Syria, ending his second preaching trip (Acts 18: 22). There is great likelihood that the event mentioned in Galatians 2: 11-14 occurred at this time. It is believed to have also been 54 AD that Paul went on his third trip in preaching the gospel (Acts 18: 23).

56 It was during 55, 56 AD that Paul appears to have written I and 2 Corinthians.

58 Paul begins his return trip to Jerusalem (Acts 20: 3).

59 Paul is arrested and imprisoned in Caesarea for two years (Acts 22-24).

60 Some believe Mark and Matthew were written in 60 AD.

62 After two years, it is believed that Nero found Paul innocent of wrongdoing and Paul is set free (Acts 28). It was during this confinement in Rome that Paul wrote his prison epistles (Ephesians, Colossians, etc.). Acts would then cover a span of about 30 years and is a valuable source of information relative to inception, growth, and problems experienced by the early church.

64 Rome burns and Nero blames the Christians. As a result severe persecution against Christians is experienced.

66 Some list 66 AD as the time of Paul's second imprisonment. Paul apparently is put to death at this time (cp. 2 Tim. 4: 6-8).

70 The Temple at Jerusalem is destroyed as prophesied by Jesus (Matt. 24).

81 Domitian is appointed emperor and eventually begins severe persecution of Christians.

85 The writing of Second and Third John.

96 John is on the Island of Patmos to receive visions that constitute the Book of Revelation. John is believed to have died in Ephesus in 100 AD. With the death of the apostles, the age of inspiration came to a close (see Jude 3).


John “the Baptist” Stradford (1861-1935)

John B (for the Baptist) Stradford was born a free man in Versailles, Kentucky in 1861. His father, J.C. Stradford was a former slave who had been emancipated and was living in Stradford, Ontario (Canada) but who returned to the U.S. and was in Versailles when his son was born. Not much is known about J. B. Stradford’s his early life before his graduation from Oberlin College in 1896, and Indiana Law School in 1899. Stradford was a shrewd businessman. While living in Lawrenceburg, Kentucky, and St. Louis, Missouri, he ran pool halls, bathhouses, shoeshine parlors and boarding houses. Stradford migrated to Indian Territory (now Oklahoma) in 1899 with his wife Augusta, and settled in the newly found town of Tulsa, eventually becoming one of the most prominent individuals in the town.

He got involved in the building of the all-black Greenwood section of Tulsa with another early settler, O.W. Gurley, as they both built fortunes in real estate and rental units. By World War I, Greenwood had become what many called the “Black Wall Street of America,” meaning it was one of the most prosperous concentrations of black businesses of any community in the nation. Its booming economy was based on a large working class of African American men and women who supported numerous businesses.

Stradford also became a civil rights activist for local African Americans. He filed a lawsuit against the St. Louis and San Francisco Railway company for failing to provide proper accommodations for black travelers, and he publicly opposed lynching and many of the new Jim Crow laws enacted when Oklahoma became a state in 1907.

The Stradford Hotel
Image Courtesy: Greenwood Cultural Center, Fair use image

On June 1, 1918 Stradford opened the luxurious fifty-four room Stradford Hotel at 301 N. Greenwood Avenue. It was the largest black owned and operated hotel in Oklahoma and one of the few black-owned hotels in the United States. The Stradford had a dining hall, a gambling room, a saloon, and a large hall for events such as live music. By 1920 Stradford had become the richest black man in Tulsa, owning over fifteen rental properties and an apartment building, along with the hotel.

Homes and businesses burned after Tulsa Race Riot, June 6, 1921
Public Domain Image


Guarda il video: Pergolesi: Stabat Mater complete performance; Voices of Music, original version, Labelle u0026 Bragle


Commenti:

  1. Grorn

    Ti consiglio di visitare il sito, sul quale ci sono molti articoli su questo argomento.

  2. Daviot

    Penso che tu non abbia ragione. Inserisci che ne discuteremo. Scrivimi in PM, lo gestiremo.

  3. Raghnall

    Questo meraviglioso pensiero sarà utile.

  4. Kigazragore

    I went to the forum and saw this topic. Posso aiutarti?

  5. Lorenz

    Sono completamente d'accordo. Cazzate. Ma le opinioni, vedo, sono divise.



Scrivi un messaggio